Salta il menu

Attività immersi nella natura, splendidi paesaggi, scenari selvatici e ambienti speciali, tutti da scoprire ed esplorare

L’Italia custodisce tesori naturalistici di grande interesse turistico. Oltre al suo enorme patrimonio artistico-culturale, il paese conserva luoghi straordinari immersi nella natura. Splendide attrazioni, viste da sogno e località perfette per vacanze, percorsi naturalistici e attività outdoor.

Parti all'avventura e viaggia tra le mete più gettonate d’Italia.

  • In evidenza
  • Mare
  • Montagna
  • Laghi e lagune
  • Parchi
  • Pianura e colline
  • Fiumi
Borghi
Santo Stefano di Sessanio

Santo Stefano di Sessanio

Piccolo borgo sul versante aquilano del Gran Sasso, Santo Stefano di Sessanio, come è successo a gran parte dei paesi dell’entroterra abruzzese, conobbe un forte spopolamento nella seconda metà del ‘900. La rivincita l’ha avuta, più recentemente, grazie allo sviluppo di un servizio turistico alberghiero di eccellenza. Dalla fine del XVI secolo Santo Stefano di Sessanio fu governato dai Medici e l’economia locale fiorì grazie alla produzione di lana diretta a Firenze. Il torrione merlato, che si erge tra le casupole, è detto Torre Medicea, ma in realtà risale al XIV secolo: il nome testimonia l’impatto economico e culturale che la famiglia fiorentina ebbe in paese. Il restauro del torrione, distrutto dal terremoto del 2009, si è concluso nel 2021 salvaguardando gli elementi originali. Ancora oggi la Porta Medicea conserva lo stemma della famiglia apposto sulla caditoia. La memoria del borgo e dei territori circostanti è conservata nel Museo Terre della Baronia. A pochi passi dal museo, sulla piazza Medicea si affaccia la piccola chiesa delle Anime Sante, o del Suffragio, con l’altare maggiore dedicato alla Vergine del Monte Carmelo. Negli appezzamenti di terra argillosa che circondano il borgo, ideali per la crescita dei legumi, si coltiva da secoli la lenticchia di Santo Stefano di Sessanio, presidio Slow Food: piccola e permeabile, non necessita di ammollo e se ne ricava una zuppa semplice ma rinomata.
Montagna
Cles

Cles

La Val di Non ha uno dei nomi geografici più brevi del Pianeta: non è strano che anche al nome del suo capoluogo bastino pochissime lettere. Qui la gente è sintetica, e anche piuttosto antica. Una lastra in bronzo trovata nei dintorni verso metà ’800 prova che gli Anauni, cioè gli antenati dei Nonesi di oggi, erano di diritto cives romani già a partire dall’anno 46 d.C. per volere dell’imperatore Claudio. Una copia della tavola archeologica con il riconoscimento della cittadinanza è esposta in facciata al Palazzo Assessorile, nobile edificio trecentesco nel centro storico, ma l’originale si trova a Trento, al Castello del Buonconsiglio. Cles ha comunque un castello suo, molto imponente e fra i migliori del Trentino, in cima a un promontorio fuori dell’abitato. Nel XII secolo, quando il lago di Santa Giustina non esisteva, la fortificazione serviva a controllare un guado del torrente Noce. La veste attuale, con all’interno affreschi e un raffinato soffitto a cassettoni, dipende dalla trasformazione in residenza voluta nel ’500 da Bernardo Clesio, nativo di Cles e principe vescovo di Trento. A lui si deve anche la ricostruzione in forme gotico-rinascimentali della parrocchiale di S. Maria Assunta che oggi, dopo altri interventi ottocenteschi, si trova proprio sulla rotatoria centrale per la viabilità cittadina. Quanto al lago, è formato da una diga costruita a metà ’900. Ci sono punti dove è possibile raggiungere le acque, ma complessivamente non è considerato balneabile, così come del resto il castello, proprietà privata, non è di solito visitabile.
Borghi
Cervia

Cervia

Cervia, la città del sale immersa nel verde dell’Emilia-Romagna Cervia, la stazione più meridionale del Parco del Delta del Po, è una grande oasi naturalistica che attira a sé gli amanti del mare ma anche gli appassionati del birdwatching attirati dall’enorme varietà di avifauna che ospita. Circondata da più di 300 ettari di pineta e dagli 827 ettari della Riserva Naturale Salina di Cervia, è una città che vanta anche 9 chilometri di spiaggia di sabbia finissima e più di 185 stabilimenti balneari in cui troverete tutto ciò di cui potete aver bisogno durante la vostra vacanza. A Cervia il mare non delude mai. Lo conferma l’importante riconoscimento Bandiera Blu che la città vanta ormai dal 1998 e che certifica non soltanto la sicurezza delle spiagge, ma anche la qualità delle acque e dei servizi offerti. E che dire della posizione? A soli 12 chilometri di distanza vi aspetta il parco dei divertimenti di Mirabilandia e a 22 chilometri sorge Ravenna. Estate a Cervia, ma non solo. La natura vi accoglie tutto l’anno Il momento ideale per visitare Cervia è durante l’estate, quando la città dà il meglio di sé con tante attività adatte ad ogni tipo di vacanza. Le famiglie possono contare sul relax in spiaggia e in pineta o scoprire la suggestiva salina di Cervia, mentre i giovani possono sbizzarrirsi tra locali alla moda ed eventi organizzati. Qualche esempio? Il ricco calendario di concerti in piazza Garibaldi e i mercatini del Borgomarina. Ma non temete, anche durante il resto dell’anno Cervia non smette di esprimere tutto il suo fascino e le occasioni per gli amanti della natura, dello sport e della gastronomia non mancano mai. Potrete scoprire la città in un’atmosfera più tranquilla, fare shopping per le vie del centro e immergervi nell’arte e nella cultura di Cervia senza l’afflusso di turisti tipico dell’estate. Dai resti della città vecchia alla nuova Cervia Il cuore della città è rappresentato da Piazza Garibaldi, teatro degli eventi più rinomati di Cervia. Qui, potrete ammirare il Palazzo Comunale e fare un salto nella Cattedrale di Santa Maria Assunta per scoprire i reperti storici e le opere d'arte che ospita, come il dipinto della "Madonna della Neve" di Barbara Longhi. Appena fuori dalla piazza vi suggeriamo di visitare la Chiesa del Suffragio, una delle più antiche della città. Passeggiando per la città potrete percorrere le mura interne e raggiungere la Piazzetta Pisacane, conosciuta anche come "piazza delle erbe". Qui si trova la Pietra delle Misure, uno dei reperti più misteriosi delle Cervia Vecchia. Si tratta di un monolito su cui sono indicate le misure a cui gli abitanti di Cervia e i visitatori dovevano attenersi. Fuori dalle mura, invece, noterete subito il borgo dei salinari con le antiche abitazioni costruite tra la fine del 1600 e l’inizio del 1800. Il centro storico di Cervia è diviso in due dal canale che collega la riserva naturale Salina di Cervia al porto. Costeggiandolo arriverete a uno dei simboli della città, la Torre San Michele col vicino MUSA, il Museo del Sale che custodisce le tradizioni e la storia cittadine. Dall’altro lato, invece, trovate il Magazzino Darsena, trasformato in un luogo dedicato al benessere con eventi e spa. Due chicche da non perdere appena fuori dal centro storico: la Chiesa di Sant'Antonio, uno dei primi edifici costruiti a Cervia Nuova, e la Fontana del Tappeto Sospeso con un mosaico di tessere intagliate a mano dal mosaicista ravennate Marco Bravura per i 300 anni dalla fondazione della città nuova. Natura e relax, dalla Salina di Cervia alle Terme Una delle perle di Cervia, però, è la salina situata all’ingresso della città. Questo luogo suggestivo che riesce a incantarvi con la sua storia, legata a doppio filo a quella della città, e col fascino naturalistico dei bacini e della fauna che li abita. Pronti ad ammirare aironi, cavalieri d’Italia e fenicotteri rosa? Attenzione, però: la Salina di Cervia è una riserva naturale e per questo motivo non si può accedere in autonomia, ma solo accompagnati dalle guide ambientali che vi faranno scoprire questo luogo a piedi, in barca elettrica o col trenino, in modo sostenibile per salvaguardare l’ambiente. Per una giornata di relax, dopo una bella passeggiata nella pineta millenaria che sorge a nord della città, scegliete le Terme di Cervia con terapie all’avanguardia grazie al fango di laguna estratto dalla Salina, molto prezioso per la salute, e la grande vasca di Acqua Madre. E a tavola? E se vi state chiedendo come soddisfare il palato, la risposta è semplice: provate la piadina con squacquerone e rucola, la Cozza di Cervia e l'immancabile grigliata di pesce azzurro. E non dimenticatevi di assaggiare il cioccolato al sale dolce di Cervia. Vi stupirà col suo gusto unico e delizioso.
Italia

Esplora la mappa delle regioni

Valle d'Aosta Piemonte Lombardia PA Trento PA Bolzano Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia-Romagna Toscana Umbria Marche Sardegna Lazio Abruzzo Campania Molise Puglia Basilicata Calabria Sicilia
AO Castello di Ch�tel Argent gressoney-saint-jean Castello savoia AO Lago Blu Courmayeur - Pavillon du Mont Frety
Valle d'Aosta

Valle d’Aosta, un paradiso per chi cerca l’outdoor e la natura senza rinunciare a storia e tradizioni La più piccola Regione d'Italia, costellata dalle più alte vette delle Alpi, è la destinazione ideale per chi ama gli sport invernali e le passeggiate ad alta quota. Le sue verdi valli e i castelli fiabeschi, completano l’opera rendendo la Valle d’Aosta un luogo incantevole da vivere in ogni stagione dell’anno.

Scopri
Piemonte Torino Basilica di Superga Isola Bella
Piemonte

Il Piemonte sa come incantare tra montagne, colline, sapori tipici e città dall’eleganza unica Uno straordinario patrimonio tra arte e storia, cultura e natura, caratterizza il Piemonte, una regione dai mille volti, uno più interessante dell’altro: città di un’eleganza rara, montagne che si prestano a splendide sciate o passeggiate, borghi affascinanti, colline fra le più note al mondo per la straordinaria produzione di vini.

Scopri
Duomo di Milano Lago di Como Valtellina Livigno, Carosello 3000
Lombardia

La Lombardia, terra dinamica immersa nel presente e proiettata verso il futuro, ma dallo straordinario patrimonio di arte e natura La Lombardia è una regione del nord d’Italia nota per l'industria e la finanza, certo, ma anche per l’arte e i paesaggi straordinari, a partire da quelli dei pittoreschi laghi o delle sue montagne, Valcamonica e Valtellina in primis. Capoluogo e città simbolo, Milano ne rappresenta il cuore operoso che va a braccetto con le altre città dallo spirito vibrante.

Scopri
Trentino Torbole sul Garda Trento Pale di San Martino
PA Trento

Il Trentino vi stupirà col suo immenso patrimonio naturale, lo splendore delle Dolomiti e luoghi ricchi di storia Scoprite la cultura del viaggio lento in Trentino, assaporando ogni angolo di questo territorio tra sentieri naturali e culturali, fattorie didattiche e con centinaia di hotel con centri benessere per vacanze detox per tutta la famiglia in alcuni dei borghi più belli d'Italia incastonati in paesaggi unici.

Scopri
Tre Cime di Lavaredo Lago di Dobbiaco Val di Funes BZ Vipiteno
PA Bolzano

L’Alto Adige è un luogo da sogno da scoprire tutto l’anno tra verdi vallate e cime innevate Abbinare il relax dei trattamenti termali al piacere del divertimento sulla neve per una vera sferzata di benessere tra laghi alpini, splendidi borghi e impianti da sci all’avanguardia adatti a ogni età. Tutto e questo e molto altro nel maestoso scenario delle Dolomiti, patrimonio dell’UNESCO, in Alto Adige.

Scopri