Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Lombardia

Lombardia: 5 laghi indimenticabili per una giornata di totale relax

Grandi specchi d’acqua trasparente o piccoli bacini incorniciati da un contesto paesaggistico idilliaco e verdeggiante: in Lombardia non c’è il mare, ma moltissimi laghi. Non mancano dunque le occasioni per concedersi una bella gita fuori porta, con i piedi nell’acqua e i raggi del sole sulla pelle.

1. I laghi più belli per scappare dalla frenesia della città

Andar per laghi in Lombardia è da sempre un’attività amatissima, per sfuggire allo stress cittadino e godere di una natura di grande suggestione. Non solo, il turismo lacustre è sempre più apprezzato e praticato da olandesi, tedeschi, francesi. L’ideale per una mini vacanza rigenerante, soprattutto quando le temperature sono miti e vivere all’aria aperta è un toccasana.

Ecco 5 laghi in Lombardia da segnare in agenda per gite in famiglia o in coppia che ben sapranno come rigenerarvi.

2. Lago d'Idro: tanto sport e un soffio di vento

Vicinissimo al Lago di Garda e alle più rinomate località turistiche di Sirmione, Salò e Desenzano, il Lago d’Idro è la destinazione perfetta per chi ama il trekking e la pesca spinning, ma anche il windsurf, grazie alla presenza costante del vento. Gli amanti delle cornici romantiche, invece, possono godersi i panorami da sogno, grazie a una visita alla Rocca d'Anfo, un vero gioiello incastonato sulle sue sponde.

Qui un sistema di fortificazioni militari, tra le quali caserme, polveriere, batterie militari, torri, tutte collegate tra loro da sentieri e scalinate, portano il visitatore a ripercorrere i principali fatti storici italiani dalla Repubblica di Venezia fino ai giorni nostri. 

3. Lago di Sartirana, natura selvaggia e sentieri da scoprire

Se cercate un’idea per trascorrere una giornata diversa insieme a tutta la famiglia, non sottovalutate questa dritta. Il Lago di Sartirana a Merate, nel cuore della Brianza, tra il Parco Adda Nord e il Parco di Montevecchia e Valle del Curone, è il classico luogo lontano dalla folla di dimensioni raccolte.

Chi ama passeggiare nel verde, perdersi tra pittoreschi sentieri o rilassarsi tra alberi secolari e siepi, non si pentirà di un’escursione da queste parti, adattissima anche ai bambini.   

4. Laghi di Pusiano e di Annone: tra piste ciclabili e fauna rara

Questi due piccoli specchi d’acqua si incontrano attraversando il Parco della Valle del Lambro, tra le città di Como e Lecco. Il Lago di Pusiano, in particolare, vanta una peculiarità: l’isola dei cipressi, che deve il suo nome alla presenza di circa 130 cipressi, alcuni dei quali molto antichi.

Qui si trova una villa privata abitata da fauna selvatica e particolare, tra scoiattoli, cigni, germani e canguri. L’isola è visitabile previa prenotazione e si può raggiungere col battello in partenza dal molo di Bosisio. Per gli amanti delle due ruote o delle lunghe passeggiate, si può andare alla ricerca di diversi punti panoramici, seguendo la ciclopedonale in riva al Lago di Annone, con tratti pianeggianti in riva al lago e dolci salite all’interno dei boschi.

5. Lago d’Endine, per un romantico picnic in riva al lago

Boschi, canneti, valli e montagne: il panorama idilliaco di questo lago è perfetto per un picnic in riva al lago con la famiglia sulle sue piccole e graziose spiagge. Si trova in provincia di Bergamo, nella Val Cavallina, ed è interamente balneabile. Sulle colline circostanti si possono praticare trekking, escursioni, parapendio, percorsi in mountain bike e tanto altro ancora.

6. Lago di Garlate e la Lucia de I Promessi Sposi

Noto per il famoso passo de I Promessi Sposi che ha come protagonista Lucia e il suo “Addio ai monti", è incastonato tra il ramo lecchese del Lago di Como e il Lago di Olginate. Vanta un’importante rete ciclopedonale, che garantisce la possibilità di completare il giro del lago e scoprire il meraviglioso paesaggio e la natura circostante.

La chicca da non perdere? Il Museo della Seta Abegg, che espone scoperte, invenzioni e una ricca collezione di macchinari che permettono di osservare le principali fasi della produzione e della lavorazione della seta. 
Perfetto per un giro d’atmosfera manzoniana, è piuttosto richiesto per una gita domenicale fuori porta.