Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Immergiti tra dolci colline e paesini pittoreschi. L'Italia ospita alcuni dei borghi più belli al mondo, che offrono uno sguardo ravvicinato della ricca storia del paese.

Metti in cima alla lista l’esperienza autentica di visitare le strade medievali di Siena o le caratteristiche Cinque Terre. Di viverne l’essenza.

Borghi 179 risultati di ricerca
Gaeta

Gaeta

La Perla del Tirreno tra spiagge, natura, storia e leggende Di origini antichissime, valorosa repubblica marinara nel IX secolo, Gaeta, in provincia di Latina, è una delle bellezze imperdibili del Lazio. Circondato dalle possenti mura del castello Angioino Aragonese, il centro storico di Gaeta è un insieme di viuzze e piccoli porticati. Valgono una visita la Chiesa dell'Annunziata, che conserva al suo interno i codici dei monaci amanuensi, la Chiesa S. Maria della Sorresca e quella di S. Giovanni a Mare oltre al Tempio di San Francesco. Da una parte il mare, dall’altra Monte Orlando. A dominare Gaeta è proprio la Montagna Spaccata la cui formazione sarebbe legata alla morte di Cristo, quando un terremoto spaccò in tre parti il complesso roccioso. Prendetevi il tempo per esplorare il promontorio a piedi e rimanere incantati dalla vista mozzafiato. Tappe d’obbligo il Santuario della Santissima Trinità, importante meta di pellegrini fondato nel 930 dai Padri Benedettini sulle rovine della villa di un generale romano e la Grotta del Turco a cui si accede dopo 300 gradini. Il percorso, diventato luogo di preghiera e devozione, è scandito dalle tappe della Via Crucis, segnalate da riquadri in maiolica di metà Ottocento, in parte restaurati e decorati dai versi poetici di Metastasio. Ultimo ma non ultimo le spiagge. Gaeta è famosa anche per i suoi dieci chilometri di litorale con sabbia fine e dorata intervallata da piccole baie e punte rocciose. Fiore all’occhiello è Serapo, bagnata da un mare cristallino. Fermatevi a fotografare la famosa Nave, un grande scoglio la cui forma allungata ricorda, appunto, quella di un’imbarcazione.
Arte & Cultura
Gradara

Gradara

Gradara è conosciuta soprattutto per la sua bella Rocca e per la storia d'amore di Paolo Malatesta e Francesca da Rimini, resa immortale dai versi del Canto V dell'Inferno di Dante. L’interno della Rocca custodisce mobili del '400 e '500, decorati con pregevoli affreschi; particolare attenzione meritano il camerino di Lucrezia Borgia e la camera di Francesca ma soprattutto le magnifiche opere d’arte rinascimentale esposte, come la pala di terracotta invetriata di Andrea della Robbia e la famosa pala di Giovanni Santi padre di Raffaello. Gradara merita i prestigiosi riconoscimenti di Paese Bandiera Arancione e di Borgo più Bello d'Italia. Possiede due cinte murarie: la più esterna, scandita da torrioni e torricini quadrati merlati, fornisce un forte impatto scenografico al visitatore ed è tutt’oggi percorribile. Attorno al castello si può percorrere la Passeggiata degli Innamorati o i sentieri del Bosco di Paolo e Francesca che cingono la collina, da cui si può ammirare il paesaggio rurale del pesarese, dove si mescolano campi coltivati e la vegetazione tipica della macchia mediterranea grazie ad uno spettacolare scorcio sul mare. Nel favoloso contesto del Borgo medievale oltre alla Rocca e ai Camminamenti di Ronda, si possono visitare altri luoghi della cultura come il Museo Storico e la sua grotta, il Teatro Comunale, il Teatro dell’Aria parco ornitologico e centro di falconeria, infine il percorso di street art “Oltre le Mura”. Gli eventi di rilievo che hanno luogo a Gradara nel corso dell'anno sono: Gradara d'amare (febbraio), Assedio al Castello (luglio), Castello di Natale (dicembre).
Magazine

Idee per un viaggio culturale