Salta il menu

La Lombardia, terra dinamica immersa nel presente e proiettata verso il futuro, ma dallo straordinario patrimonio di arte e natura

La Lombardia è una regione del nord d’Italia nota per l'industria e la finanza, certo, ma anche per l’arte e i paesaggi straordinari, a partire da quelli dei pittoreschi laghi o delle sue montagne, Valcamonica e Valtellina in primis. Capoluogo e città simbolo, Milano ne rappresenta il cuore operoso che va a braccetto con le altre città dallo spirito vibrante.

Milano Sondrio Como Lecco Bergamo Brescia Varese Monza Lodi Cremona Mantova Pavia
Lombardia
Milano

Milano, la metropoli che si muove in equilibrio perfetto e dinamico tra storia e modernità. È considerata una delle capitali mondiali della moda e del design, oltre che un polo finanziario, ma Milano non dimentica di essere anche una città di cultura e pensiero. Così, mentre tende sempre a proiettarsi verso il futuro, il capoluogo lombardo valorizza la sua storia attraverso musei di alto livello e alcune tra le più monumentali chiese d’Italia.

Scopri
Lombardia
Sondrio

Adrenalina ad alta quota Sondrio ha il fascino discreto delle località di montagna, tra edifici nobiliari e caratteristiche case popolari in pietra. Tranquilla cittadina della media Valtellina, alle porte della Valmalenco, sorge sotto il massiccio della Corna Mara. Caratteristico il tour delle stüe, stanze interamente ricoperte di legno, dal soffitto alle pareti, presenti sia nelle case dei contadini che nei palazzi aristocratici. Ne esistono di ottimamente conservate a Palazzo Pretorio, a Palazzo Sassi de’ Lavizzari e a Villa Quadrio. Per gli appassionati di bici, vi segnaliamo la via dei Terrazzamenti, un percorso ciclo pedonale di 70 chilometri che collega Morbegno a Tirano, la Bassa e la Media Valle ad una quota compresa tra 300 e 700 metri. Lungo la via, si incontrano antichi borghi, agriturismi e cantine. Ci sono 40 aree di sosta attrezzate, non è obbligatorio percorre il sentiero integralmente e si può scegliere di utilizzare anche i mezzi pubblici. Tra le attività outdoor lungo il fiume Adda, è possibile praticare rafting, kayak e hydrospeed. Altri due itinerari all’insegna dell’avventura: il Sentiero Valtellina di oltre 100 chilometri e il Sentiero Rusca che conduce fino al passo del Muretto (m. 2562), via di transito tra Valtellina ed Engadina.

Scopri
Lombardia
Como

Como Una passeggiata intorno al lago tra borghi, ville storiche e scorci da sogno La provincia di Como è operosa ma è sulle sponde del suo famoso lago che custodisce suggestivi scorci, eleganti borghi, ville Liberty e giardini fiabeschi che negli anni hanno ammaliato Hollywood e i tanti attori che qui hanno casa. Da Menaggio a Cernobbio, da Torno a Laglio passando per Bellagio e Tremezzo: ogni tappa sarà incanto e autenticità. Chi sceglie un viaggio culturale tra monumenti, chiese e musei da non perdere può partire proprio da Como e trascorrere una giornata alla scoperta della città: il Duomo, Villa Olmo che spesso ospita mostre, senza dimenticare un salto al Tempio Voltiano con l'esposizione permanente dedicata alla memoria del fisico Alessandro Volta. Concedetevi una pausa di qualche ora e prendete la funicolare che dal lungolago vi porta a Brunate. Per gli amanti del trekking è d’obbligo una visita al Sacro Monte della Beata Vergine del Soccorso, uno dei nove Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia che fanno parte dei Patrimoni UNESCO: da qui potrete godere di una vista mozzafiato. Così come è imperdibile una gita sull'Isola Comacina, una piccola oasi di pace circondata dalle acque del lago e raggiungibile in battello da marzo a ottobre.

Scopri
Lombardia
Lecco

Gioiello nascosto del Lago di Como Sulle sponde di quel “ramo del lago di Como” sorge Lecco, una delle più suggestive località della Lombardia. Esplorate la città e il suo territorio seguendo il percorso manzoniano, sulle orme dei Promessi Sposi. Dal Ponte Azzone Visconti avrete una delle migliori viste su Pescarenico, il rione più antico della città e descritto nel romanzo. Visitate la Rocca di Vercurago, conosciuta anche come Castello dell’Innominato, e la Villa Manzoni, appartenuta alla famiglia dello scrittore. Meritano sicuramente una visita la basilica di San Nicolò, Palazzo Belgiojoso e Piazza Era. Le sponde del lago sono ricche di incantevoli borghi come Lierna, meta di turisti in ogni stagione dell’anno per la sua spiaggia di Riva Bianca e il suo castello tardo-medievale. Arrivate fino a Consonno, la “Las Vegas della Brianza”, per scoprire un vero e proprio parco giochi fantasma. Per chi ama le escursioni ad alta quota, i dintorni di Lecco offrono passeggiate panoramiche sulle cime del monte Resegone o del gruppo delle Grigne. Percorrete il Sentiero del Viandante per costeggiare tutto il lago, da Lecco fino a Colico, toccando borghi di particolare bellezza, come Mandello del Lario, Varenna o Bellano. Scoprite anche la collina di Montevecchia, con il suo santuario immerso nel parco attraversato da sentieri percorribili a piedi, a cavallo o in mountain bike.

Scopri
Bergamo
Bergamo

Un cuore medievale e un’anima contemporanea, Bergamo è un gioiello incastonato tra antiche mura Patrimonio dell'Umanità. Bergamo è unica. A caratterizzarla una parte più antica posta su dei colli, ricca di testimonianze medievali, e una parte moderna ai suoi piedi, nata e cresciuta con l’espansione industriale. Due anime e un solo cuore. Ideale per una vacanza all'insegna dell'esplorazione, vi promette una conquista a ogni passo.

Scopri
brescia destination
Brescia

Dal lago alla montagna tra storia, cultura e paradisi naturali Montagne, laghi, boschi, treni panoramici, ma anche borghi, castelli e le preziose cantine del Franciacorta. La provincia di Brescia, la più vasta della Lombardia, vanta un territorio estremamente variegato, che dalla Bassa Bresciana si estende fino alla Val Camonica. Qui, potete vivere le esperienze più disparate. Amate le passeggiate nella natura, gli sport acquatici o le gite in bicicletta? Tra il lago di Garda e il lago d'Iseo avrete l'imbarazzo della scelta e potrete contare su piste ciclabili adatte a tutti e sul panoramico Treno dei Sapori, per scoprire i prodotti tipici del territorio. Gli appassionati di storia potranno visitare il Castello di Brescia, per un tuffo nel Medioevo, o il Parco delle Incisioni Rupestri a Capo di Ponte, per scoprire l’affascinante civiltà camuna. Non può mancare anche una gita alla Villa Romana di Desenzano del Garda e al centro storico di Sirmione. Se siete alla ricerca di attività da fare insieme ai bambini, non perdete il Bosco degli Gnomi di Zone tra gnomi, draghi e altre magiche creature. Chi si vuole concedere un po' di relax può contare sulle terme di Boario e sui benefici dell'acqua di Sirmione. E chi ama sciare, invece, può scegliere tra il Comprensorio Pontedilegno-Tonale e la Borno Ski Area, tra la Val Camonica e la Valle di Scalve.

Scopri
Lombardia
Varese

A spasso tra laghi, ville nobiliari e luoghi dello spirito Visitare la provincia di Varese significa lasciarsi sorprendere da bellezze artistiche e naturalistiche tutte da scoprire. A cominciare dal suo capoluogo, “città giardino” incastonata in una regione ricca di laghi e adagiata su sette colli. Da visitare Palazzo Estense con il suo parco, Villa Panza, Piazza del Podestà e la Basilica di San Vittore. Nei dintorni della città si trovano la settecentesca Villa Della Porta Bozzolo, le grotte di Valganna e il Sacro Monte di Varese con le cappelle affrescate e il panorama sulla pianura. A strapiombo sul Lago Maggiore si trova l’eremo di Santa Caterina del Sasso. In alternativa, per ammirare il lago dall’alto raggiungete la Rocca di Angera, che ospita il Museo della Bambola, o prendete la Funivia del Sasso Ferro da Laveno Mombello, delizioso borgo sulla riva. Chi desidera immergersi nella natura può fare un tuffo nel lago di Monate, percorrere il lungolago di Comabbio in bicicletta, fare trekking o andare in mountain bike lungo i 150 km di sentieri nel Parco delle Cinque Vette. A breve distanza da Malpensa si trova invece Volandia, un museo dedicato al volo.

Scopri
Lombardia
Monza

Città simbolo di potere e regalità in Lombardia Monza è senza dubbio uno dei centri urbani più importanti e significativi di tutta la Lombardia. Ricca di storia, le sue origini risalgono all’età del ferro. Lasciatevi incantare dalla bellissima facciata bianca e nera del Duomo, ovvero la Basilica di San Giovanni Battista, risalente al VI secolo. All’interno troverete la Cappella della Regina Teodolinda, capolavoro di arte gotica, che conserva la Corona Ferrea, il più famoso esempio di oreficeria longobarda. A Monza si respira aria di regalità. La Villa Reale, o Reggia di Monza, è una tappa obbligata per chi si trova in città. L’enorme edificio neoclassico, antica residenza degli Asburgo, è immerso nell’enorme Parco, tra i più grandi parchi urbani d’Europa. Al suo interno, per chi è appassionato di motori, è possibile visitare l’Autodromo nazionale, costruito nel 1922 è ancora oggi una pista di riferimento per gli sport motociclistici. Percorrendo le strade del centro, invece, potrete imbattervi nell'Arengario, antico palazzo comunale del XIII secolo. Proseguite passeggiando lungo il fiume Lambro per scoprire i numerosi ponti che lo solcano, a partire dal più famoso Ponte dei Leoni. Concedetevi una sosta mangereccia ed entrate in una delle trattorie tipiche per gustare il risotto con la Luganega, ovvero il risotto con la salsiccia tipica monzese.

Scopri
Lombardia
Lodi

Tra storia e tradizione nella Pianura Padana Lodi è tra le città più ricche di storia della Pianura Padana. Fondata nel 1158 da Federico Barbarossa, le sue origini sono in realtà ben più antiche. Percorrendo le strade del centro storico, soffermatevi davanti a monumenti come la Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta, o Duomo di Lodi, il Tempio dell’Incoronata e il Palazzo Mozzanica, uno tra i principali esempi di architettura rinascimentale lombarda. Fermatevi per un caffè o un aperitivo in Piazza della Vittoria, porticata su tutti e quattro i lati. Allontanandosi di poco dalla città, potrete visitare Lodi Vecchio, ovvero l’antica Laus Pompeia, città di fondazione romana a sua volta instauratasi in un precedente villaggio di origine celtica. Da piazza Santa Maria si possono ancora vedere i resti della cattedrale antica. Se siete amanti della natura, fate tappa al Parco Ittico Paradiso per assistere alla vita dei pesci nel loro habitat naturale grazie agli osservatori subacquei. Oltre a una storia millenaria, Lodi preserva anche una propria tradizione culinaria. Protagonista indiscusso è il Granone Lodigiano, considerato il capostipite di tutti i formaggi grana, ma meritano un assaggio anche il salame lodigiano e la Raspadura.

Scopri
Lombardia
Cremona

La patria del violino tra rigogliose pianure e aree verdi protette La provincia di Cremona vanta tantissime aree verdi protette tra parchi regionali e riserve naturali. Ad attirare i tanti visitatori, però, non sono soltanto questi paradisi naturali come il Parco Regionale dell'Oglio e del Serio, ma anche eleganti città come Cremona e Crema. Prima tappa visitando il capoluogo di provincia è certamente il Torrazzo, che si staglia di fianco al Duomo di Cremona. Coi suoi 112 metri di altezza è uno dei campanili più alti d’Europa. Potete visitare questo indiscusso simbolo della città salendo ben 502 scalini, ma il panorama di cui godrete dalla vetta vi farà dimenticare la fatica. Cremona è considerata anche la patria dei violini e chi visita la città non può rinunciare a una sosta al Museo del Violino, a due passi dalla bellissima Piazza del Comune. Il centro storico di Crema, incluso nel Parco del Serio, si lascia visitare facilmente a piedi. Da non perdere il Santuario di Santa Maria della Croce, l'ex Convento di Sant’Agostino che oggi ospita il Museo Civico di Crema e del Cremasco e la centralissima Piazza del Duomo.

Scopri
Lombardia
Mantova

Mantova, una delle più importanti città d'arte d'Italia circondata dall'acqua e segnata da una prestigiosa storia Mantova è un gioiello d’arte e di architettura italiana che impreziosisce la Lombardia. Costruita intorno a tre laghi alimentati dal fiume Mincio, è la città di Virgilio e dei Gonzaga caratterizzata da un fascino che travolge e arriva dritta al cuore di chi la visita e non la dimentica più.

Scopri
Lombardia
Pavia

Innamorarsi di Pavia, la capitale del riso in cui visse Einstein Un ricchissimo patrimonio storico e artistico, una tradizione enogastronomica invidiabile e alcune curiosità che rendono Pavia sorprendentemente unica e perfetta per una vacanza costruita su misura. La Certosa, gioiello del Rinascimento Un tour di Pavia non può che cominciare con la Certosa di Pavia, complesso monumentale che si trova alle porte della città, a circa 8 chilometri. Gioiello del Rinascimento, fu voluto come cappella di famiglia da Gian Galeazzo Visconti alla fine del 1400. Doveva servire come mausoleo dopo la sua morte e fu affidato ai monaci Certosini, per passare in seguito ai Cistercensi e ai Benedettini di Pavia. Ma il suo committente non vide mai la fine della costruzione, che fu continuata da Francesco Sforza e da Ludovico il Moro, anche se qui furono portate le sue ceneri. L’interno è gotico, su modello del Duomo di Milano, ma la facciata è rinascimentale e all’interno conserva opere del Perugino, del Pinturicchio e del Guercino. Il Castello Visconteo, emblema di potere Più che un castello è un palazzo simbolo di ricchezza e potenza e risale al 1360. Lo circonda un bellissimo parco, che oggi potrai vedere solo in parte e che lo collegava alla Certosa di Pavia. Tra gli eventi storici più importanti avvenuti tra le sue mura, non possiamo non ricordare il matrimonio di Ludovico il Moro con Beatrice d’Este e se oggi una parte del castello è andata distrutta, all’interno sono comunque ospitati i Musei Civici e la civica Pinacoteca Malaspina con capolavori come il Ritratto d’uomo di Antonello da Messina. La chiesa di San Pietro in Ciel d’Oro e il Ponte Coperto La chiesa di San Pietro in Ciel d’Oro merita assolutamente una visita: al suo interno, infatti, riposano due padri della chiesa. Si tratta di Sant’Agostino, il cui corpo è conservato nella magnifica Arca omonima, e Severino Boezio, filosofo e martire. La chiesa in stile longobardo fu ricostruita in stile romanico ed è considerata, insieme a San Michele Maggiore, il più importante edificio religioso cittadino. Da non perdere neppure il Ponte Coperto, simbolo di Pavia che sormonta il fiume Ticino. Collega centro storico con il quartiere di Borgo Ticino posto originariamente fuori dalle mura cittadine, e il Broletto, edificio del XII secolo, con il suo suggestivo cortile interno porticato, cuore dell’antica vita istituzionale. Qui si trova anche una targa dedicata al 50° anniversario della morte di Albert Einstein, che qui ha abitato per diverso tempo. Il cittadino Albert Einstein Sì, i genitori di Einstein si trasferirono a Pavia nel 1894, per la precisione a Palazzo Cornazzani, già dimora di Ugo Foscolo: e anche Albert abitò qui per un periodo. Il teatro calcato da Gassman e Fo Il settecentesco Teatro Fraschini è un vero capolavoro che ha ospitato artisti come Vittorio Gassman e Dario Fo. Ha la tipica forma a ferro di cavallo e conta su una serie di palchetti e un soffitto in legno interamente dipinto. Pavia e la passione per il tacco 12 Nella vicina Vigevano c’è il Museo Internazionale della Calzatura, che espone modelli storici o super fashion e recenti. Per meglio dire, accanto alla Pianella di Beatrice d’Este, sfilerà davanti a voi il meglio di Manolo Blahnik. Sua maestà il riso Pavia può contare su circa 80mila ettari interamente coltivati a risaie. In generale, parliamo della più estesa area di produzione di riso italiana e si può andare in giro per sentieri costeggiando le coltivazioni, a piedi o in bicicletta.

Scopri
  • In Evidenza
  • Città
  • Montagna
  • Sport
  • Arte e Cultura
  • Natura
Città d'arte
Pavia

Pavia

Innamorarsi di Pavia, la capitale del riso in cui visse Einstein Un ricchissimo patrimonio storico e artistico, una tradizione enogastronomica invidiabile e alcune curiosità che rendono Pavia sorprendentemente unica e perfetta per una vacanza costruita su misura. La Certosa, gioiello del Rinascimento Un tour di Pavia non può che cominciare con la Certosa di Pavia, complesso monumentale che si trova alle porte della città, a circa 8 chilometri. Gioiello del Rinascimento, fu voluto come cappella di famiglia da Gian Galeazzo Visconti alla fine del 1400. Doveva servire come mausoleo dopo la sua morte e fu affidato ai monaci Certosini, per passare in seguito ai Cistercensi e ai Benedettini di Pavia. Ma il suo committente non vide mai la fine della costruzione, che fu continuata da Francesco Sforza e da Ludovico il Moro, anche se qui furono portate le sue ceneri. L’interno è gotico, su modello del Duomo di Milano, ma la facciata è rinascimentale e all’interno conserva opere del Perugino, del Pinturicchio e del Guercino. Il Castello Visconteo, emblema di potere Più che un castello è un palazzo simbolo di ricchezza e potenza e risale al 1360. Lo circonda un bellissimo parco, che oggi potrai vedere solo in parte e che lo collegava alla Certosa di Pavia. Tra gli eventi storici più importanti avvenuti tra le sue mura, non possiamo non ricordare il matrimonio di Ludovico il Moro con Beatrice d’Este e se oggi una parte del castello è andata distrutta, all’interno sono comunque ospitati i Musei Civici e la civica Pinacoteca Malaspina con capolavori come il Ritratto d’uomo di Antonello da Messina. La chiesa di San Pietro in Ciel d’Oro e il Ponte Coperto La chiesa di San Pietro in Ciel d’Oro merita assolutamente una visita: al suo interno, infatti, riposano due padri della chiesa. Si tratta di Sant’Agostino, il cui corpo è conservato nella magnifica Arca omonima, e Severino Boezio, filosofo e martire. La chiesa in stile longobardo fu ricostruita in stile romanico ed è considerata, insieme a San Michele Maggiore, il più importante edificio religioso cittadino. Da non perdere neppure il Ponte Coperto, simbolo di Pavia che sormonta il fiume Ticino. Collega centro storico con il quartiere di Borgo Ticino posto originariamente fuori dalle mura cittadine, e il Broletto, edificio del XII secolo, con il suo suggestivo cortile interno porticato, cuore dell’antica vita istituzionale. Qui si trova anche una targa dedicata al 50° anniversario della morte di Albert Einstein, che qui ha abitato per diverso tempo. Il cittadino Albert Einstein Sì, i genitori di Einstein si trasferirono a Pavia nel 1894, per la precisione a Palazzo Cornazzani, già dimora di Ugo Foscolo: e anche Albert abitò qui per un periodo. Il teatro calcato da Gassman e Fo Il settecentesco Teatro Fraschini è un vero capolavoro che ha ospitato artisti come Vittorio Gassman e Dario Fo. Ha la tipica forma a ferro di cavallo e conta su una serie di palchetti e un soffitto in legno interamente dipinto. Pavia e la passione per il tacco 12 Nella vicina Vigevano c’è il Museo Internazionale della Calzatura, che espone modelli storici o super fashion e recenti. Per meglio dire, accanto alla Pianella di Beatrice d’Este, sfilerà davanti a voi il meglio di Manolo Blahnik. Sua maestà il riso Pavia può contare su circa 80mila ettari interamente coltivati a risaie. In generale, parliamo della più estesa area di produzione di riso italiana e si può andare in giro per sentieri costeggiando le coltivazioni, a piedi o in bicicletta.
La regione

Motore d’Italia e regione di cultura e fascino

Da Mantova a Bergamo passando per Brescia e Pavia o uno dei tanti borghi in montagna o in pianura. I suoi Laghi, che richiamano turisti da tutto il mondo, e poi Milano, capoluogo e centro nevralgico e in continuo movimento. La Lombardia è una terra dalle mille sorprese, e grazie a un notevole patrimonio artistico e alla bellezza dei suoi centri storici come dei luoghi incontaminati stupisce, e incanta.

Scopri di più
1600X1600_lombardia_approfondimento
Info utili

Tutto ciò che hai bisogno di sapere

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.