Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Magazine

Benessere active and slow su 6 spiagge paradisiache.

Spazi aperti, scenari unici, con le sfumature della natura riflesse nel blu: ecco 6 spiagge da sogno dove rimettersi in movimento!

Nel cuore del Mediterraneo, l’Italia offre infinite possibilità di vivere il mare: a passeggio, in barca, a cavallo o in bicicletta verso lidi di sabbia bianca, corallina, vulcanica. Per scoprire i fondali. O volare in kitesurf sull’acqua…

Ecco 6 spiagge da sogno dove rilassarsi ed entrare in contatto con la natura. E con se stessi.

1. Una spiaggia, mille titoli: Isola dei Conigli, Lampedusa (Agrigento)

Veduta dell'Isola dei Conigli, Lampedusa - Sicilia

Basterebbero i titoli di Spiaggia più Bella del Mondo, d’Europa e d’Italia ottenuti tra il 2013 e il 2019 - grazie al contest “Traveller’s Choice” di TripAdvisor - a far meritare all’Isola dei Conigli il primo posto tra i luoghi di mare da visitare nel nostro Paese. La bellezza di questa piccola insenatura di Lampedusa, si offre ai viaggiatori dopo un cammino di venti minuti all’interno della Riserva Naturale Orientata. E’ una destinazione estrema (più in Africa che in Europa) ideale per chi non teme il confronto diretto con la natura.

2. Un piccolo incanto rosa: Isola di Budelli (Sassari)

Isola di Budelli, Parco Nazionale de La Maddalena

Tra le bellissime isole che compongono il Parco Nazionale della Maddalena, la piccola Budelli si erge su tutte grazie ad un equilibrio unico e precario: quello di un ecosistema che dona alla sua spiaggia un caratteristico tono rosato, magnifico e delicato. Per questo motivo, ormai da anni, di questa bellezza si può godere solo a distanza, per restituire alla natura il suo spazio e i suoi tempi. La cornice, tutto intorno, è un arcipelago ricco di isolotti, calette, insenature, spiagge praticabili e fondali da scoprire, con colonie di gorgonie che regalano riflessi rossi alle acque cristalline.

3. Sua altezza l’Ulivo, re della Tonnara di Palmi (Reggio Calabria)

Spiaggia della Tonnara

E’ un ulivo secolare, che svetta su uno degli scogli di fronte alla spiaggia, il simbolo di questo tratto di Costa Viola: parliamo di Palmi, luogo popolato fin dai tempi dell’antica Grecia. Di sabbia o di piccoli ciottoli: sono le maree a decidere quale consistenza debba avere questa spiaggia affacciata su Eolie e Sicilia. Ai piedi del monte Sant’Elia, offre escursioni con percorsi per passeggiate o circuiti per le due ruote, per salire di quota e cambiare aria e prospettiva. In barca si possono scoprire insenature, calette e grotte marine, come la Grotta delle Sirene o dell’Arcudace.

4. Tra mandorli, agrumi e ulivi: Baia delle Zagare, Mattinata (Vieste)

Baia delle Zagare

Mare trasparente, sabbia chiara mista a ciottoli bianchi, divisa in due da un’alta falesia calcarea: questo l’identikit della spiaggia di Mattinata, nel cuore del Gargano. Destinazione perfetta per chi cerca un contatto diretto con l’ambiente, si raggiunge grazie al sentiero Mergoli-Vignanotica, costellato di mandorli, pini e ulivi. Questo percorso offre nel tratto iniziale una vista panoramica su tutta la baia, con i caratteristici faraglioni di calcare bianco, ed è inserito nella Riserva Naturale di Monte Barone. Un viaggio perfetto per chi ama sport, natura e vacanze ecosostenibili.

5. Una spiaggia musicale: Cala Violina, Follonica (Grosseto)

Cala Violina

I minuscoli cristalli di quarzo che costituiscono la spiaggia di Cala Violina, scricchiolano al passaggio dell’uomo e per effetto del moto ondoso, creando il suono che ne ha ispirato il nome. Raggiungibile a piedi o in mountain bike con due percorsi (uno di 2 e l’altro di 4 chilometri) consente ai viaggiatori di immergersi nella Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino, con la fittissima pineta e le tante spiaggette raggiungibili solo a piedi. Molte le possibilità di alloggio, ristoro e noleggio bike, oltre alla possibilità di avvalersi di guide per muoversi a cavallo.

6. Mare vista Alpi, sport e terme: Spiaggia di Grado (Gorizia)

Grado, Friuli Venezia Giulia

Aria ricchissima di iodio (che la rende amata da chi pratica talassoterapia), terme, tre chilometri di spiaggia sempre al sole, un mare su cui da anni sventola la Bandiera Blu. Fondali dolci, perfetti per far giocare i bambini, una pista ciclabile che collega la spiaggia al centro cittadino, la possibilità di fare sport acquatici tra cui surf e kite surf: ecco l’Isola del Sole, come viene comunemente definita la piccola Grado. La presenza di chioschi e ristoranti sulla passeggiata ne fanno una meta ideale per chi ama anche la vita by night. Benvenuti gli animali, grazie al Lido di Fido.