Salta il menu

Parti alla scoperta delle spiagge più belle d’Italia tra baie isolate e paradisiache, raggiungibili solo via mare, e località balneari di sabbia finissima

7600 chilometri di litorali e un mare che tocca tutte le tonalità del blu. Concediti una vacanza unica: il mare in Italia sa essere placido e caldo e le spiagge porti sicuri dove trovare pace e silenzio. Ma anche infiniti luoghi dove divertirsi, fare sport e assaggiare piatti speciali, in una parola: indimenticabile.
  • In evidenza
  • Isole
  • Mare
  • Spiagge
  • Borghi a mare
  • Sport acquatici
Borghi
Bisceglie

Bisceglie

Poco si sa delle origini di questo popoloso centro costiero, forse nato per aggregazione di più casali, in seguito alle incursioni saracene. Le iniziali architetture normanne furono modificate dagli Aragonesi, che alla fine del XV secolo realizzarono fortificazioni ancora visibili, affiancate agli edifici religiosi e alle aggiunte dei secoli successivi. La passeggiata nel centro storico rivela edifici interessanti, come la chiesa di S. Margherita del XII secolo, singolare per la pianta a croce sormontata da una cupola piramidale. Imponente il castello svevo, con la sua torre maestra che ospita una raccolta etnografica, e, alle spalle della torre, la chiesa di S. Adoeno dell’XI secolo. La chiesa principale è la Cattedrale, di fattezze romaniche (del XI-XIII secolo), con l’adiacente palazzo vescovile. Uscendo daldalla centro si giunge all’ampio porticciolo, in mezzo al quale si ergono, come un’isola, i resti dei moli settecenteschi con le poderose bitte in pietra. Nella campagna intorno a Bisceglie, a interrompere le coltivazioni, spuntano qua e là casali (secondo la tradizione ve ne erano nove dal Medioevo), torri d’avvistamento, qualche trullo costruito per conservare gli attrezzi, e quattro monumenti megalitici databili all’età del Bronzo tra il XVI e XIV secolo a.C., anche se in origine dovevano essere di più. Il più significativo è il dolmen della Chianca, formato da un corridoio esterno e da una cella sepolcrale composta da quattro lastroni, tre conficcati nel terreno e uno posto in orizzontale.
Borghi
Trani

Trani

Il popoloso centro è celebre per la sua cattedrale, gioiello del romanico pugliese, e per il suo nucleo storico addensato sul mare su cui si affacciano preziosi palazzi in cui spiccano di testimonianze della comunità ebraica (raro caso per la Puglia). Trani fu un insediamento romano che subì una forte espansione a partire dall’epoca longobarda durante la quale fu scelta come sede vescovile al posto di Canosa. Fiorente dal punto di vista commerciale in epoca normanna, è con gli svevi che la cittadina raggiunse il suo picco di splendore come base logistica delle Repubbliche marinare di Venezia e Ragusa. Le espulsioni degli ebrei da regioni europee come la Francia e la Castiglia furono sfruttate per attirare in città ricchi commercianti: prima di essere espulse nel 1541 con l’editto di Carlo V, intorno alla metà del XII secolo, Trani contava ben 200 famiglie che vivevano nel quartiere ebraico della Giudecca. Quattro erano le sinagoghe attive nel XII secolo, tra cui la Sinagoga Grande, divenuta chiesa cattolica sotto gli Angioini e la Sinagoga Scolanova, in stile romanico con la facciata a cuspide e il campanile a vela, che dal 2005 è di nuovo attiva per la comunità ebraica. Dopo questo periodo la città subì un lento declino, con una breve interruzione quando alla fine del XVI secolo divenne capoluogo della Terra di Bari. Del XII secolo è il Castello: eretto da Federico II di Svevia proprio di fronte alla cattedrale come segno di sfida all’autorità religiosa, è di fatto fu una notevole opera difensiva, un tempo in comunicazione diretta con il mare, cui oggi si accede con un ponte in pietra che ha sostituito il vecchio ponte levatoio in legno. Dal castello, con una passeggiata che offre incomparabili viste sulla cattedrale, si giunge al porto su cui si affacciano palazzo Caccetta, riconoscibile dal basamento a scarpa e dal portale neogotico, e le absidi della chiesa di Ognissanti del XII secolo. In piazza Duomo, allestito nel palazzo Lodispoto, c’è il Museo della Macchina per scrivere, con 400 pezzi provenienti da tutto il mondo e una sezione dedicata a Adriano Olivetti, e il Museo diocesano. A pochi passi, il palazzo delle Arti Beltrani ospita il centro polifunzionale cittadino, sede di eventi e mostre, la pinacoteca comunale “Ivo Scaringi”, artista tranese.
Borghi
Molfetta

Molfetta

Le origini di questo attivo porto di pesca si perdono nella notte dei tempi. Molfetta, fondata probabilmente in età romana, dopo la caduta dell’impero romano, fu in balia di goti, bizantini, longobardi e normanni che si avvicendarono nel controllo della città. Tutta la sua storia ruota intorno al porto nel quale affluirono mercanti dalle Repubbliche marinare, dalla Grecia, dalla Dalmazia e buona parte del traffico dovuto alle crociate in Terra Santa. A questo si deve la progressiva crescita del nucleo urbano. Il borgo antico con la sua pianta ellittica si estende su una piccola penisola ed è percorso da numerose viuzze su cui si affacciano vecchie costruzioni, come il palazzo di Città e l’adiacente sala dei Templari, del XII secolo, o il tre-quattrocentesco palazzo Giovene. La cattedrale barocca è la chiesa principale della città e l’attiguo palazzo vescovile ospita il Museo diocesano, che raccoglie opere di arte sacra, oltre a reperti neolitici provenienti dal Pulo di Molfetta, una grande depressione carsica che si trova nell’entroterra, a un paio di chilometri dalla città. Nella chiesa è splendida la biblioteca del Seminario: in una sala affrescata verso la fine dell’Ottocento, su pregiati scaffali in legno, si trovano oltre 40.000 opere tra le quali un manoscritto miniato su pergamena del XVI secolo e uno, il Libro Rosso, cha racconta la storia cittadina dal 1323 al 1507. Altra chiesa notevole è l’ottocentesca basilica di Santa Maria dei Martiri, di origini normanne (XII secolo). Una passeggiata sul porto, affollato di pescherecci e cantieri navali, restituisce bene l’idea della vocazione marinara della città. E proprio sul porto affaccia il Duomo vecchio di S. Corrado, il più imponente e significativo luogo di culto romanico con le sue cupole piramidali.
Magazine

Idee per un viaggio all'insegna del mare

Vedi tutti
Scoprili Tutti
Italia

Esplora la mappa delle regioni

Valle d'Aosta Piemonte Lombardia PA Trento PA Bolzano Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia-Romagna Toscana Umbria Marche Sardegna Lazio Abruzzo Campania Molise Puglia Basilicata Calabria Sicilia
AO Castello di Ch�tel Argent gressoney-saint-jean Castello savoia AO Lago Blu Courmayeur - Pavillon du Mont Frety
Valle d'Aosta

Valle d’Aosta, un paradiso per chi cerca l’outdoor e la natura senza rinunciare a storia e tradizioni La più piccola Regione d'Italia, costellata dalle più alte vette delle Alpi, è la destinazione ideale per chi ama gli sport invernali e le passeggiate ad alta quota. Le sue verdi valli e i castelli fiabeschi, completano l’opera rendendo la Valle d’Aosta un luogo incantevole da vivere in ogni stagione dell’anno.

Scopri
Piemonte Torino Basilica di Superga Isola Bella
Piemonte

Il Piemonte sa come incantare tra montagne, colline, sapori tipici e città dall’eleganza unica Uno straordinario patrimonio tra arte e storia, cultura e natura, caratterizza il Piemonte, una regione dai mille volti, uno più interessante dell’altro: città di un’eleganza rara, montagne che si prestano a splendide sciate o passeggiate, borghi affascinanti, colline fra le più note al mondo per la straordinaria produzione di vini.

Scopri
Duomo di Milano Lago di Como Valtellina Livigno, Carosello 3000
Lombardia

La Lombardia, terra dinamica immersa nel presente e proiettata verso il futuro, ma dallo straordinario patrimonio di arte e natura La Lombardia è una regione del nord d’Italia nota per l'industria e la finanza, certo, ma anche per l’arte e i paesaggi straordinari, a partire da quelli dei pittoreschi laghi o delle sue montagne, Valcamonica e Valtellina in primis. Capoluogo e città simbolo, Milano ne rappresenta il cuore operoso che va a braccetto con le altre città dallo spirito vibrante.

Scopri
Trentino Torbole sul Garda Trento Pale di San Martino
PA Trento

Il Trentino vi stupirà col suo immenso patrimonio naturale, lo splendore delle Dolomiti e luoghi ricchi di storia Scoprite la cultura del viaggio lento in Trentino, assaporando ogni angolo di questo territorio tra sentieri naturali e culturali, fattorie didattiche e con centinaia di hotel con centri benessere per vacanze detox per tutta la famiglia in alcuni dei borghi più belli d'Italia incastonati in paesaggi unici.

Scopri
Tre Cime di Lavaredo Lago di Dobbiaco Val di Funes BZ Vipiteno
PA Bolzano

L’Alto Adige è un luogo da sogno da scoprire tutto l’anno tra verdi vallate e cime innevate Abbinare il relax dei trattamenti termali al piacere del divertimento sulla neve per una vera sferzata di benessere tra laghi alpini, splendidi borghi e impianti da sci all’avanguardia adatti a ogni età. Tutto e questo e molto altro nel maestoso scenario delle Dolomiti, patrimonio dell’UNESCO, in Alto Adige.

Scopri