Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Friuli Venezia Giulia

Guida alle spiagge accessibili del Friuli Venezia Giulia

Chilometri di sabbia fine vi aspettano in Friuli Venezia Giulia, attrezzati al meglio per accogliere chiunque con servizi impeccabili.

3 minuti

A Grado e Lignano Sabbiadoro la natura è complice e si offre generosa a tutti: arenili ampi e pianeggianti, il Mare Adriatico cristallino e dai fondali perlopiù bassi e di facile accesso. Il capoluogo Trieste disvela la magia del mare a stretto contatto con la città.

Ecco una guida alle spiagge accessibili ai disabili, stabilimenti balneari del Friuli Venezia Giulia che hanno fatto dell’inclusività il loro fiore all’occhiello. Relax e comfort assicurati, per una vacanza senza barriere. 

1. Grado, l’Isola del Sole

Sospesa tra mare e laguna e collegata alla terraferma da una sottile striscia di terra, Grado gode di una posizione panoramica privilegiata.
Se siete alla ricerca di spiagge accessibili ai disabili in carrozzina, qui potrete avere una buona scelta. L’arenile di Grado è infatti di facile accesso per la conformazione naturale: vasto e pianeggiante, dalla sabbia fine e dorata, un mare cristallino premiato con il riconoscimento Bandiera Blu. Il litorale si distende a Sud, illuminato dal sole per l’intera giornata, il che gli ha fatto guadagnare l’appellativo di “Isola del Sole”.

Sono molti sul litorale di Grado i lidi attrezzati per un’impeccabile accoglienza di persone a ridotta capacità motoria, luoghi rilassanti e accessibili a tutti, ideali anche per famiglie con bambini piccoli e anziani. I parcheggi sono vicinissimi, pedane e rampe conducono fino agli ombrelloni, le sedie job sono a disposizione per il bagno in mare.
Tra questi il Pineta Beach, con un ristorante dove assaggiare un ottimo primo piatto di pesce, e la Spiaggia Airone, che oltre alla ristorazione offre uno spazio biblioteca con numerosi libri a disposizione dei clienti e intimi angoli lettura.
Se scegliete i Bagni Costa del Sol, non mancate di consultare il programma degli eventi, tra musica live e cabaret, mentre allo Stabilimento Tivoli, oltre ai classici ombrelloni potrete godervi il piacere di un gazebo esclusivo in riva al mare.

Già ai tempi dell’Impero Austro-Ungarico le Terme Marine di Grado erano una delle mete turistiche più apprezzate del Friuli Venezia Giulia. Oggi questo autentico parco acquatico terapeutico è inclusivo, consentendo i bagni nelle piscine a chiunque grazie all’ausilio di sollevatori che agevolano l’ingresso.
Le terme sono vista mare, in ideale continuazione con la spiaggia e il "menù" è dei più vari: bagni in piscine d’acqua dolce o salata, cure talassoterapiche, elioterapia e trattamenti estetici. Un modo splendido per vivere una vacanza all’insegna del benessere.

2. Lignano Sabbiadoro, tra spiaggia e pineta

Da un lato il Mare Adriatico, dall’altro la laguna e al centro voi, a godervi il relax. Siamo a Lignano Sabbiadoro, incantevole penisola situata tra Trieste e Venezia. Alle spalle del litorale si apre una fitta pineta per una pausa al fresco.

Fortemente inclusivi sono i due stabilimenti balneari Portofino Ufficio Spiaggia 14 e 15, che gestiscono un tratto di costa dotata di ogni comodità, al servizio di tutti. Nessuna barriera qui, in questi lidi dove i bambini trovano aree giochi a loro dedicate e le persone a mobilità ridotta hanno a disposizione sedie per raggiungere il mare e servizi igienici riservati. I titolari sono appassionati amanti del vino: non perdetevi un calice di Ribolla Gialla, Tocai, Chardonnay e Picolit. La degustazione vista mare acquista il gusto speciale della beatitudine.

Accessibili sono anche il Lido del Sole, che vanta una bella terrazza dove concedersi una pausa gourmet, e il Bagno 7 Foca. Oltre ai suoi 7 chilometri di arenile inclusivo, Lignano offre una struttura ricettiva a zero barriere architettoniche: è il Residence Alle Vele, collegato alla spiaggia da un breve percorso dove le macchine non possono transitare. Le camere sono confortevoli e spaziose e potete scegliere quelle verso la pineta, per un’immersione nel verde, oppure sul mare, da ammirare accomodati in terrazza.

Una gita consigliabile dopo tanto ozio? L’esplorazione in motonave della Laguna di Marano dove il paesaggio riserva sorprese, popolato da esemplari unici di fauna e flora. Si parte da Lignano Sabbiadoro e si toccano due Riserve Naturali: quella delle foci del fiume Stella e della Valle Canal Novo.

3. Trieste: la magia del mare nel centro storico

Città d’arte e cultura, Trieste è una tappa imperdibile di un viaggio in Friuli Venezia Giulia. E qui l’ebbrezza è quella del mare che vive in simbiosi con il monumentale centro storico. Dopo il tour tra piazze e cattedrali ci si riposa negli stabilimenti balneari dal fascino unico.
Al Bagno Ausonia non c’è spiaggia, bensì terrazze attrezzate dove lasciarsi accarezzare dalla brezza, in un bagno di luce. L’accesso al mare è facilitato. Spostandovi di poco verso la Baia di Grignano, trovate un angolo da sogno allo Stabilimento Sirena. I seggiolini comandati vi conducono fino al mare, oppure potete utilizzare le due belle piscine circondate dai pini marittimi.