Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Arnoga: sugli sci o sulla slitta trainata da husky?

Tra i boschi di larice della Valdidentro, imbiancati quando le temperature scendono sotto lo zero, la stagione invernale diventa speciale.

Ci troviamo a duemila metri, in Alta Valtellina e precisamente ad Arnoga, ma vi sembrerà di essere catapultati in uno di quei paesi da fiaba scandinavi.

Qui gli sport da neve sono una cosa seria e, oltre allo sci, potrete provare lo sleddog, la slitta trainata da cani, e concedervi un’escursione nella natura vivendo un’esperienza senza precedenti.

Punto di snodo nevralgico già dal Medioevo, nei famosi “secoli bui” Arnoga era molto frequentato vista la sua collocazione strategica che collega il nord e il sud delle Alpi. 

 

1. A tutta neve

A caratterizzare il piccolo paese ci pensano un pugno di case nascoste nel verde e folto bosco.

Amata anche in estate, Arnoga si trasforma in un vero capolavoro in inverno quando la natura la fa da padrone.
Lo scenario infatti si presta allo sci alpinismo, mentre la vicinanza con Bormio e Livigno con le loro piste utilizzate per i campionati mondiali, la rendono un punto di partenza ideale per esplorare la zona sia per sciatori che escursionisti.

2. Re del mondo o re del ghiaccio?

Ma veniamo alle vere protagoniste: le slitte trainate dai cani dove sentirsi se non padroni del mondo almeno del panorama.
Ad Arnoga si trova il Centro Italiano di Sleddog Husky Village, dove i cani Alaskan Husky sono dei veri atleti di montagna, pronti a trasportare i visitatori a grandi velocità.

Il dettaglio che non tutti sanno è che la struttura funziona anche nella bella stagione. In questo caso, propone escursioni in Husky trekking, cioè il trekking facilitato dall’aiuto degli stessi cani. Un vero e proprio progetto, nato nel dicembre del 2002 e reso ancora più speciale dal contesto del Parco Nazionale dello Stelvio e della strada panoramica “Decauville”, lunga 13 chilometri.

3. Passeggiando nella natura

Tra le strade di montagna si può davvero staccare la spina e rigenerare corpo e mente.
I sentieri e le stradine sterrate, nella zona, si perdono in decine di chilometri e l’aria è pura e ossigenata. 

Oltre alla già citata Decauville, totalmente pianeggiante, si può organizzare il giro dei Laghi di Cancano. Si tratta di due bacini idrici artificiali inseriti in un contesto naturalistico incantevole, non lontani da Bormio e perfetti per una gita in famiglia, visto che il percorso non prevede grandi difficoltà. 

Gli amanti della mountain bike possono sbizzarrirsi sia a livello agonistico che amatoriale, visto che da Arnoga partono sentieri per tutti i gusti.
In alternativa, ci si può dedicare al trekking in famiglia o provare il running, lo skyrunning o il sempre più amato Nordic Walking, un’attività sportiva che si pratica con l’ausilio di bastoni simili a quelli utilizzati per lo sci di fondo.