Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Regione

Lombardia, motore d’Italia e regione di cultura e fascino

Un ampio territorio che si declina in paesaggi di grande varietà: la regione Lombardia si estende dalle Alpi alla Pianura padana e comprende grandi centri industriali, città d’arte e piccoli borghi ricchi di storia.

Nota come la “regione dei laghi”, ne ospita più di 15, tra cui il Garda, il Lago Maggiore, i laghi di Como e d’Iseo. Si tratta di una terra dinamica, tra paesaggi antichi e moderni, l’industria più avanzata e una solida agricoltura, in un mix unico in cui spicca Milano, capitale del design, della moda, della Borsa e della finanza.

I sapori unici e le tradizioni di ogni sua zona raccontano fasi storiche e dominazioni che hanno segnato la regione nelle varie epoche.

1. Origini e cenni storici sulla Lombardia

Cenacolo Vinciano - Chiesa di Santa Maria delle Grazie - Milano, Lombardia

Sono tanti i reperti che testimoniano la presenza dell'uomo in Lombardia sin dall’antichità. I primi e principali sono  la straordinaria collezione di pitture rupestri della Val Camonica.

Quando i Romani iniziarono la conquista della zona, il territorio venne ribattezzato Gallia Cisalpina. Imposero l'uso della lingua, leggi, costumi. Nel corso della dominazione romana, Milano, ai tempi nota come Mediolanum, divenne sede dell'imperatore e da qui Costantino emanò il celebre Editto di Milano con cui autorizzava la libertà di culto per i cristiani.

Alla caduta dell’Impero Romano, la Lombardia fu invasa da diverse popolazioni barbariche: i Longobardi furono senz’altro quella più importante, al punto da ispirare il nome della regione stessa.
Carlo Magno, intervenuto su richiesta del Papa, fece prigioniero il re longobardo Desiderio, dando inizio al dominio dei Franchi in Lombardia.

Tra il XIII e il XIV secolo diverse città lombarde passarono sotto il controllo di potenti famiglie, pensiamo ai Gonzaga di Mantova o ai Visconti a Milano.
Seguirono i secoli delle dominazioni spagnola e austriaca, prima dell’avvento sabaudo del Regno d’Italia, prima, e della Repubblica italiana poi.

2. Le città principali della Lombardia

Duomo di Milano

La scoperta della Lombardia non può che iniziare da Milano, principale centro economico d’Italia e grande città d’arte con monumenti come il Duomo di Milano, simbolo della città, e il Castello Sforzesco, voluto dai signori di Milano nel Quattrocento.

Importante polo culturale e finanziario, la città ospita la sede della Borsa e il suo centro si dispiega tra la Galleria Vittorio Emanuele, via Dante, via Manzoni, via Monte Napoleone, corso Venezia e il quartiere di Brera, nel suo insieme una zona ricca di lussuose boutique, teatri, cinema e musei strepitosi.

Tra i suoi tanti tesori, la città custodisce il Cenacolo Vinciano, preziosissimo dipinto di Leonardo Da Vinci realizzato nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie.

Brescia, a lungo sottovalutata, è una città che sta vivendo un grande rilancio. Importante polo industriale, è anche una notevole città d’arte.
Splendida la Piazza della Loggia, di grande suggestione i quartieri del Carmine e dei vicoli di San Clemente.

Bergamo è di una bellezza sorprendente: la città, sorta su un colle e abbracciata da una cinta muraria con quattro porte, si divide in Città Alta e Città Bassa.
La prima ha un nucleo medievale che racchiude monumenti storici importantissimi come il Duomo e la Basilica di Santa Maria Maggiore, mentre il cuore moderno della città si trova nella parte bassa.

Infine Mantova, una città sorta su una tranquilla ansa del Mincio, facile da esplorare in poco tempo. Ha un piccolo centro ricco di piazze e palazzi (come il Palazzo Te), eredità del passaggio dei Gonzaga. Nei dintorni spiccano i laghi e il Parco del Mincio.

3. Cosa vedere in Lombardia: 5 tappe imperdibili

Lago di Como

Per comprendere tutta la complessità della Lombardia sono almeno 5 le tappe da non perdere, a partire dalla Valtellina: un’area alpina composta da una serie di vallate che la rendono una meta per tutte le stagioni tra centri termali, bellissimi laghi, paesaggi da cartolina e borghi caratteristici con le tipiche casette in pietra. Comprende mete come Livigno, Bormio, Tirano, Sondrio e altre ancora.

Una visita al Lago di Como è raccomandabile: è una zona nota per lo spettacolare panorama ai piedi delle Prealpi. Qui è possibile visitare Villa del Balbianello, una romantica dimora del XVIII secolo con un giardino che ha ospitato letterati e viaggiatori celebri.

Circondata dalle campagne, la Certosa di Pavia è uno dei massimi capolavori italiani del Rinascimento. Il monastero, fatto edificare da Gian Galeazzo Visconti come cappella di famiglia, unisce arte, storia e spiritualità in un luogo dal fascino unico.

Gli amanti dell’aria aperta si lasceranno affascinare dal Passo del Tonale, punto di confine tra Lombardia e Trentino Alto Adige che garantisce una stagione di sci emozionante grazie a un comprensorio di tutto rispetto.

4. I luoghi insoliti della Lombardia: 3 mete per i curiosi

Lago Maggiore, Santa Caterina del Sasso

Tra i luoghi insoliti spicca Monte Isola, l’isola lacustre più grande d’Europa, nel cuore del Lago d’Iseo, in provincia di Brescia: è tra i borghi più belli d’Italia.

L’Oltrepò Pavese è la meta ideale per chi cerca il relax, ma anche del buon vino: si trova sotto il fiume Po ed è caratterizzata da castelli, borghi, vigneti e una ricca tradizione enogastronomica.

I curiosi apprezzeranno anche Santa Caterina del Sasso, un caratteristico monastero a strapiombo sulla sponda orientale del lago Maggiore, nel comune di Leggiuno. 

5. I prodotti tipici della Lombardia: 5 delizie da assaporare

Casoncelli - Bergamo Lombardia

La semplicità che si fa delizia. La cucina lombarda è saporita e generosa, caratterizzata da tanti ingredienti della tradizione.
Un esempio è il gorgonzola DOP, formaggio a pasta cruda erborinato e cremoso che può essere dolce o piccante. Il Grana Padano è a pasta dura, stagionato e tutelato da un marchio DOP. Il bitto è un dolce formaggio d’alpeggio lasciato stagionare per almeno 70 giorni, provatelo con i pizzoccheri. Infine il quartirolo lombardo DOP,  tipico formaggio da tavola a paste molle.

Tra i salumi più amati spicca la bresaola della Valtellina, con pochissimi grassi e adatta alle diete. Si produce con carne di manzo stagionata.

Va assaggiata almeno una volta anche la zucca mantovana, una delle varietà di zucca più apprezzate per la sua particolare dolcezza. I Tortelli di Zucca sono una prelibatezza e potete anche imparare a farli partecipando a uno dei tanti corsi di cucina organizzati tra Mantova e dintorni.

6. Eventi in Lombardia: 2 occasioni da non perdere

Shopping - Milano, Lombardia

La Lombardia si anima in tantissime occasioni, ma tra gli eventi che richiamano più turisti e addetti ai lavori da tutto il mondo spiccano certamente il Salone del Mobile, la più importante fiera internazionale per il settore casa, design e arredamento, e la Milano Fashion Week che trasforma il capoluogo lombardo in una vivace passerella.