Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Magazine

Le Strade del Vino tra colli e laghi ai piedi delle Dolomiti

Chilometri di vigneti si dipanano tra colli, laghi e borghi, pampini e filari disposti ordinatamente disegnano romantiche “strade del vino”: le 5 imperdibili dell’arco dolomitico

07 ottobre 2022

2 minuti

Adagiati tra colli, laghi e borghi, chilometri di vigneti arricchiscono il paesaggio di filari rigogliosi. Qui, tra campi disposti ordinatamente si snodano suggestive “strade del vino” punteggiate di cantine dove è possibile la degustazione degli ottimi vini locali: ne percorriamo 5 attraverso le Dolomiti che saranno molto apprezzate dagli amanti del buon bere.

1. Veneto: La Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano e Valdobbiadene

La strada parte dall’ottocentesco Istituto Cerletti di Conegliano, la più antica scuola enologica d’Italia. Si snoda tra borghi e colli, eremi e pievi, ville nobiliari e tempietti, oltre al Molinetto della Croda, mulino seicentesco fondato sulla roccia. Punto focale dell’intero percorso è la collina del Cartizze, da cui si ricava l’omonimo e pregiato spumante, prima di concludersi a Valdobbiadene. Da non perdere una degustazione del tipico Marrone di Combai IGP con un bicchiere di vino nuovo di Prosecco o di Verdisio.

Scopri di più: www.veneto.eu

2. Trentino: La Strada del vino e dei sapori

Il percorso si snoda tra le Dolomiti di Brenta, il lago di Garda e il lago di Ledro, fino a raggiungere la Valsugana. E’ solcato da vigneti che producono i grandi vini locali come Trentodoc, Teroldego Rotaliano, Muller Thurgau, Marzemino, Nosiola e Vino Santo. Sono perfetti da accompagnare agli altri prodotti tipici che caratterizzano la strada, come formaggi e salumi, frutta e verdura, miele e birra, mais e olio d’oliva. Da non perdere anche le vicine Strada della Mela e Strada dei Formaggi.

Scopri di più: www.visittrentino.info

3. Alto Adige: Il Sentiero dei Vigneti di Bressanone

Prende il via dal ponte Adlerbrucke, in pieno centro cittadino, per insinuarsi via via nella frescura del bosco, tra i vigneti fiancheggiati dai tipici muri a secco. Sul tracciato ci si imbatte nelle tradizionali taverne rustiche, nelle quali poter degustare un buon bicchiere di vino locale. Il sentiero termina al monastero di Neustift, noto anche come abbazia di Novacella, dove riparte la strada per tornare a Bressanone.

Scopri di più: www.suedtirol.info

4. Alto Adige: La Strada del Vino

Un itinerario di 150 chilometri attraverso sedici comuni, che parte da Nalles, vicino a Bolzano, per concludersi a Salorno, al confine con il Trentino. Sul percorso, ricco di vigneti, si incontrano oltre settanta cantine dove degustare i vini del territorio, come lo Schiava, il Gewürztraminer e il Lagrein, magari insieme alla tipica merenda tirolese con pane di segale, speck e formaggi. Durante l’anno si organizzano eventi, wine safari e visite guidate, e a Caldaro c’è anche il Museo del Vino.

Scopri di più: www.suedtiroler-weinstrasse.it

5. Friuli Venezia Giulia: La strada del vino e dei sapori

Attraversa quattro zone DOC con le loro rispettive DOCG - Picolit, Ramandolo, Rosazzo -, su un’ampia distesa di vigneti collinari che producono vini eccellenti come Pinot Grigio e Bianco, Friulano, Sauvignon, Ribolla Gialla, Cabernet Franc e Sauvignon, Merlot, Collio. Tutti da accompagnare a tipicità gastronomiche come il prosciutto di San Daniele del Friuli, il formaggio di Fagagna, il pestat con lardo e spezie, il radicchio rosso Rosa di Gorizia.

Scopri di più: www.turismofvg.it

Ti potrebbe interessare