Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Enogastronomia

Veneto, Valdobbiadene: viaggio enogastronomico nell’Anello del Prosecco Superiore

Il comune di Valdobbiadene, con le sue scenografiche località collinari patrimonio UNESCO, è un territorio tutto da scoprire

26 settembre 2022

2 minuti

Vi proponiamo un percorso circolare di 15 chilometri, il cosiddetto Anello del Prosecco Superiore.

Un itinerario storico naturalistico tra vigneti e borghi storici, da attraversare a piedi o in bicicletta, per una panoramica immersione a 360 gradi nella cultura e nell’enogastronomia locale.

1. Il percorso panoramico

L’Anello del Prosecco Superiore è una strada panoramica, che si snoda in una delle zone più suggestive della provincia di Treviso. Vede sullo sfondo il profilo delle Dolomiti Bellunesi ed è circondata da un reticolo pressoché infinito di vigneti, ma anche di castelli, ville signorili ed edifici sacri.

La passeggiata inizia e termina nel paese di San Pietro di Barbozza, distante circa 2 chilometri dal centro di Valdobbiadene. Si tratta, infatti, di un percorso circolare, che parte dalla piazza principale.

Sceglierete voi se percorrere il tragitto a piedi o in bicicletta. Si alterneranno sentieri sterrati e strade asfaltate, per un totale di 15 chilometri.
Potete anche praticare l’itinerario solo in parte e non integralmente, a seconda degli incroci e svincoli che incontrerete.

Nel continuo saliscendi toccherete le località di Santo Stefano, Saccol, Guia e l’area del Cartizze.

2. I prodotti che incontrerete sulla vostra strada

La zona è conosciuta in particolar modo per la produzione del Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene DOCG, un grande spumante italiano. Ma visitando le cantine locali, oltre a degustare fantastici vini, delizierete il palato con i prodotti della gastronomia locale, dai salumi ai formaggi di malga, passando per le grappe e il miele.

3. Il periodo ideale per fare l’Anello del Prosecco

Il momento ideale per percorrere l’Anello del Prosecco è la stagione autunnale, quando la vendemmia è ormai terminata e le viti che ricoprono le colline assumono il colore dell’oro, regalando ai vostri occhi il più suggestivo dei panorami. Tra ottobre e novembre, tra l’altro, è il momento dell’anno migliore anche per mangiare castagne e funghi, di cui i boschi sono stracolmi.

Infine, lungo l’intero tragitto escursionistico potrete apprezzare le opere di “VignArte”, sculture realizzate con pali di castagno, posti come supporto di testa dei filari di vite e trasformati in originali opere d’arte.