Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Regione

Il Veneto incanta, tra un immenso patrimonio artistico e storico e le sue eleganti città

27 giugno 2022

5 minuti

Il Veneto è una delle mete turistiche più conosciute e ambite al mondo grazie al suo patrimonio culturale, alle sue città ricche di attrazioni uniche, al suo paesaggio e alla varietà di ambienti ed ecosistemi. 

1. Origini e cenni storici sul Veneto

Interno Arena di Verona

Da sempre ricco e prosperoso, dopo la caduta dell'Impero d'Occidente e l'invasione dei Longobardi, il territorio del Veneto è stato diviso per secoli tra la zona continentale, sotto il dominio longobardo, e quella costiera dove nel 697 inizia il periodo di splendore della Repubblica di Venezia.

Il sistema feudale inizia a cedere dall'anno 1000 e i liberi comuni si trasformano in potenti signorie nei 2 secoli successivi. È in questo periodo che Ezzelino III da Romano diventa signore di Verona, Vicenza e Padova. Nei decenni successivi il dominio veneziano raggiunge l'entroterra e le magnifiche ville palladiane, progettate dall'architetto Palladio per le famiglie più importanti della Serenissima, vengono erette in quegli anni.

L'arrivo di Napoleone e la dominazione austriaca vengono confinati nel passato dopo la terza guerra d'indipendenza nel 1886, ma durante la prima guerra mondiale il Veneto fu nuovamente teatro di scontri, con la zona del Piave rimasta per mesi luogo della resistenza degli italiani.

2. Città principali in Veneto

Ponte di Rialto

Rappresentato in tutto il mondo dalla splendida Venezia con la sua laguna, le piccole isole veneziane, Piazza San Marco e il suggestivo Canal Grande, il Veneto vanta alcune delle più belle città italiane.

Verona, la città di Romeo e Giulietta e dell'imponente Arena, vi incanta con un centro storico ricco di monumenti romani che sposano l'arte rinascimentale.

Vicenza, scrigno dei tesori del Palladio, è una città da scoprire vicolo per vicolo a partire dal Teatro Olimpico e dalla maestosa Basilica Palladiana.

A pochi chilometri sorge Padova, la città di Sant’Antonio con le sue famose piazze, la Basilica del Santo e la Cappella degli Scrovegni, interamente ricoperta dagli Affreschi degli Scrovegni di Giotto.

3. Cosa vedere in Veneto

Lago di Garda

Mare, montagna, laghi, campagna, città d'arte e buon cibo. Il Veneto ha da offrire davvero tutto garantendo a chi lo visita esperienze davvero speciali.

Dal Lago di Garda potete raggiungere il vasto Altopiano di Asiago coi suoi prati verdi e fitti boschi adatti a lunghe passeggiate nella natura.

Scendendo verso Padova dovete concedervi una pausa rigenerante alle Terme Euganee tra i comuni di Abano Terme e Montegrotto Terme, non prima di aver ammirato la vastità di Prato della Valle, la quinta piazza più grande d'Europa e vero simbolo di Padova.

Venezia vi attende a poca distanza. Scoprite questa città visitando piazza San Marco con la sua Basilica e l'imponente campanile, passeggiando per le calle e fermandovi di tanto in tanto per un cicchetto e uno spritz. Prendete una gondola, ma andrà bene anche un vaporetto: Venezia vista dall’acqua ha un fascino senza eguali.

Concedetevi poi qualche ora di mare nella bellissima Jesolo: 15 chilometri di litorale sabbioso, strutture ricettive per tutti i gusti e tante esperienze outdoor.

Per godere di un paesaggio culturale unico e scoprire i migliori sapori del Veneto perdetevi tra le Colline del Prosecco di Valdobbiadene e Conegliano, Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO dal 2019.

E se bramate la montagna, la provincia di Belluno sarà un paradiso per voi: Cortina d'Ampezzo, nel comprensorio del Dolomiti Superski, dispone di 70 piste da discesa servite da 5 funivie e 26 seggiovie.
Poco più a est si stagliano le 3 Cime di Lavaredo e nella stessa zona potete lasciarvi ammaliare dalle acque azzurre del Lago di Misurata e fare un'escursione fino al lago del Sorapis, un gioiello color turchese incastonato nelle Dolomiti a quasi 2000 metri di altitudine.

4. Luoghi insoliti in Veneto

Non si può dire di conoscere davvero una regione senza aver scoperto alcuni dei suoi luoghi più insoliti, come il Balot tacà via nell'area più occidentale del Veneto, sulle rive del Lago di Garda: un grande masso sospeso tra le pareti della profonda gola di Malcesine, raggiungibile dopo un percorso un'ora da Brenzone sul Garda.

Sull'Altopiano di Asiago un facile percorso di 5 chilometri vi porta fino all'Altar Knotto, suggestiva formazione rocciosa posta a strapiombo sulla Val d'Astico.

Percorrendo la Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene, invece, andrete alla scoperta di un territorio ricco di fascino, suggestioni attrattive storiche e artistiche tra visite alle storiche cantine e agriturismi e osterie a ogni angolo.

E per trascorrere qualche ora di relax nella natura incontaminata raggiungete l'Oasi Naturalistica di Vallevecchia, un grande habitat ricco di flora e fauna circondato da acque marine, lagunari e fluviali.

5. Prodotti tipici del Veneto

618840342

I famosi vini del Veneto, dal Prosecco di Valdobbiadene all'Amarone della Valpolicella, devono essere gustati coi piatti tipici di questa regione come l'amatissima polenta che viene spesso servita col baccalà. I bigoli, spaghettoni di pasta fresca diffusi in tutto il territorio, vanno assaggiati col sugo d’anatra o nella loro variante con sugo di pesce.

Il Veneto è anche la terra del Grana Padano DOP e del Formaggio Asiago che risale addirittura all'anno 1000. Nella zona di Treviso si produce da secoli il Radicchio Rosso di Treviso in due varianti, Precoce e Tardivo. Verona, invece, porta avanti dal XIII secolo la tradizione del Pandoro, soffice dolce legato al periodo natalizio.

6. Eventi in Veneto

Maschere tradizionali del Carnevale di Venezia - Veneto

Tanti degli eventi che attirano in Veneto milioni di visitatori sono legati alla storia della Serenissima.
Il Carnevale di Venezia, festa pubblica dal 1296, trasforma ogni anno la città in un luogo magico fatto di maschere, costumi tradizionali e spettacoli come il Volo dell'Angelo dal campanile di San Marco.

La Festa del Redentore, celebrata la terza domenica di luglio per ricordare la fine dell'epidemia di peste del 1575-1577, inizia con l’apertura del ponte votivo che collega le Zattere con la Chiesa del Redentore e si chiude con le Regate del Redentore nel Canale della Giudecca.

L'evento più sentito dai veneziani, uno dei più spettacolari e pittoreschi, è la Regata Storica che si svolge la prima domenica di settembre con diverse gare lungo il Canal Grande su particolari tipi di barche come il veloce Pupparin, la leggera Mascareta e il caratteristico Gondolino.

La fondazione culturale Biennale di Venezia, poi, organizza tutti gli anni la prestigiosa Mostra del Cinema di Venezia tra agosto e settembre e, ogni due anni, l'Esposizione Internazionale d'Arte o Architettura che si protrae per mesi tra aprile e novembre.

Ti potrebbe interessare