Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Arte & Cultura

Italia sotterranea, alla scoperta del patrimonio sommerso tra grotte, catacombe e tombe antiche

19 ottobre 2022

5 minuti

È un altro modo di visitare le città italiane: grotte e ipogei ricchi di reperti archeologici, catacombe e antiche fondamenta, cisterne e arcaici sistemi idraulici. Un intero mondo sommerso tutto da scoprire, da Torino a Napoli, da Roma ad Agrigento. Un’Italia sotterranea che sa regalare emozioni uniche.
E l’autunno riserva un carnet di appuntamenti per interessanti visite nel sottosuolo.

1. Alla ricerca dei mascheroni dell’Ipogeo Celtico a Cividale del Friuli

mascheroni cividale del fiume

Un alone di mistero avvolge gli ambienti sotterranei di Cividale del Friuli, perché sulla funzione dell’Ipogeo Celtico gli storici non hanno ancora fatto chiarezza.

Probabilmente di uso funerario in età celtica, oppure prigione in periodo romano o longobardo, consiste in un ambiente scavato nella roccia 7 metri sotto terra.
Mentre vi aggirate tra le varie gallerie, cercate i 3 mascheroni e lasciatevi affascinare dai molti interrogativi che suscitano.

2. Un giorno da speleologi urbani nella Cremona sotterranea

capoluoghi cremona

La città lombarda riserva un’originale esperienza sotterranea di speleologia urbana.
Nel sottosuolo cremonese si aprono ghiacciaie, rifugi antiaerei, cripte, una rete di canali e cunicoli: un percorso davvero inimmaginabile.
Tappa immancabile in questo tour, il seicentesco ipogeo sotto la Chiesa di Sant’Abbondio, costruito per la sepoltura dei membri della comunità religiosa dei Teatini. Vi consigliamo di non perdere i disegni a tempera che decorano le pareti. Sono davvero stupefacenti.

Le visite negli affascinanti sotterranei della città si effettuano soltanto in alcune date durante l’anno, e tramite visita guidata. Prima di partire, prendete informazioni sul sito di Cremona sotterranea.

3. Sottoterra, la Torino che non ti aspetti

sottoterra torino

Sono varie le tappe del tour nella Torino sotterranea.

Tra catacombe sotto le chiese, le cantine dei palazzi barocchi, le ghiacciaie di Porta Palazzo, il rifugio aereo utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale: per circa tre ore passeggerete nei cunicoli che si snodano sotto la superficie della città. Tunnel per lo più scavati nel 1706, quando Torino era assediata dai Francesi.

Da non perdere la visita a ciò che resta, nascosto nel ventre della terra, di un’intera cittadella fortificata di cui oggi a cielo aperto è rimasto solo il mastio. Vi si accede dall’attuale Museo Pietro Micca.

4. La bellezza di Roma stupisce anche sottoterra

roma sottoterra

La capitale nascosta nel ventre della terra non ha nulla da invidiare per imponenza a quella in superficie: un autentico, immenso scrigno di tesori, un mondo parallelo.

C’è la Roma di Augusto, lì sotto, l’area sotterranea dei Fori Imperiali e le celebri catacombe. Ogni Basilica, nelle fondamenta, ha il suo rovescio: come San Giovanni in Laterano, dove scenderete a 6 metri di profondità e la Chiesa di Santa Maria Maggiore con i resti di un impianto termale. E ancora decine di domus sotto altrettante chiese e l’acquedotto etrusco.

Se volete fare qualcosa di speciale, organizzandovi con un po’ di anticipo, potrete organizzare anche tour privati. E Roma, vista così, sarà ancor più speciale.

5. Taranto e i suoi gioielli sotterranei

taranto sottoterra

Sono 15 i luoghi d’arte e storia sommersi nella città pugliese. A Taranto, i resti della Città Vecchia dell’anno Mille celano cantine, frantoi e granai di antichi palazzi, conventi e chiese.

Il Frantoio Ipogeo Normanno è tra i più antichi della Puglia, conserva le macine originali a testimonianza di una tradizione giunta fino ad oggi. L’Ipogeo di Palazzo Baffi è invece il più profondo della città; costituito da due ambienti principali è dotato di un vasto reticolo di cunicoli alcuni dei quali conducono al mare, altri al Castello Aragonese e altri ancora alla piazzetta San Francesco. Quello di Palazzo Arco Paisiello è invece l’ipogeo più interessante dal punto di vista architettonico. Per pianificare la visita basterà chiedere all’Ufficio del Turismo della Regione Puglia.

6. A 40 metri sotto i vicoli di Napoli, un vero e proprio rifugio

napoli rifugio sottoterra

C’è molto da vedere a una quarantina di metri sotto i vicoli del capoluogo campano. Reperti della città greca e romana e i tunnel della Seconda Guerra Mondiale in cui si rifugiarono 40.000 napoletani per sfuggire ai bombardamenti.
La Galleria Borbonica propone un percorso avventura della città sotterranea di Napoli, dove armati di elmetto e torcia potete visitare le cisterne passando sotto gli archi settecenteschi; l’ultimo tratto si percorre in zattera, lungo la falda acquifera.
Esplorate poi le Catacombe di San Gennaro e quelle di San Gaudioso.

Come molto in città, anche nel suo sottosuolo, Napoli sa custodire storie, miti e leggende affascinanti. Conoscete la figura del “Monaciello” o “Munaciello”? La storia di questi spiritelli, ora benevoli ora maligni, rappresentati come ragazzini piccoli di statura e vestiti con un saio di un monaco, è strettamente legata alla Napoli sotterranea.
La leggenda infatti vuole che fossero professionisti che si occupavano della rete idrica della città, ma che, avendo libero accesso a tutte le case mediante i pozzi, fossero più interessati alle padrone di casa che all’acquedotto.

Prima di avventurarvi alla scoperta della Napoli sotterranea il consiglio è quello di acquistare il biglietto online per evitare lunghe code e attese

7. A Palermo mummie e tunnel

palermo mummie tunnel

Anche la Sicilia è un territorio che si presta alle visite di luoghi sotterranei e sensazionali.
A Palermo, ci sono le Catacombe Paleocristiane di Porta D’Ossuna risalenti a 2.000 anni fa, e il labirinto dei qanat, un tempo tunnel che costituivano il complesso sistema idraulico edificato dagli arabi.

Per un macabro brivido, il luogo adatto sono le Catacombe dei Cappuccini, dove avrete di fronte centinaia di mummie perfettamente conservate.

Per pianificare la visita: su archeofficina.com si prenotano vari tour con visite guidate a

pagamento. Per la Catacombe dei Cappuccini, l’entrata a pagamento è tutti i giorni dalle 9:00 alle

12:30 e dalle 15:00 alle 17:30.

8. La Valle dei Templi è sopra, ma anche sotto

valle dei templi sottoterra

Con la visita alla straordinaria Valle dei Templi, si entra nel mondo al rovescio della città siciliana custode di uno dei più importanti siti archeologici del mondo.

Proprio all’interno del Parco della Valle dei Templi è custodito un autentico gioiello archeologico e paesaggistico. Accompagnati da speleologi esperti, vi calerete nell’Ipogeo Kolymbetra-Porta V, per poi orientarvi, attraverso un percorso agevole, verso la contrada Giacatello per la visita all’Ipogeo omonimo, tra condotti, cunicoli e cisterne.
Aperta a tutti, grandi e bambini, purché equipaggiati di grande curiosità, più che una visita si tratta di uno straordinario viaggio nelle viscere della nostra Terra e della nostra Storia.

Le città sotterranee, specchio delle civiltà del passato, donano al nostro Paese un patrimonio prezioso che non solo arricchisce culturalmente, ma permette anche di scoprire tesori nascosti e di inestimabile valore.