Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Friuli Venezia Giulia

Cividale del Friuli: viaggio alla scoperta delle Valli del Natisone

Affascinanti dal punto di vista etnologico e culturale, le Valli del Natisone sono uno storico passaggio per le popolazioni del passato, dai Romani ai Longobardi, fino agli Slavi, i cui usi e costumi sono sopravvissuti fino a oggi.

La natura incontaminata delle valli, che si estendono dall’estremo oriente del Friuli alle Alpi, è l’ideale per passeggiate. Visiteremo Cividale del Friuli, gioiello longobardo.

1. Tempietto Longobardo e Monastero di Santa Maria in Valle

Di recente nominata Patrimonio mondiale dell’UNESCO, la città di Cividale sorge sulle rive del Natisone.

Sede del primo ducato longobardo in Italia, conserva preziose testimonianze del periodo, prima fra tutte il Tempietto. Ricco di affreschi bizantini e decorazioni a stucco, fu eretto nella seconda metà dell’VIII secolo come cappella del monastero benedettino femminile di Santa Maria in Valle.

2. Museo Cristiano e Tesoro del Duomo di Cividale

Al Museo Cristiano del Duomo troverete il Patrimonio longobardo dell’Altare di Ratchis, duca e poi re dell’Italia longobarda.
In origine riccamente colorato e decorato, grazie a un allestimento multimediale permanente è oggi possibile rivedere i bassorilievi di questo importante capolavoro.

Altro monumento all’interno del sito è il Battistero di Callisto, dalla struttura ottagonale e i sette archetti sorretti da colonne marmoree.

Infine, il Tesoro del Duomo, ricco di oggetti di oreficeria e di uso liturgico, opere pittoriche e scultoree, manoscritti e codici.

3. Museo Archeologico Nazionale: i corredi delle necropoli longobarde

Altra tappa obbligata è quella al Museo Archeologico Nazionale, ospitato nel Palazzo dei Provveditori Veneti, progettato da Andrea Palladio.
Qui potrete ammirare preziosi reperti di epoca romana, paleocristiana, altomedievale, romanica e gotica. Sezioni lapidarie, epigrafiche e musive, e soprattutto una collezione privata di 56 monete d’oro longobarde, la seconda al mondo per numero e importanza di pezzi.

4. CIPS: il magico mondo di burattini e marionette

Il viaggio nella bella Cividale del Friuli termina al CIPS, il Centro Internazionale Podrecca-Signorelli, dedicato alle marionette del cividalese Vittorio Podrecca e alla creatrice e collezionista di burattini e fantocci Maria Signorelli.
Un’esposizione ricca di esemplari prestigiosi e di fondali di scena, copioni e teatrini.