Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Enogastronomia

Veneto

Tra lago e colline, l'olio extra vergine di oliva Garda DOP

05 luglio 2022

Nella zona del Lago di Garda, dove le colline discendono dolcemente verso la riva, il binomio agrario olivo-vite si avvicenda ai prati trovando la sua massima espressione.

A dare origine alla fiorente e apprezzata olivicoltura da olio nella zona del Benaco sono stati i romani. Qui, il clima e la pendenza dei crinali collinari bastano a sfatare parametri pedoclimatici che delimitano geograficamente la coltura ideale dell’olio permettendo alle piante di svilupparsi e produrre i frutti.

Oggi, le piccole aziende che si dedicano alla produzione di olio punteggiano il territorio del lago, rendendolo unico per bellezza ed armonia.

Ma quali sono le caratteristiche dell’olio extra vergine di oliva Garda DOP? Dal sentore fruttato leggero o al più medio, a seconda della sottozona di provenienza e del grado di maturazione delle olive questo olio presenta sfumature olfattive che vanno dal carciofo all’erba appena tagliata, passando per foglie, fieno, erbe aromatiche, fiori e pepe verde. Unica certezza, la mandorla dolce e fresca che si presenta all'olfatto e al gusto con una nota intensa e persistente.

Rotondo e morbido al palato, il Garda DOP è un olio nella sua interezza equilibrato.

1. Il Consorzio dell’olio Garda DOP

Il riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta è arrivato nel 1997 e la dicitura Garda DOP può essere inserita in etichetta dai soli produttori della filiera che hanno rispettato il disciplinare di produzione e il relativo piano di controlli. A
 questo pensa il Consorzio dell’olio Garda DOP, che ha la funzione di vigilare sul corretto uso del logo della denominazione nonché di tutelare e salvaguardare la DOP Garda da abusi, atti di concorrenza sleale, contraffazioni e uso improprio della denominazione.

Gli oltre 80 produttori associati al Consorzio, riconosciuto dal Ministero per le Politiche Agricole e Forestali nel 2004, si occupano di valorizzare la produzione dell’olio Extra Vergine di Oliva DOP Garda anche attraverso la promozione, la diffusione e la conoscenza della DOP “Garda” e dei marchi ad essa riservati, così come di favorire la commercializzazione dell’olio Extra Vergine di Oliva Garda in Italia e all’estero e fornire informazioni al consumatore riguardo l’uso dell’Olio extra vergine di oliva Garda DOP.

2. L’olio EVO Garda DOP in cucina

L’olio Garda DOP è molto versatile in cucina, buono sia crudo che in cottura.

La sua leggerezza lo rende abbinabile a molti piatti e ricette a base di pesce di lago, ma anche carni, carpacci di carne e di pesce, carne, pinzimonio, verdure cotte e crude, bruschette e a formaggi magri o stracchino. È eccellente anche per preparare dolci, magari abbinato al cioccolato, e per sorbetti e gelati.