Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Arte & Cultura

Lazio

Il Centro storico di Roma e le sue infinite bellezze

Roma, capitale d'Italia, è considerata una delle più belle città del mondo.

26 settembre 2022

4 minuti

Il suo centro storico, Patrimonio dell'Umanità UNESCO, comprende ben 25.000 punti di interesse ambientale e archeologico. Meglio capire bene che cosa interessi di più e operare delle scelte, darsi delle priorità. Rome wasn’t built in a day, e di certo un giorno non basterà per vederla tutta.

1. Fin dove si estende il centro storico di Roma

Colosseo - Roma, Lazio

Il centro storico di Roma, ricco di storia e di fascino, si estende per oltre 14 chilometri quadrati tra le antiche mura aureliane e le mura gianicolensi.

Dal quartiere Prati nell'area nord di Roma, passando per Piazza del Popolo e Piazza Navona, potete percorrere a piedi il centro storico fino al maestoso Colosseo e al vicino Circo Massimo, in una passeggiata unica che vi rimarrà per sempre nel cuore.

2. Storia e informazioni sul centro storico di Roma

Foro Romano

La leggenda vuole che a fondare Roma furono nel 753 a.C. due fratelli, Romolo e Remo, allattati dalla famosa Lupa, divenuta simbolo iconografico della Capitale.

A fare grande la città, però, è stata la sua millenaria storia: prima centro della Repubblica Romana, poi fulcro della vita politica e culturale dell'Impero e, nel IV secolo, capitale del mondo cristiano. Dall'Ara Pacis costruita da Augusto nel 9 a.C. all'immenso Foro romano con l'imponente via dei Fori Imperiali che conduce al Colosseo, ogni angolo di Roma trasuda storia e splendore.

Molto significativo per Roma è stato anche il periodo del Rinascimento, quando in città giunsero gli artisti più importanti del periodo, a partire da Michelangelo e Raffaello.

3. Perché Roma è sito UNESCO

Basilica di San Paolo Fuori le Mura, Roma

La risposta a una domanda del genere è semplice: il centro storico di Roma potrebbe non essere sito Unesco? Nel suo insieme, dagli importanti siti archeologici ai capolavori dell'arte rinascimentale, è un luogo che testimonia oltre due millenni di splendore.

L'UNESCO l'ha inserito nel Patrimonio dell'Umanità nel 1980, includendo anche le basiliche paleocristiane di Santa Maria Maggiore, San Giovanni in Laterano e San Paolo fuori le Mura, la seconda più grande dopo quella di San Pietro in Vaticano.

4. I posti più belli da visitare nel centro storico di Roma

Fontana di Trevi al tramonto

Roma è davvero un museo a cielo aperto da visitare a piedi, passeggiando nel centro storico, fra i sontuosi palazzi e le meravigliose piazze, come quella su cui sorge l'Anfiteatro Flavio, detto Colosseo, simbolo di Roma e il più grande anfiteatro romano del mondo.

In pochi passi raggiungete il trionfale Arco di Tito e la Domus Aurea costruita dall'imperatore romano Nerone dopo il grande incendio che devastò la città nel 64 d.C.
Il Circo Massimo, situato nella valle tra il Palatino e l'Aventino, vi stupirà per la sua vastità.

La Basilica di San Giovanni in Laterano, conosciuta come la Cattedrale di Roma, sorge sul colle del Celio. Con le sue cinque navate e gli interni riccamente decorati, la basilica fu restaurata da Borromini per l’Anno Santo del 1650, ma il suo aspetto barocco è frutto di restauri successivi.

Percorrete la scenografica via dei Fori Imperiali e, dopo il maestoso Altare della Patria, preparatevi a una raffica di meraviglie.
Salite la larga scalinata per raggiungere la piazza del Campidoglio, rifatta da Michelangelo per volere di Paolo III. Qui si affacciano Palazzo Senatorio, sede del Comune di Roma, Palazzo Nuovo e Palazzo dei Conservatori, in cui è conservata la statua equestre di Marco Aurelio. Una copia della scultura si erge al centro della piazza, tra due statue che raffigurano il Tevere e il fiume Nilo.

Dalla storica via del Corso potete raggiungere il Pantheon, edificato nel II secolo d.C. come tempio dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future. Dopo averlo apprezzato dall'esterno, entrate e guardate all'insù per vedere la cupola più grande del mondo, più di quelle di San Pietro e del Brunelleschi a Firenze.

La grande Piazza di Spagna, con la scalinata di Trinità dei Monti, vi aspetta a pochi passi e, dietro l'angolo, lasciatevi travolgere dalla bellezza della Fontana di Trevi. Visitate questo gioiello di acqua e di pietra.

Palazzo del Quirinale, residenza del presidente della Repubblica dal 1946, deve la bellezza delle sue architetture a Domenico Fontana, Carlo Maderno e Gian Lorenzo Bernini. Prenotate una visita per scoprire l'inestimabile collezione d'arte al suo interno, tra statue, dipinti, arazzi e carrozze. E non perdetevi la passeggiata negli straordinari giardini risalenti al XVI secolo.

Piazza del Popolo, al centro della quale si erge l'obelisco Flaminio, è circondata dalla terrazza del Pincio e dalla basilica di Santa Maria del Popolo, al cui interno si nascondono due capolavori del Caravaggio conservati nella Cappella Cerasi.

Dall'altra parte del Tevere, sulla sponda del fiume, si erge l'imponente Castel Sant'Angelo, nato come sepolcro e trasformato in epoca medievale in un fortilizio. Arrivateci da Ponte Sant'Angelo per uno scorcio particolarmente suggestivo ed entrate per un tour di 7 livelli che vi porterà fino al Terrazzo dell'Angelo per una vista unica su Roma.

5. 6 prodotti tipici e piatti del centro storico di Roma

Pantheon - Roma, Lazio

Non si può lasciare Roma senza essersi fatti ammaliare dai suoi piatti tipici.

La pasta alla carbonara è un tripudio per il palato insieme a un caposaldo della cucina laziale, i bucatini all'amatriciana: guanciale, pomodoro e l'immancabile pecorino.
Se non mangiate la carne scegliete la pasta cacio e pepe, tanto semplice quanto squisita.

Non perdetevi i carciofi alla Giudìa, citati in ricettari e memorie già nel XVI secolo, l’abbacchio a scottadito e i saltimbocca alla romana, fettine di vitello cucinate nel vino bianco e ornate con prosciutto crudo e salvia.

Concedetevi il piacere di fermarvi in un panificio, la pizza romana è un patrimonio nel patrimonio e l’unico spuntino che vorrete mangiare, per sempre.