Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Enogastronomia

Brunello di Montalcino

Un territorio dove storia e tradizione si fondono con un paesaggio incantevole e dove si produce uno dei vini italiani più apprezzati al mondo.

Chi ama la natura, il buon vino e la buona tavola, non può far a meno di visitare il paese di Montalcino. Immerso tra le incantevoli colline senesi svettanti sulle valli dell’Ombrone e dell’Asso, è qui che nasce uno dei vini italiani più apprezzati e conosciuti in tutto il mondo: il Brunello di Montalcino.

Il Brunello di Montalcino è prodotto all’interno del territorio del Comune di Montalcino, in un paesaggio agricolo di grande storia e di grande bellezza che, dal 2004, è iscritto dall’Unesco nel Patrimonio dell’umanità. La collina di Montalcino, in gran parte coperta di boschi, dista 40 km in linea d’aria dal mare e 100 km dagli Appennini, e a Sud il monte Amiata, con i suoi 1.740 metri di altezza, protegge questo territorio, rendendo il clima mite. Un paesaggio spettacolare in cui si alternano vigneti, oliveti e terreni seminati con numerosi edifici in pietra, testimonianza della centenaria coltivazione di queste terre.
Montalcino con le frazioni di Castelnuovo dell’Abate, Sant’Angelo e Torrenieri è una piccola città d’arte. Antico borgo di origini etrusco-romane, questo paese ha uno splendido impianto medievale. Cinto da mura e dominato da una rocca trecentesca, il centro storico conserva il palazzo dei Priori, oggi sede del Comune, una bella loggia a due arcate gotiche in pietra e il Museo civico e diocesano che custodisce straordinarie opere dell’arte senese.

Grazie a un meticoloso lavoro manuale, dalla potatura secca alla scelta del germoglio più idoneo, dal contenimento della vegetazione al diradamento dei grappoli, la qualità dell’uva da cui nasce il Brunello di Montalcino è elevatissima. Questo vino, dal colore granato vivace, ha un profumo intenso in cui si riconoscono sentori di sottobosco, legno aromatico e leggera vaniglia. Il Brunello di Montalcino è un vino che migliora con gli anni: si va da un minimo di 10 anni fino a 30, ma può essere conservato anche più a lungo. Il vino deve essere servito ad una temperatura di circa 18°C-20°C. Si consiglia anche di decantare le bottiglie molto invecchiate in caraffe di cristallo. Questo vino può essere abbinato con piatti molto strutturati quali le carni rosse e selvaggina, ma anche con formaggi.