Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Itinerario

Campania

Itinerario di 10000 passi per visitare il centro di Napoli

Sono tante le ricerche che attestano che diecimila passi al giorno allunghino la vita.

29 agosto 2022

4 minuti

Un simile traguardo non è, tuttavia, semplice da raggiungere tanto più in vacanza quando il relax e il tempo dilatato sono d’obbligo. Nulla vieta però di concedersi un itinerario ad hoc della città che si sta visitando, magari prima di iniziare la giornata. Un booster di energia di cui vi renderete conto non appena superato il trauma della sveglia.

In quest’ottica, e pensando alle prelibatezze che la città offre una volta seduti a tavola, abbiamo steso 4 itinerari per visitare il centro di Napoli e assicurarvi i 10000 passi giornalieri semplicemente attraversando luoghi di vero incanto.
E dopo una camminata chilometrica prima di colazione, a Napoli è d’obbligo una sfogliatella riccia calda, non vi sembra?

1. Il Lungomare e la Villa Comunale: tra i panorami più belli al mondo

Il Lungomare e la Villa Comunale Napoli

La lunga passeggiata partenopea inizia da quello che può meritatamente considerarsi un must tra i posti da visitare a Napoli: il Lungomare. Attraversato di mattina, meglio ancora sul presto, vi regalerà uno degli scenari più affascinanti che possiate immaginare.
Nei 3 km di camminata a passo veloce, che si estendono da Mergellina a via Nazario Sauro, ammirerete tutta l’imponenza del Vesuvio, capace di dominare il golfo dall’alto; vi imbatterete nella magnificenza di Castel dell’Ovo, che sembra quasi galleggiare sull’isolotto di Megaride; scorgerete Capri e la collina di Posillipo. Insomma, passando per la famosa via Caracciolo, che fiancheggia il parco della Villa Comunale e la Riviera di Chiaia, respirerete la brezza del mare e l’aria incontaminata di un polmone verde che arriva fino a Piazza Vittoria. Sullo sfondo, la collina del Vomero.

Dopo un’attività aerobica occorre recuperare un po’ di energia. Nella movimentata via Partenope potrete fermarvi per un drink, scegliendo tra i numerosi bar e locali che animano la strada, o sfamarvi con una più soddisfacente pizza (ottima quella di Sorbillo).
Dal lato Mergellina potrete, invece, sostare in uno dei tanti chalet. Infine, alle spalle del Castello, troverete caratteristici ristoranti di pesce nel Borgo Marinari. A voi la scelta.

2. Da via dei Mille a via Chiaia: le strade più eleganti e ricche della città

Da via dei Mille a via Chiaia: le strade più eleganti e ricche della città

Se vi state chiedendo cosa visitare a Napoli se amate fare shopping, questo percorso di ricognizione fa al caso vostro. Via dei Mille, via Filangieri e via Chiaia sono il paradiso dei negozi di alta moda. La boutique di Louis Vuitton e la gioielleria Bulgari sono solo due esempi di alta qualità.
Camminerete lungo via dei Mille, per poi riprendere fiato tra le mostre contemporanee, locali e internazionali del PAN, il Palazzo delle Arti di Napoli. Percorrerete via Filangieri, per poi fare acquisti da Prada. Raggiungerete, infine, via Chiaia, ricca di negozi di abbigliamento e di scarpe, ma anche di locali street food, bar e gelaterie.

Attraversando lo storico Ponte di Chiaia, che collega la zona con la collina di Pizzofalcone, troverete la famosa Pizzeria Brandi. E vi concederete una bella Margherita (pare che la pizza doc sia nata proprio in questo posto), prima di sbucare a Piazza del Plebiscito.

3. Da via Cilea a San Martino: camminata veloce in salita

Da via Cilea a San Martino

Un itinerario più tonificante è quello da compiere nel Vomero, quartiere collinare di Napoli. Camminando in salita riuscirete, infatti, a bruciare molte più calorie rispetto a un terreno pianeggiante. Partendo dalla lunga via Cilea, intervallata da negozi di ogni genere e da tanti bar, incrocerete via Luca Giordano. Siete colti da un languorino? Approfittate dei vari ristoranti giapponesi della zona.
Continuando il vostro tragitto, da un lato sbucherete nella famosa Piazza Medaglie d’Oro, dall’altro incrocerete via Aniello Falcone, nota per la movida notturna. Percorrendo ancora via Cilea, giungerete a via Scarlatti e a piazza Vanvitelli, anch’esse colme di bar e locali. Raggiungendo la parallela via Cimarosa, potete scegliere di fare tappa all’area verde della Floridiana. Ma la salita continua, per cui forza e coraggio. Sarete ripagati dal belvedere di San Martino, dove vi si aprirà un panorama mozzafiato sull’intera città e dove ammirerete Castel Sant’Elmo e la Certosa di San Martino, completa di museo, chiesa e due chiostri.

4. Da Piazza Dante a Piazza del Plebiscito: passeggiata partenopea in pieno centro storico

Da Piazza Dante a Piazza del Plebiscito

Dopo la ripida salita, scendete verso il centro, in una delle aree più importanti di Napoli: Piazza Dante, largo che ospita la statua dell’omonimo poeta e non solo. Scorgerete il Convitto Nazionale, sovrastato da 26 statue, rappresentanti le virtù di Carlo Borbone, e attraverserete l’adiacente Port’Alba, antico accesso della città.
La piazza è collocata all’inizio di via Toledo, completamente pedonale e ottima per una bella passeggiata, ma anche per una visita culturale alla Stazione dell’Arte di Toledo. Giungendo all’estremità opposta, farete tappa da Esterina Sorbillo per una pizza fritta, e arriverete a Piazza Trieste e Trento.
Poco distante, il Teatro San Carlo e, immediatamente dopo, la gigantesca Piazza del Plebiscito, su cui affacciano il Palazzo Reale e la Basilica di San Francesco di Paola.

Non potete lasciare Napoli, senza gustare prima la fragrante sfogliatella, dolce tipico dall’aroma unico. Proprio in zona, c’è uno storico locale, che ne sforna di continuo: il celebre Gran Caffè Gambrinus. Vedrete che, dopo i tanti chilometri percorsi, questo dolce dalla sfoglia croccante renderà la vostra vacanza napoletana ancora di più un piacevole ricordo.