Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Città

Trento, un mix prezioso di natura, storia e cultura

Trento, capoluogo del Trentino Alto Adige, è una splendida meta per chi vuole immergersi nell’arte, ma anche nel verde più rigoglioso in cerca di relax.

29 settembre 2022

Una lunga e ricca tradizione la lega ad alcuni dei momenti più importanti della storia d’Italia: incastonata nel cuore delle Alpi, si è sviluppata al tempo dei Romani e conserva di quel periodo molti elementi come la basilica paleocristiana e lo spazio archeologico sotterraneo di piazza Cesare Battisti.

La storia ultramillenaria che caratterizza Trento ha sempre attratto sensibilità diverse, provenienti dal Nord e dal Sud Europa, creando un mix culturale unico nel suo genere. Sono rinomatissime le tante e ricche specialità gastronomiche tipiche della zona.

Insomma, una meta dedicata al benessere a 360 gradi a cui dedicare molto più che una semplice breve gita.

1. Storia e curiosità su Trento

I resti della Trento romana sono testimonianza del glorioso passato dell’antica Tridentum. Durante la decadenza dell’Impero Romano nacque il ducato longobardo di Trento, che prosperò per quasi due secoli, ma che alla fine lasciò spazio al dominio franco.
A poco a poco sempre più terreni furono assegnati a ecclesiastici, il che portò alla creazione del principato vescovile di Trento, forte e solido per oltre sette secoli fino alla parentesi del dominio napoleonico, prima, e a quello austriaco, dopo.
Nel corso del 1500 ebbe luogo il celeberrimo concilio di Trento, con cui la Chiesa cattolica dettò le linee per reagire alla riforma protestante.
Il Trattato di Saint Germain del 1919 sancì l’appartenenza di Trento all’Italia.

2. Cosa vedere a Trento: 11 luoghi da non perdere

Una città che unisce alla perfezione la sua natura alpina a un’eleganza tutta italiana che sfoggia sulle caratteristiche facciate dei palazzi storici del centro decorate con meravigliosi affreschi rinascimentali. Cosa vedere a Trento? Le attrattive a disposizione sono tante, ecco una selezione delle mete da non perdere:

Partiamo dalla cultura e dall’imperdibile Muse di Trento. Si tratta di uno dei musei di scienze naturali più importanti d’Europa, con un design unico studiato dall’archistar Renzo Piano.

Il centro storico poi è puntellato da monumenti e chiese meravigliose a partire da Duomo di Trento, spettacolare complesso in stile romanico edificato nel 1212: vi si tennero le sedute formali del Concilio di Trento. Affacciati su piazza Duomo troverete  la Torre Civica e Palazzo Pretorio: la prima venne costruita prima dell’XI secolo, il secondo fu residenza vescovile fino alla metà del XIII secolo.

Passiamo poi al Castello Buonconsiglio, una volta residenza dei vescovi di Trento, dal 1200 al 1700, oggi sede di diversi musei.  Mostre, laboratori didattici e spettacoli si tengono solitamente al Palazzo delle Albere, una villa e fortezza del XVI secolo costruita dai principi vescovi Madruzzo.

Non solo arte, ma anche tanta natura: chi visita Trento dovrebbe ritagliarsi del tempo per goderne. Il Monte Bondone, un complesso montuoso a ovest di Trento è meta imprescindibile per gli amanti della neve mentre il Lago di Toblino, 15 chilometri a ovest di Trento, è un piccolo lago alpino di fondovalle circondato da un canneto e da una particolare vegetazione.

Tappe che meriteranno la vostra attenzione sono anche:

  • il Palazzo Roccabruna;
  • il Museo Diocesano Tridentino;
  • Santa Maria Maggiore a Trento;
  • lo Spazio Archeologico Sotterraneo.

3. Cosa fare a Trento: 4 idee per tutta la famiglia

Oltre al corposo patrimonio artistico e culturale, Trento offre un ampio ventaglio di attività per tutta la famiglia. Cosa fare a Trento? Tra tutte le possibilità, proponiamo 4 idee adatte a tutti, ideali per passare una meravigliosa vacanza in pieno clima trentino.

Il primo imprescindibile appuntamento è con i tipici mercatini di Natale di Trento, che richiamano visitatori da tutto il mondo. Una manifestazione che si tiene nel periodo natalizio all'insegna del buon cibo locale, dell'artigianato, della tradizione e della sostenibilità ambientale.

Il mercato contadino di Trento merita una visita: ogni sabato nel centro storico della città è possibile acquistare frutta, verdura, salumi, formaggi e uova della zona. Cibo ma anche ottimo vino. Le degustazioni di vini con visite guidate nelle cantine della zona abbondano, permettendo di trascorrere qualche ora tra sapori e profumi tipici.

Infine, gli amanti degli sport invernali non potranno non fare un salto allo Snowpark Monte Bordone, facilmente raggiungibile da Trento e ricco di strutture per sciatori e snowboarder a tutti i livelli d’esperienza. 

4. Cosa mangiare a Trento: 8 specialità deliziose

La tradizione culinaria trentina nasce come cucina di sopravvivenza, quindi basata su ingredienti poveri ma allo stesso tempo sostanziosi e ricchi di sapore, caratterizzati dall’autenticità delle origini alpine, ma con influenze dai territori confinanti (veneto e austriaco). Cosa mangiare a Trento? Questi i piatti da non perdere per nessuna ragione:

  • Amanti dei primi i canederli, palline fatte con pane, uova, farina, latte, spezie e aromi condite con formaggi, carne, salumi o verdure; per non parlare degli spätzle, piccoli gnocchi di farina di grano tenero, uova e acqua, serviti in brodo o conditi con i più disparati ingredienti tra i quali formaggi, insaccati e panna.
  • La carne salada, una saporita carne bovina marinata con sale, spezie, erbe aromatiche, accontenterà chi ama i sapori decisi.
  • Senza bisogno di presentazioni, lo strudel di mele, il celeberrimo dolce che nell’impasto racchiude le mele, la cannella, i pinoli e l’uvetta ammollata nel rum.

Tra le altre delizie da provare nelle tipiche stube disseminate in città: gli strangolapreti alla trentina, la zuppa d’orzo alla trentina e lo spezzatino di cervo alla trentina.

5. Luoghi insoliti di Trento: 4 proposte che non vi aspettate

Allontanarsi dai percorsi più turistici per scoprire piccole chicche meno battute è possibile. Tra i luoghi insoliti di Trento spicca l’Orrido di Ponte Alto, un canyon mozzafiato scavato per migliaia di anni dalle acque tumultuose del Torrente Fersina, con due cascate spettacolari. Un’avventura davvero travolgente.

Un salto al Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni permette invece di ammirare una collezione di aeromobili storici.
La Fontana del Nettuno di Trento, di origine settecentesca, domina Piazza del Duomo e merita di essere apprezzata.
Gli amanti della natura adoreranno il Giardino Botanico Alpino Viote, uno dei più antichi delle Alpi, con 2000 specie di piante di alta quota, alcune delle quali a rischio estinzione.