Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

Trentino: Stand Up Paddle sui laghi, “l’altro surf”

In piedi su una tavola e tra le mani una pagaia: se anche voi siete tra i patiti dello Stand Up Paddle, che negli ultimi anni imperversa sulle spiagge assieme al più tradizionale surf, sentite qui. Avete mai pensato che questo sport acquatico si può praticare con grande soddisfazione anche nei laghi?
Quelli del Trentino, dalle acque cristalline e immersi nei boschi, sono perfetti.
Ecco una mappa per orientarvi.

1. Lago di Garda: adatto a principianti ed esperti

Che siano le ore più calme della giornata o quelle in cui il vento soffia sulle sue sponde, il Lago di Garda offre una quantità innumerevole di percorsi in cui praticare il SUP in Trentino.

A chi è alle prime armi consigliamo i tour Baia Azzurra e Riva del Garda-Lungolago, che consentono di appassionarsi alla disciplina dello Stand Up Paddle senza eccessivi sforzi atletici. Circa 3 chilometri per scoprire il territorio al lento ritmo della pagaia.

Di media difficoltà sono, invece, i percorsi Conca d’oro, Ca’ Rossa, Lago di Ledro e Sperone, vere e proprie cartoline. Il primo costeggia la costa settentrionale del Lago fino a Torbole e si affaccia sulle pendici rocciose del monte Brione e sul canneto alla foce della Sarca.

Ca’ Rossa arriva alla piccola spiaggia sul lungolago D’annunzio, dov’è possibile fare una rigenerante sosta. Le acque cangianti color turchese del Lago di Ledro bagnano l’insediamento su palafitte patrimonio Unesco, risalente all’Età del Bronzo.

Infine, Sperone è la sponda più selvaggia e spettacolare, alle pendici del monte Rocchetta.

Agli amanti delle sfide difficili indichiamo, invece, la cascata del torrente Ponale, il Corno di Bò e il tour Coast to Coast. Tre percorsi indirizzati agli esperti non solo per la lunghezza degli itinerari, ma anche per la forza dei venti, che minano l’equilibrio sulla tavola.

2. Laghi di Levico e Caldonazzo: acque placide e Bandiera Blu

A pochi passi da Trento ecco brillare le acque dei Laghi di Levico e Caldonazzo, mete ideali per chi desidera praticare lo Stand Up Paddle. Così puri da ottenere il riconoscimento della Bandiera Blu, questi due specchi d’acqua, circondati da boschi, consentono di restare in piedi sulla tavola e di pagaiare senza nessuna difficoltà, grazie all’assenza di forti correnti. Il vero “motore” siete voi, non il vento.

3. Lago di Molveno: il più bello d’Italia

Lago di Molveno

Incastonato tra le Dolomiti di Brenta, il Lago di Molveno ha conquistato il titolo di più bello d’Italia nel 2019. Facile immaginare, quindi, lo spettacolo che si presenta agli occhi, attraversandolo su una tavola da surf. È perfetto per chi vuole apprendere o migliorare la propria tecnica, per le sue acque piatte e tranquille.

4. Lago di Ledro: nella valle sospesa

Photo by: Jens Schwarz

L’ultimo specchio d’acqua azzurra da esplorare in Trentino, in piedi su una tavola da surf, è il Lago di Ledro. Qui, le favorevoli condizioni ventose rendono poco impegnative le uscite di SUP. Lasciarsi trasportare sulla sua superficie, scivolando sull’acqua tra boschi e montagne, sospesi intorno alla valle che congiunge il Lago di Garda con la valle del Chiese, è un’occasione utile non solo per tenersi in forma e tonificare l’intera muscolatura corporea, ma anche per provare un’esperienza rigenerante a contatto con la natura.