Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Abbazia di Sant'Urbano

Panoramica

Abbazia di S. Urbano sull’Esinante: la chiesa romanica più affascinante e misteriosa delle Marche

È una delle abbazie più antiche e importanti delle Marche, costruita nella Valle di San Clemente, tra dolci profili collinari.
L’Abbazia di Sant’Urbano sull’Esinante è tra le chiese romaniche che più incuriosiscono i visitatori grazie alla sua posizione: è infatti orientata verso Gerusalemme, simbolo di luce e del Divino.

 

Simbologia e misteri

Nell’antichità era comune abitudine inserire nelle costruzioni religiose elementi architettonici simbolici. Riprendevano di solito concetti dell’astronomia e della matematica e così è accaduto nel caso dell’Abbazia di Sant’Urbano: al suo interno si trova un occhio circolare sopra l’abside, che regala uno spettacolo unico due volte l’anno, il 25 maggio e il 19 luglio, nelle prime ore del mattino, quando viene colpito da un fascio di luce che ne illumina i contorni.

Un effetto certamente voluto e studiato, ma quale sia il reale motivo della sua esistenza non è chiaro. Per la taumaturgia, appoggiare la nuca o la fronte sul segno luminoso può guarire e proteggere dal mal di testa. Ma ci sono anche altre teorie secondo cui l’occhio circolare starebbe a indicare la potenza del Santissimo Sacramento.

 

Un salto indietro nella storia

Sant’Urbano sorge in posizione isolata sulla sponda sinistra del torrente Esinante, affluente del fiume Esino, nel comune di Apiro, in provincia di Macerata.
L’abbazia benedettina, che dovrebbe risalire al X o all’XI secolo, è dedicata proprio al patrono locale, che deteneva un grande potere religioso e civile. I continui dissidi con le aree vicine, portarono all’incendio dell’edificio nel XIII secolo. Il complesso, che era un punto di riferimento per i contadini, fu danneggiato ma non completamente distrutto: successivamente venne interamente ristrutturato, seguendo il modello di Sant’Elena di Serra San Quirico.

Nell’800 con l’arrivo di Napoleone Bonaparte, Sant’Urbano passò al demanio, prima di essere venduto ai privati e quindi trasformato in azienda agricola. Nel 1978, infine, è stato donato all’attuale proprietario: il Comune di Apiro.

 

Perché è un’abbazia speciale?

Appena entrerete nell’Abbazia di Sant’Urbano vi accorgerete della particolarità della sua struttura architettonica: il suo impianto è a tre navate su pilastri, mentre dell’antica facciata è rimasta solo la parte centrale, più volte modificata.

Una delle sue peculiarità è rappresentata dalla curiosa sopraelevazione del presbiterio, per effetto della cripta. In tal modo, ne risulta una maggiore separazione tra clero e fedeli, tipico dell’architettura romanica nella regione.

Fate caso agli otto capitelli, soprattutto a quello del pilastro destro nella parte anteriore della chiesa, ai due del presbiterio e ai due della parete di controfacciata. I loro motivi geometrici e floreali sono impeccabili e ricordano la sala capitolare dell’abbazia di San Salvatore in Valdicastro di Fabriano e della chiesa di San Ansovino di Avacelli di Arcevia.

Recensioni
Recensioni
()
Abbazia di Sant'Urbano

Contrada Sant’Urbano, 3, 62021 Apiro MC, Italia

Chiama +390731816222 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Magazine
671925914

Piemonte, in cammino tra sacralità e natura

Arte & Cultura

Weekend in Val d'Orcia: 10 chiese e monasteri imperdibili

Arte & Cultura
roma nascosta attrazioni culturali

5 cose insolite da vedere a Roma tra sacro e profano

Natura

Parco del Monte Subasio: un’area naturale protetta e sacra

Magazine
ciclovia fiume nera

Ciclovia del Fiume Nera: pedalando tra boschi e cascate

Arte & Cultura

In Toscana alla scoperta del pavimento del Duomo di Siena

Arte & Cultura

Pisa e piazza dei Miracoli, gioielli di straordinaria bellezza

Enogastronomia
Agriturismi - Friuli Venezia Giulia

Friuli Venezia Giulia, Monrupino: la vita rurale nel Carso

Arte & Cultura

Fornelli, nel borgo delle Torri, dell’Olio e della bellezza

Natura

Il Lago di Viverone e la Chiesa del Gesiùn, perle della via Francigena piemontese

Arte & Cultura

Alto Adige, Curon: il campanile sommerso nel Lago di Resia

Magazine
in-ebike-parco-della-murgia-hero

Cosa vedere nella Murgia materana in e-bike per scoprire le chiese rupestri

Natura
Vista aerea di una delle gole in cui scorre il torrente Raganello

Orsomarso, perla di Calabria incastonata tra Appennino e Tirreno

Magazine
festa di santa lucia siracusa a venezia

La festa di Santa Lucia è un tuffo nelle tradizioni popolari da Siracusa a Venezia

Magazine

Sulle Dolomiti, lungo il sentiero della scienza e della Natura

Arte & Cultura
Photo by: Christian Kerber

In Trentino, lungo il Sentiero che coniuga arte e natura

Regione
COSSIGNANO | Marche

Marche, una regione incantevole tra spiagge, grotte e montagne

Magazine
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Arte & Cultura

Berceto e il Passo della Cisa, ultima tappa emiliana sulla Via Francigena

Esplora i dintorni

Nelle vicinanze