Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Meta turistica

Piemonte

Piemonte: hotel storici e insoliti, location da sogno per tour alla ricerca del bello

5 indirizzi per un soggiorno da sogno in ville e palazzi signorili del Piemonte

Un tour tra arte e cultura in 5 città del Piemonte può arricchirsi di un’esperienza in più: il soggiorno in una residenza d’epoca, tra antiche mura e arredi di antiquariato.Negli hotel storici piemontesi regna un’atmosfera di lusso e grande bellezza. Dimore al sapore di storia, trasformate dopo accurati restauri in magnifici alberghi dotati di ogni confort.
Destinazioni d’eccezione a cui ambire per trascorrere qualche giorno di assoluto relax abitando stanze di autentici monumenti, in ideale continuità con i molti che andrete a visitare.

1. A Torino all’Hotel dei pittori

12 camere sono state ricavate in una villa Liberty del 1897. Camminate sui tappeti che vestono il parquet, poi, sdraiati a letto, potete osservare le stelle dalle vetrate incassate sul soffitto a travi in legno. I colori sono morbidi e rilassanti, ricercati i tessuti del letto e dei tendaggi. Dal balconcino sabaudo e dalla terrazza delle stanze Deluxe vi affacciate sul quartiere storico di Borgo Vanchiglia, proprio a ridosso della cinta muraria medievale e delimitato dal fiume Po e dalla Dora.
Dall’hotel potete raggiungere a piedi le principali meraviglie di Torino: la Mole Antonelliana, i Giardini Reali e Piazza Castello, oltre alle vivaci vie Garibaldi e Roma.

Il ristorante ha un’ampia proposta di cucina locale, dominata da Bagna Caoda, Tajarin e Agnolotti al sugo d’arrosto, risotti. Per i palati più internazionali, il galletto è in salsa teriyaki e la zuppa di miso con le vongole.

2. A Alba al Palazzo Finati

La dimora risale all’inizio dell’800 ed è stata restaurata secondo un rigoroso criterio filologico: solo 9 stanze dagli arredi originali, di sobria eleganza piemontese. La colazione viene servita in una sala dove spiccano reperti archeologici di età romana. Artisti contemporanei del posto espongono inoltre qui le loro opere.
Siete nel pieno centro storico di Alba, città gioiello delle Langhe da girare camminando, partendo da qui. Arrivate in breve alla Cattedrale di San Lorenzo, imponente edificio in stile gotico, e alla barocca Chiesa della Maddalena.

Vi trovate in uno dei borghi più gourmet d’Italia, patria del pregiato tartufo bianco. E a un passo da Palazzo Finati sorge il celebre ristorante Piazza Duomo guidato dal pluristellato chef Enrico Crippa in sinergia con le cantine Ceretto. Le sale hanno un tocco artistico, al pari dei piatti: cucina innovativa del territorio di livello eccelso, al pari della carta dei vini.

3. Ad Asti al Relais Cattedrale

Tanto esclusiva quanto insolita, la struttura ricettiva è collocata nel settecentesco Palazzo Curbis di San Michele e vanta uno stile ad alto tasso di eclettismo: i mobili antichi sono accostati a pezzi di design e di modernariato, con alcune incursioni nell’arredamento da paesi lontani. Gli ospiti possono usufruire di una terrazza, del giardino e di una sala biblioteca con una collezione di vinili.
Dal palazzo dove risiedete spostatevi in quelli magnifici del centro storico: Alfieri, Mazzetti e Ottolenghi. Girovagate per ammirare l’architettura medievale del borgo e le torri, poi entrate nel Duomo, ovvero la Cattedrale di Santa Maria Assunta.

Per mangiare potete esplorare le trattorie del Monferrato o fermarvi in città, che dà il nome al famoso spumante. Assaggiate il Vitel tonnato, le carni servite crude e non mancate di chiudere con un dolce alla nocciola.

4. Ad Alessandria al Palazzo Paleologi

Siete appena fuori città, in un contesto verdeggiante di dolci colline. I mobili d’epoca decorano le camere dell’antico palazzo, che organizza per gli ospiti anche wine tour riservati agli appassionati del buon bere.
Alessandria, seconda città del Piemonte, è celebre proprio per la ricchezza delle sue dimore nobiliari, concentrate in particolare in Piazza della Libertà. La cittadella fortificata è perfettamente intatta, mentre la Cattedrale neoclassica custodisce al suo interno importanti opere d’arte.

Senza muovervi da Palazzo Paleologi potete prenotare un tavolo al Ristorante Antico Monastero, in un’ala della struttura. Gli interni vantano antichi camini, mentre verande e terrazzini affacciano sul verde. Se amate la carne, scegliete una tagliata di Fassone di razza piemontese.

5. A Biella alla Tenuta Il Giocco

È una villa del 600 circondata da un immenso parco di 60.000 metri quadri, con piscina. Gli interni stupiscono per la sontuosità degli arredi, le statue e i dipinti, soffitti a volta e pavimenti in cotto o in legno.
Biella è a 5 minuti d’auto e la prima tappa è a Biella Piano, ovvero la parte più antica della città che si stringe intorno al monumentale Duomo.

Potete cenare presso il ristorante della Tenuta Il Giocco oppure a Biella, città dai molti prodotti tipici: tra i formaggi la toma e il beddu, tra i dolci i canestrelli e i turcetùn. Il risotto alla malva è una specialità. Di fronte alla carta dei vini, non esitate a scegliere un Nebbiolo.

Il Piemonte è la regione ideale se vuoi unire paesaggi mozzafiato, cibo e nettare degli dei e storia. Qui, hotel storici, città d’arte e borghi di assoluta bellezza non sono solo destinazione d’eccezione ma mete dove ritrovare se stessi.