Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

Piemonte

Alla scoperta del rafting in Valsesia, Piemonte

15 luglio 2022

Chi ama l’adrenalina pura regalata da una discesa rapida di un torrente impetuoso o di un fiume di montagna a bordo di un gommone, lo sa: l’Italia, grazie alla sua natura montuosa e alla ricchezza di corsi d’acqua, è un paradiso per il rafting.

Non tutti sanno però che è dal Piemonte che questo sport relativamente giovane per il nostro Paese è partito, e non per caso: qui, in Valsesia, grazie alla ricchezza e alla varietà idrogeologica, ci sono percorsi per ogni gusto e livello di difficoltà. Venite a scoprirli con noi?

1. Dove tutto è cominciato

È in Valsesia, valle alpina della provincia di Vercelli, che è nato il primo centro d’Italia dedicato alla disciplina fondato da due pionieri del settore come Maurizio ed Emanuele Bernasconi.
Era il 1978, ma ancora oggi il Sesia Rafting di Isola, frazione di Vocca a pochi chilometri da Varallo Sesia, mette l’esperienza del suo staff a disposizione di chi desidera imparare. Già perché se siete ancora alle prime armi, questo è il posto giusto da dove partire per un’avventura in totale sicurezza.

2. Soft rafting per famiglie e discese adrenaliniche

Che siate principianti o no, la vostra palestra a cielo aperto è la stessa: il fiume Sesia, che scende dai 2500 metri del monte Rosa e prima di gettarsi nel Po scorre per 140 chilometri attraverso paesaggi naturali che faranno da scenografia alla vostra avventura.

I percorsi placidi e panoramici sono tantissimi: nel tratto che ricade nel comune di Balmuccia, per esempio, si organizzano soft rafting per tutti, incluse le famiglie con bambini. Qui a bordo dei raft, i grandi gommoni inaffondabili, navigherete in acque tanto limpide da poterne osservare i pesci che nuotano sul fondo.

Da non perdere per nessuna ragione il rafting delle Gole del Sesia, tra i paesi di Muro e Balmuccia: qui per via della particolare conformazione della roccia, si creano delle correnti d’acqua che riflettendo la luce danno spettacolo. D’obbligo uno stop per fare un tuffo nei laghetti che si incontrano durante la discesa dai tanti trampolini rocciosi naturali.

3. Anche addio ai nubilati e team building

Scendere da rapide tumultuose è un’esperienza divertente e adrenalinica che richiede coordinazione ed equilibrio, ma soprattutto condivisione: per queste caratteristiche attorno al rafting si organizzano sempre più spesso feste di addio al celibato o nubilato o eventi aziendali di team building.

4. Non solo rafting: dal trekking al kayak

La della Valsesia e la versatilità del suo fiume fanno sì che questa valle sia frequentata anche per praticare sport diversi dal rafting: se d’inverno è meta di chi è in cerca di percorsi per il trekking e pareti per l’arrampicata, da giugno a settembre la valle pullula di appassionati di tutti gli sport d’acqua: dall’hydrospeed al kayak al torrentismo.