Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Città

Alla scoperta di Genova, città di mare dalla storia gloriosa

Si erge sulle colline liguri, ha il carattere forte della terra di mare: è Genova, capoluogo della Liguria.

14 luglio 2022

5 minuti

Affacciata sul Mar Ligure, è stata la capitale di una delle repubbliche marinare dal 1099 al 1797, diventando una delle più grandi potenze navali del continente. Ancora oggi grande centro economico, polo universitario, scientifico, culturale, musicale e artistico di tutto rilievo, vanta un centro storico che si dipana tra gli incantevoli caruggi, gli stretti vicoli fiancheggiati dagli alti muri esterni delle case.

I palazzi, le ville, i parchi e le fortificazioni raccontano il fascino dell’antica Repubblica marinara.

Capitale del delizioso pesto e del buon cibo, è sede di numerose attività industriali, ma anche di eventi turistici e fieristici tra i più importanti del Paese.

 Il porto è tra i principali scali mediterranei ed europei.

1. Storia e curiosità su Genova

I primi insediamenti sul territorio genovese risalgono all’epoca preromana: Publio Cornelio Scipione sfruttò questo approdo per affrontare l’invasione di Annibale nel 218 a.C. e la città fu poi distrutta dai Cartaginesi nel 205. Conquistata da Belisario, che la rese una città bizantina, in epoca longobarda diventò il capoluogo del Ducato di Liguria. Con la sua dissoluzione, presero il potere le principali famiglie genovesi.

L'autonomia di Genova arrivò nell’anno 1000, quando la città diventò potenza mercantile con un dominio incontrastato su parte del Mediterraneo, insieme a Pisa. Nel 1162 i contrasti tra Federico Barbarossa e Genova divennero infuocati, ma la forza con cui la città riuscì a difendere la sua indipendenza le valse il soprannome di Superba. Nella battaglia della Meloria, nel 1284, la flotta della Repubblica di Genova indebolì quella della Repubblica marinara di Pisa. Dal Trecento al Cinquecento ci fu il periodo dei Dogi e la tradizione di Genova come città di mercanti e banchieri contribuì al suo fiorire artistico e architettonico, con la costruzione di molti palazzi, oggi patrimonio UNESCO.

La città, nel Seicento, fronteggiò le mire espansionistiche dei Savoia e, a fine secolo, allacciò rapporti politici e commerciali con la Francia.

Genova non fu risparmiata da Napoleone Bonaparte e dal suo dominio, ma, con la nascita dello Stato italiano nel 1861, riacquistò la sua egemonia entrando nel triangolo industriale italiano con Milano e Torino.

A causa della sua posizione centrale nella vita economica del Paese, fu presa di mira nella Seconda Guerra Mondiale ed ebbe oltre 11.000 edifici distrutti o danneggiati. Poi svolse un ruolo da protagonista nella resistenza partigiana.

2. Cosa vedere a Genova: i luoghi imperdibili

Genova è una città dal fascino travolgente, stretta tra la montagna e il mare e con un passato come crocevia di popoli e culture differenti che diversi poeti, scrittori e cantautori hanno raccontato. Cosa vedere a Genova? Una mini guida dei punti di interesse più amati dai turisti:

  • l’Acquario di Genova, principale attrazione turistica della città, è il più grande acquario italiano e il secondo in Europa dopo quello di Valencia, perfetta meta per grandi e piccini. Una volta usciti non potrete che passeggiare nel Porto Antico di Genova, sede di eventi culturali, turistici, musicali e sportivi: vale la pena fermarvi. 
  • Il Palazzo Ducale di Genova, uno dei più antichi della città, è oggi sede di mostre mentre il Palazzo Reale, uno dei palazzi della città patrimonio dell’UNESCO, è una tappa per gli amanti dell’arte.
  • Infine la Chiesa del Gesù, retta dai Gesuiti nel Cinquecento, custodisce le opere dei maggiori autori del barocco genovese;

Se il tempo ve lo consente, non dovreste perdere neppure: Via Garibaldi, Palazzo Spinola, la Cattedrale di San Lorenzo e tutti i caratteristici caruggi di Genova.

3. 4 idee su cosa fare a Genova

Chi ci vive dice sempre che non bastano i mesi per conoscere bene Genova. Però fare le esperienze giuste aiuta. E allora, che cosa fare a Genova, dopo aver visitato l’Acquario?
Da provare almeno una volta è l’Ascensore Spianata Castelletto, uno dei più amati perché porta a uno dei più suggestivi belvedere della città.
Una visita al Museo della Lanterna di Genova lascerà un meraviglioso ricordo in chi apprezza mostre multimediali con racconti e testimonianze su Genova e la sua provincia.
Infine, la Casa dei Cantautori genovesi è l’occasione per scoprire gli influssi che la città ha avuto sulla canzone d’autore italiana.

4. Cosa mangiare a Genova: 8 specialità

La tradizione gastronomica genovese è ricchissima e variegata, rinomata per la sua semplicità e per il legame indissolubile con i prodotti della terra. Cosa mangiare a Genova? Date uno sguardo a questa lista e capirete che non c’è che l’imbarazzo della scelta:

  • Si parte, inevitabilmente, dal pesto alla genovese, il rinomato condimento a base di basilico con cui si condiscono le trofie ma anche con i testaroli considerati il tipo di pastasciutta più antico.
  • Parlando di primi piatti i pansotti, una golosa pasta a forma di triangolo con ripieno di verdure, condita con una salsa di noci e panna sono altrettanto squisiti.
  • Non si può dire Genova senza dire focaccia. Quella genovese si mangia a colazione insieme al cappuccine e poi c’è la focaccia di Recco, diventata parte della tradizione genovese DOC: una deliziosa e sottile focaccia al formaggio che vi riappacificherà con il mondo, infine la farinata genovese, un croccante e sottile mix di farina di ceci ed olio cotto in forno caldo.
  • Appassionati di secondi ecco che la cima genovese, una parte del vitello con un ripieno di uova, piselli, pinoli, parti della carne stessa, erbette di campo e formaggio soddisferà i più esigenti tra di voi.

Ma non finisce qui. Tra le altre specialità da non perdere troviamo la torta verde ligure; la trippa alla genovese e lo stoccafisso alla genovese. Provare per credere.

5. I luoghi insoliti di Genova

Sfaccettata e dalle mille alternative, Genova è una città eclettica come poche.
 I luoghi insoliti di Genova abbondano, a partire da Villa Durazzo Pallavicini: una storica dimora nobiliare ideata come un percorso scenografico-teatrale in tre atti che si sviluppa sul versante delle colline di Genova Pegli.

È molto caratteristico anche il Cimitero Monumentale di Staglieno, tra i più importanti d'Europa.
Imperdibile il Palazzo della Meridiana di Genova, significativa testimonianza del rinnovamento architettonico genovese con affreschi e decori di grande pregio. L’Ascensore Castello d'Albertis-Montegalletto è un altro particolare impianto di trasporto pubblico, un mix tra funicolare e ascensore, da prendere per giungere al castello con il Museo delle culture del mondo. Consigliati anche i Truogoli di Santa Brigida e il Quartiere del Carmine.