Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Magazine

Friuli Venezia Giulia

Il Friuli Venezia Giulia è tra i luoghi più attrattivi al mondo per i nomadi digitali

Se prima della pandemia lo smart working in Italia era estremamente raro e poco utilizzato dalle aziende, oggi si può dire che sia una pratica abbastanza diffusa.

28 dicembre 2022

4 minuti

Lavorare da remoto può essere una grandissima risorsa per tutte le parti in gioco beneficiando anche del work-life balance.

E se il remote working ha portato con sé nuove esigenze, come l’aggiornamento della velocità di connessione internet, un miglioramento degli spazi adibiti al lavoro da casa, ma anche la nascita di luoghi di coworking, la flessibilità lavorativa ha introdotto nuove opportunità per i cosiddetti nomadi digitali. L’Italia si è presto trasformata nel luogo d’elezione per chi, avendo la possibilità di svolgere il proprio lavoro da remoto, ha voluto cogliere questa occasione per girare il mondo. Tra le regioni italiane meglio attrezzate per accogliere i nomadi digitali c’è sicuramente il Friuli-Venezia Giulia, che a partire da ottobre 2022 ha aderito al programma Live and Work Anywhere di Airbnb, promuovendo i soggiorni a lungo termine.

Friuli-Venezia Giulia e AirBnb insieme per accogliere i nomadi digitali

friuli venezia giulia airbnb

Il Friuli-Venezia Giulia si candida come meta ideale per i nomadi digitali italiani, ma soprattutto stranieri, che vogliono scoprire una regione unica nel suo genere, ricchissima di attrattive e opportunità. Dove, inoltre, la qualità della vita è altissima, lo afferma la classifica del 2021 del Sole24ore.

Da un lato abbiamo Airbnb che promuove e consiglia tutte le strutture dove potersi trasferire temporaneamente per lavorare in smart working, dotate di ampi spazi luminosi, servizi confortevoli e Wi-Fi efficiente e rapidissimo. Dall'altro, abbiamo il portale della Regione friulana dedicato ai digital nomad, che consiglia i luoghi dove poter lavorare da remoto e gli eventi da non perdere. Registrandosi sul sito, inoltre, si potrà ottenere la propria FVG card gratuita o fortemente scontata, per consentire ai nomadi di conoscere il territorio e le sue bellezze. Si tratta di un pass di accesso settimanale a tantissimi luoghi e ad altrettanti eventi culturali e attività, come le degustazioni di vino, fiore all’occhiello del Friuli-Venezia Giulia. Una collaborazione virtuosa, che porterà alla creazione di una rete sempre più fitta di realtà nel nome dello sviluppo economico del territorio.

Perché proprio il Friuli-Venezia Giulia

perche proprio il friuli nomadi digitali

Destinazione lontana dalla mete più canoniche, il Friuli-Venezia Giulia è un esempio virtuoso: con l’iniziativa Agile Fvg ha stanziato contributi a fondo perduto per micro e piccole imprese, lavoratori autonomi e cooperative per incentivare la pratica dello smart working, aggiornando procedure e strumentazione, oltre che cultura aziendale. Una mentalità e un approccio volti a rendere sempre più comune e diffusa la pratica del lavoro da remoto, che ha tantissimi vantaggi in termini di miglioramento della qualità della vita.

Ma a rendere il FVG perfetto per i nomadi digitali non sono esclusivamente vantaggi e incentivi, ma anche una ricchezza storica e artistica di inestimabile valore. Sospeso tra Slovenia, Austria e Italia, nei secoli è stato crocevia di popoli che ne hanno modellato le città, i luoghi, la lingua, la cucina fino al temperamento delle persone. Monumenti e musei si sommano a una grande cultura enogastronomica, con vere e proprie eccellenze conosciute in tutto il mondo, partendo dal vino, passando per il prosciutto San Daniele, per finire con il formaggio Montasio.

A chiudere il cerchio, lo spettacolare scenario naturale: il Carso, le Alpi e la costa fanno sì che qui si possa scegliere tra escursioni in montagna, visite alle grotte carsiche, sciate tra le più belle piste d'Europa e rilassanti soggiorni vista mare: c'è davvero tutto.

Crediti: Regione Friuli Venezia Giulia

Cosa non perdere assolutamente in Friuli-Venezia Giulia

cosa non perdere in friuli

Udine, piacevole città medievale, accoglie i visitatori nella bellissima piazza Libertà in stile veneziano, con la celebre Loggia del Lionello e, di fronte, la Loggia e Tempietto di San Giovanni.

Trieste è una città magica che vi farà respirare un’aria malinconica e poetica, che diventa poi drammatica quando soffia la bora. Imperdibili il Castello di Miramare, la Piazza Unità d'Italia, la Cattedrale di San Giusto, dalla quale godere della vista della città e del suo golfo, e la Risiera di San Sabba.

Gorizia è divisa letteralmente in due: al di là c’è Nova Gorica, dal 1947 non più Italia; è una città che ha vissuto più vite facendo parte di diversi regni e nazioni, mantenendosi unita nonostante le differenze. Oggi, con l’ingresso della Slovenia nell'Unione Europea, il legame tra i due paesi e le due parti della città è più solido che mai. La zona collinare nei dintorni è un luogo da sogno tra borghi e degustazioni di vini: si estende lungo l’Isonzo verso la Slovenia e qui si trova la maggior parte delle aziende vinicole friulane.

La regione vanta poi cinque siti patrimonio UNESCO: la cittadina di Aquileia, Cividale del Friuli e Palmanova, Palù di Livenza e le Dolomiti Friulane e d’Oltre Piave. In questi luoghi incantati, sarà possibile godere della flora e della fauna friulana attraverso incantevoli escursioni o sensazionali sessioni di sci.

In Friuli Venezia Giulia, si trovano anche celebri località marittime come Lignano Sabbiadoro e Grado, che si animano in estate. Ma anche il Golfo di Trieste, dove è possibile godersi rilassanti giornate in spiaggia, in un paesaggio molto suggestivo. Tra montagna, fiumi, campagna, colline e infine mare, il Friuli-Venezia Giulia si classifica come una delle regioni italiane più complete che offre la possibilità di scoprire posti incantevoli. 

Crediti: Regione Friuli Venezia Giulia

Ti potrebbe interessare

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.