Salta il menu

Museo Degli Orologi Da Torre

Panoramica

Nel 1997 a San Marco, nello spazio attualmente designato da Palacrok, Salvatore Ricci, maestro orologiaio e Ufficiale al Merito della Repubblica, ha realizzato un sogno che aveva coltivato durante tutta la vita: su autorizzazione della Giunta Comunale ha allestito una mostra permanente di circa cinquanta meccanismi di antichi orologi da torre rinvenuti e acquistati in tutta Italia e talvolta anche al di fuori dei confini nazionali e riportati a funzionare. Nasce così il Museo civico degli orologi da torre.

Salvatore Ricci proveniva da una famiglia contadina. Tuttavia, nonostante le necessità quotidiane l’avessero costretto a occuparsi dei lavori dei campi e della pastorizia, in età adulta aveva potuto frequentare un corso regionale di Radio Tecnico professione che aveva sempre desiderato esercitare. Aveva lavorato nel Sannio, nel Lazio e anche a Torino, finché il Cavalier Roberto Trebino, titolare di un’azienda di orologeria con sede a Uscio (Genova) non lo aveva notato durante un lavoro e aveva iniziato a contribuire alla svolta che avrebbe portato Salvatore a diventare “l’uomo del tempo”. Giunto a San Marco per installare un orologio nella torretta dell’edificio scolastico “Baricelli”, ristrutturato dopo il terremoto del 1962, il cavalier Trebino fu aiutato proprio dal Ricci. Fu così che iniziò la collaborazione tra i due e Salvatore Ricci diventò manutentore degli orologi Trebino installati nelle province di Benevento, Isernia, Campobasso, in Calabria e in Puglia. Nel suo lavoro Ricci ricerca, compra e salva dall’oblio antichi meccanismi che ora, grazie alle sue abili mani, tornano a scandire le ore nel Museo di San Marco.

Museo Degli Orologi Da Torre
3,, Via Rovagnera, 1, 82029 San Marco dei Cavoti BN, Italia
Chiama +390824984009 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Spiritualità
Campania, una via Francigena ricca di storia

Campania, una via Francigena ricca di storia

Natura
Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Città d'arte
Castel dell'Ovo - Napoli, Campania

Napoli, incantevole città di mare e cultura

Città d'arte
Cosa vedere a Napoli in due giorni

Cosa vedere a Napoli in due giorni

Siti storici
Le catacombe di Napoli

Le catacombe di Napoli

Borghi
Procida

Procida: l’isola incantata di case acquerello e mare turchese

UNESCO
941237456

Alla scoperta dell'Area archeologica di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata

Arte e cultura
Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Tour e esperienze
reggia di caserta vista dall'alto

Napoli-Caserta, un viaggio da re

UNESCO
614626686

Costiera Amalfitana, un ipnotico affaccio sul mare blu cobalto

UNESCO
Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

UNESCO
La Reggia di Caserta, sontuoso trionfo del barocco italiano

La Reggia di Caserta, sontuoso trionfo del barocco italiano

UNESCO
L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

Città d'arte
Procida, la cultura non isola

Procida, la cultura non isola

Arte e cultura
San Michele alle Grottelle

San Michele alle Grottelle

Enogastronomia
storia del pomodoro san marzano campania

La regione Campania attraverso la pizza di Gino Sorbillo

Siti storici
Bagni della Regina Giovanna

Ai Bagni della regina Giovanna per un tuffo in un angolo di paradiso

Enogastronomia
napoli-pizza-una-lunga-storia-d-amore

Napoli e la pizza, una lunga storia d’amore

Divertimento
Stazione zoologica Anton Dohrn, l’acquario del Mare Nostrum

Stazione zoologica Anton Dohrn, l’acquario del Mare Nostrum

Isole
I sentieri di Ischia

I sentieri di Ischia

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.