Salta il menu

Santuario di Montevergine

Panoramica

Nel XII secolo, fu Guglielmo da Vercelli, in pellegrinaggio verso la Terra Santa, a fermarsi qui, sul versante meridionale del monte Vergine, poco distante da Avellino, per costruire un santuario dedicato alla Madonna e fondare l’ordine monastico verginiano. Da allora, basilica e monastero vissero un’epoca di grande splendore grazie al favore dei re di Sicilia. Conobbero poi un periodo di decadenza fino a trasformarsi in commenda nel 1430. Alla basilica, articolata in due corpi, si accede da un cortile. Di fronte si trova l’ingresso del Museo dell’Abbazia, che conserva una sedia abbaziale del XII secolo, con intarsi in stile arabeggiante, la tavola Madonna di S. Guglielmo, della fine del XII secolo e un duecentesco Crocifisso ligneo di scuola francese. Inoltre, tele datate tra il ’400 e il ’700, statue del XII-XV secolo, paramenti del XII-XIII secolo. La Mostra permanente del Presepe espone un presepe napoletano ed esemplari provenienti dal mondo dal ’600 a oggi. A sinistra si passa nella chiesa vecchia, ricostruzione barocca di un precedente edificio gotico; l’altare maggiore, a intarsio di madreperla, lapislazzuli e agate, risale alla metà del ’600, mentre nella cappella del SS. Sacramento, a destra della cappella maggiore, c’è un baldacchino della seconda metà del XIII secolo (successivamente modificato), con un ciborio marmoreo del ’400. A sinistra della chiesa vecchia, un’arcata dà accesso alla chiesa nuova, eretta nel 1952-61 ispirandosi alle forme del romanico. Costruita su un luogo di culto barocco, di cui incorpora quasi per intero la navata sinistra, è imponente (misura 54 m di lunghezza per 25 di larghezza), ma a catturare lo sguardo è l’altare maggiore sul quale – sopra un trono di marmi, bassorilievi e statue in bronzo e argento – fa bella mostra di sé la grande tavola della Madonna di Montevergine, per i fedeli “Mamma Schiavona”, opera della fine del XIII secolo di Montano d’Arezzo,  venerata ogni anno da oltre un milione di pellegrini che giungono fin qui; le fa da sfondo un mosaico monocromo moderno di Jànos Hajnal. Nella cripta è custodito il sepolcro di Guglielmo da Vercelli.

Santuario di Montevergine
Via Santuario, 83013 Mercogliano AV, Italia
Sito Web

Ti potrebbe interessare

Natura
Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Ospitalità
agriturismi green in campania

7 agriturismi in Campania per il perfetto connubio di ecosostenibilità e gusto

Arte e cultura
Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Città d'arte
Castel dell'Ovo - Napoli, Campania

Napoli, incantevole città di mare e cultura

Città d'arte
Cosa vedere a Napoli in due giorni

Cosa vedere a Napoli in due giorni

Siti storici
Le catacombe di Napoli

Le catacombe di Napoli

Città d'arte
Procida, la cultura non isola

Procida, la cultura non isola

Spiritualità
Campania, una via Francigena ricca di storia

Campania, una via Francigena ricca di storia

Borghi
Procida

Procida: l’isola incantata di case acquerello e mare turchese

UNESCO
941237456

Alla scoperta dell'Area archeologica di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata

Tour e esperienze
reggia di caserta vista dall'alto

Napoli-Caserta, un viaggio da re

UNESCO
L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

UNESCO
Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

UNESCO
La Reggia di Caserta, sontuoso trionfo del barocco italiano

La Reggia di Caserta, sontuoso trionfo del barocco italiano

UNESCO
614626686

Costiera Amalfitana, un ipnotico affaccio sul mare blu cobalto

Isole
Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Procida, crocevia di esperienze per tutti i sensi

Enogastronomia
storia del pomodoro san marzano campania

La regione Campania attraverso la pizza di Gino Sorbillo

Spiritualità
san-cono-piazza-destination

Festa di San Cono

Siti storici
Bagni della Regina Giovanna

Ai Bagni della regina Giovanna per un tuffo in un angolo di paradiso

Enogastronomia
napoli-pizza-una-lunga-storia-d-amore

Napoli e la pizza, una lunga storia d’amore

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.