Salta il menu

Chiesa di Santa Maria degli Angeli 'il Santuccio'

Panoramica

La chiesa del Santuccio, già parte dell’ex monastero agostiniano femminile di Santa Maria degli Angeli, fu costruita nel 1352 e poi ricostruita nel 1577 dall’architetto senese Annibale Bichi. Il nome deriva dal fatto che i principali benefattori erano membri della nobile famiglia senese Santucci. In principio, le monache del Santuccio vivevano di elemosina, si dedicavano alla lavorazione dei bachi da seta, coltivavano la vigna situata sul retro del convento e accoglievano le doti di ragazze di famiglie abbienti che sceglievano di prendere i voti.
Sull’altare maggiore vi è un’ampia tela con Madonna, il Bambino e i Santi iniziata da Francesco Vanni nel 1610, poi continuata da Ventura Salimbeni e conclusa da Sebastiano Folli nel 1614. Le opere ai lati dell’altare – la tela con Santa Cecilia all’organo risalente al primo quarto del Seicento attribuita a Antonio Buonfigli e l’affresco con del concerto d’angeli firmato da Ventura Salimbeni e datato 1612 – richiamano la passione per la musica delle giovani agostiniane del Santuccio che suonavano e si dedicavano al canto. A tal proposito, si fa notare che alla chiesa del Santuccio appartiene uno degli organi più antichi ancora esistenti, risalente al 1531 e modificato nel Seicento, attualmente in restauro.
Il ciclo di affreschi alle pareti, realizzato da Ventura Salimbeni, illustra sei storie della vita di San Galgano. Tra tutti gli episodi spicca la rappresentazione della Spada nella Roccia con il Santo inginocchiato in preghiera, che segna la fine della sua vita militare e l’inizio di quella eremitica.
All’interno del convento era presente un prezioso reliquiario d’argento di Pace di Valentino, che custodiva la reliquia della Testa di San Galgano, oggi esposta presso il Museo dell’Opera del Duomo.
Dalla fine del Settecento fino alla seconda metà dell’Ottocento, nonostante le soppressioni degli ordini religiosi, la chiesa non venne abbandonata ma divenne un rifugio per monache provenienti da altri monasteri. All’inizio del Novecento le poche monache ancora presenti furono trasferite in un altro monastero e l’edificio venne adibito a scuola professionale.

Chiesa di Santa Maria degli Angeli 'il Santuccio'
Via Roma, 69, 53100 Siena SI, Italia
Chiama +390577286143 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Enogastronomia
Photo by: Thomas Williams and Meagen Collins

Le specialità DOP e IGP della Toscana

Tour e esperienze
Toscana in auto tra natura, arte e sapori unici

Toscana in auto tra natura, arte e sapori unici

Arte e cultura
Città d’arte, paesaggi da sogno e buon cibo: la Toscana è il sogno di ogni turista

Città d’arte, paesaggi da sogno e buon cibo: la Toscana è il sogno di ogni turista

Cicloturismo
Siena e dintorni: due ruote, infinite emozioni

Siena e dintorni: due ruote, infinite emozioni

Enogastronomia
Photo by: Flavia Cori

Street Food alla toscana

Cicloturismo
1600X1000_sterrati_strade_bianche_cardina_1.jpg

Tra borghi medievali e colline incantate: in bici lungo gli sterrati della Strade Bianche

Sport
Ciclisti in una tratto turistico della Toscana

Toscana, in bicicletta nel senese tra vini e acque termali

Spiritualità
Weekend in Val d'Orcia: 10 chiese e monasteri imperdibili

Weekend in Val d'Orcia: 10 chiese e monasteri imperdibili

UNESCO
Siena e il fascino discreto del suo centro storico

Siena e il fascino discreto del suo centro storico

Borghi
Montepulciano

Montepulciano

Spiritualità
La via Francigena toscana, dove il tempo sembra essersi fermato

La via Francigena toscana, dove il tempo sembra essersi fermato

UNESCO
Pienza, la città ideale di nome e di fatto

Pienza, la città ideale di nome e di fatto

UNESCO
San Gimignano, un viaggio nel fascino del Medioevo e nella magia della Natura

San Gimignano, un viaggio nel fascino del Medioevo e nella magia della Natura

Siti storici
San Gimignano

San Gimignano, la città delle 14 torri

Enogastronomia
Viaggio gourmet in Toscana alla scoperta della sua biodiversità

Viaggio gourmet in Toscana alla scoperta della sua biodiversità

Arte e cultura
La primavera svela la Toscana in tutto il suo splendore

La primavera svela la Toscana in tutto il suo splendore

Arte e cultura
Prato, dove l'arte ti abbraccia a ogni passo

Prato, dove l'arte ti abbraccia a ogni passo

UNESCO
1175434156

Il centro storico di Firenze, tra i più belli al mondo

Spiritualità
In Toscana alla scoperta del pavimento del Duomo di Siena

In Toscana alla scoperta del pavimento del Duomo di Siena

Natura
I paesaggi della Toscana

I paesaggi della Toscana

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.