Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

sardegna

Jogging in autunno è la bellezza di correre fronte acqua: il segreto dello sport in Sardegna

07 ottobre 2022

2 minuti

L’autunno in Sardegna è una stagione dolcissima sia per godersi magnifiche camminate, sia per mettersi alla prova facendo jogging sui molti percorsi naturali disponibili: di livelli diversi, ma tutti immersi nell’incredibile paesaggio sardo.

Dal trekking alla bici, dagli sport acquatici alla corsa: concedersi un’ora di sport in Sardegna fa bene a corpo, mente e spirito. Ogni sentiero trasforma una semplice camminata in Sardegna in un’occasione unica per scoprirne angoli meno noti e affollati, borghi antichi, addentrarsi in paesi fantasma, assaporare tradizioni antiche.

Correre tra scorci mozzafiato e il respiro del mare sempre sullo sfondo è impagabile: per trasformare questa frase fatta in verità, vi basterà allacciare le scarpe da ginnastica.

1. Una corsa tra Cala Ginepro e Orosei, la meraviglia della natura

corsa cala ginepro

Se di solito correte in città, apprezzerete subito la meraviglia di un allenamento in mezzo alla natura. A Cala Ginepro potete attraversare per km sentieri sterrati, macchia mediterranea e pinete profumate in riva al mare, oppure correre direttamente sulla sabbia. Il terreno morbido e l’aria pulita renderanno l’esperienza ancora più emozionante e nuova. Poco più a sud si trova Orosei, uno dei luoghi magici della Sardegna, che offre bellissimi scorci.

2. Di corsa da Pula a Nora: un percorso per tutti

corsa pula a nora

Il tragitto che unisce Pula e Nora, e ritorno, è lungo circa 7 km e mezzo. Si parte da piazza del Popolo a Pula e poi si imbocca viale Nora per dirigersi verso il mare. Una volta arrivati in fondo alla spiaggia, si torna indietro attraversando la Pineta di Su Guventeddu. Un percorso adatto a tutti.

3. Jogging ad Alghero sul lungomare

corsa ad alghero

Lungo la Riviera del Corallo si può scegliere tra due percorsi adatti a ogni runner. Il primo è lungo 6 km, parte dal porto e segue il lungomare Barcellona, poi costeggia la spiaggia fino alla pineta e devia verso l’interno per tornare al punto di partenza.

Il secondo è più impegnativo, lungo 13 km. Parte anch’esso dal porto e arriva alla pineta ma poi prosegue fino a Fertilia, prima di tornare indietro per chiudere il circuito.

4. Un anello per correre intorno a Villasimius

corsa villasimius

Se siete allenati, farà per voi il percorso ad anello da Capo Carbonara a Villasimius, lungo 14 km. Richiede circa un’ora e mezza di buon passo lungo sentieri facilmente accessibili, ma di livello intermedio. In alternativa potete deviare fino a Punta Molentis correndo lungo il tratto di costa.

5. Scoprire le calette del nord a passo spedito

corsa calette

Godetevi magnifiche corse a bordo mare intorno a Palau alla scoperta di tutte le calette nascoste del nord della Sardegna e spingetevi fino all’Isola dei Gabbiani. Da Palau si arriva in poco più di 10 km di corsa di fronte all’arcipelago della Maddalena. Un percorso più lungo alla scoperta delle spiagge del nord è quello che collega la spiaggia della Marinedda alla Costa Paradiso: sono 20 km di meraviglia.

6. Di corsa a Monte Nai in Costa Rei

corsa monte nai

Splendidi paesaggi si aprono lungo i sentieri che percorrono la zona intorno a Monte Nai sulla Costa Rei. Ce n’è per tutti i gusti e la lunghezza del percorso si può calibrare sulle proprie capacità senza rinunciare a un’immersione nell’anima sarda più autentica.

7. Nel parco naturale di Molentargius-Saline, per vedere i fenicotteri

corsa molentargius saline

Affacciata sul Golfo degli Angeli, questa area protetta è legata alla storia dei molentargius che conducevano i muli carichi di sale. Oggi, è un’area di nidificazione dei fenicotteri e passando nella giusta stagione si vedrà un mare di piume rosa. Il momento migliore per una corsetta da queste parti è al tramonto, quando il cielo rosso si specchia nell’acqua.