Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Sardegna

Dalla Costa Paradiso a Palau, tra spiagge e cultura

Il litorale che va dalla costa nord-ovest a quella nord-est della Sardegna è l’itinerario ideale per gli amanti delle baie da sogno e per chi predilige unire alle bellezze paesaggistiche quelle culturali. Tutto questo è possibile muovendosi dalla Costa Paradiso, dal nome non a caso così altisonante per le sue incantevoli spiagge, alla località turistica di Palau, dai paesaggi mozzafiato.

1. Tappa 1: Costa Paradiso

Spiaggia di Rena Bianca, Santa Teresa di Gallura - Sardegna

Tra Santa Teresa di Gallura e Castelsardo, nella Sardegna nord-occidentale, si estende il roccioso e frastagliato litorale della Costa Paradiso, immerso nei ginepri della macchia mediterranea. Piccoli fazzoletti di sabbia racchiusi in baie incantevoli, tra mucchi di scogli, piscine naturali e fiordi. Un vero e proprio angolo di paradiso dall’aspetto spesso selvaggio, dove il vento non manca mai, anzi scolpisce le rocce donando forme bizzarre. Proprio come fa il maestrale sull’Isola Rossa, piccolo e suggestivo borgo di pescatori.

Il vento fa da padrone anche alla penisola di Capo Testa, promontorio di roccia di grande importanza strategica in epoca romana per la presenza di cave di granito; qui, ancora oggi, è possibile visionare resti delle colonne sbozzate.

Infine, Santa Teresa di Gallura, borgo che d’estate si anima di turisti, con le sue calette nascoste tra pareti di granito, modellate dalla natura. È la finestra privilegiata verso le Bocche di Bonifacio, lo stretto che separa l’isola dalla Corsica e che in alcuni punti è lungo appena 11 chilometri.
Trafficatissimo da navi passeggeri e da imbarcazioni di ogni tipo che, soprattutto nella bella stagione, raggiungono le incantevoli isole dell’Arcipelago della Maddalena. Caprera, Santo Stefano, Budelli, Santa Maria, Razzoli, Spargi, oltre a La Maddalena, appunto. Da qui ogni giorno grandi barconi, catamarani o gommoni partono per il tour di queste isole paradisiache.

2. Tappa 2: Palau

Palau, Sardegna

Incastonata in un’insenatura che la ripara dalla tramontana, Palau sorge sulla costa nord-orientale della Sardegna, a pochi chilometri dalla Costa Smeralda, davanti all’arcipelago de La Maddalena.

Se il mare cristallino è forse la principale attrattiva, a suscitare suggestione è anche la costa rocciosa, che grazie all’erosione praticata dal vento e dal tempo, si è pian piano plasmata, originando sculture naturali. Come quella dell’Orso, ormai simbolo del borgo, così chiamata proprio perché ricorda il grande mammifero, che sembra rivolgere il capo verso il mare, di fronte Caprera.

Poco distante, ecco Porto Raphael con le sue case bianche immerse in colorati giardini e la caratteristica piazzetta, da cui parte la scalinata che conduce fino all’antica vedetta militare. È proprio da quest’altezza che si può ammirare il più bel panorama su La Maddalena e l’intera costa.

Ma Palau è anche ricco di storia. Non si può non fare un salto al preistorico nuraghe Luchìa o alle Tombe dei Giganti, il cui nome deriva dalle mastodontiche dimensioni.