Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

Liguria

In Liguria a scuola di surf: i 5 spot della riviera

Con le sue mareggiate autunnali e invernali e le onde che superano i 2 metri d’altezza, la Liguria è tra le regioni italiane più ambite dai surfisti.

Vi proponiamo una classifica di 5 spot, i posti dove frangono le onde migliori, distribuiti lungo l’intero arco della costa ligure. Alcuni raggiungibili solo a piedi, dopo una camminata un po’ impervia tra le rocce, altri più semplici da trovare.
Tutti imperdibili.

1. A Bogliasco, come negli anni 70

A circa 10 chilometri a ovest di Genova c’è il borgo di Bogliasco, spot particolarmente importante per il mondo del surf: è qui che nei primi anni 70 tutto è cominciato, con i pionieri che si avvicinavano a questa disciplina praticamente ancora sconosciuta.

L’area in cui ci si posiziona per prendere l’onda, la cosiddetta line up, è allineata alla punta estrema del porticciolo turistico, punto di riferimento che rende sicuramente più immediato il posizionamento.

2. Recco: paradiso dei principianti

Poco distante da Bogliasco, ecco Recco, meta ideale non solo per i surfisti esperti, ma soprattutto per quelli alle prime armi. L’alta frequenza di onde piccole, infatti, rende facile ogni manovra ed è la condizione ideale per prendere dimestichezza con la tavola. Nel paesino ligure sorge, inoltre , la scuola di surf più grande d’Italia, la Blackwave Surf School e il Surfestival, festa celebrata tra i mesi di maggio e giugno, che vanta la competizione dei migliori atleti del settore.

3. Varazze: in attesa del libeccio

Sulla Riviera di Ponente lo spot preferito dai surfisti è quello di Varazze. Qui, i più esperti trovano il mare ideale con cui divertirsi, soprattutto d’inverno o in autunno inoltrato. Quando il libeccio spira forte, infatti, il desiderio di cavalcare le onde imponenti diventa fortissimo e gli acrobati dell’acqua si lasciano ammaliare.

4. Levanto: dove le onde superano i 4 metri

A due passi dal Parco Nazionale delle Cinque Terre è la baia di Levanto, le cui onde sfiorano i 4 metri di altezza. Facile intuire come il luogo sia una delle mete più ambite dai cacciatori d’onde. Tanti sono gli spot, le cui caratteristiche variano in base alla diversità dei fondali. Venti e maree dettano le condizioni del mare: i più propizi sono il libeccio e il maestrale, ma i surfisti non si lasciano scoraggiare neanche quando soffia lo scirocco. 

5. Lerici: la Venere azzurra del surf

Sempre più frequentato dai surfisti è, infine, l’incantevole borgo di Lerici, nel Golfo di La Spezia. La cosiddetta Venere azzurra è tra gli spot liguri più battuti d’inverno, soprattutto in condizioni di grosse mareggiate, quando il libeccio batte la riviera di Levante. A proteggere la spiaggia ci pensa, infatti, una robusta diga.