Salta il menu

Teatro Herberia Rubiera

Panoramica

Si ritiene che a Rubiera fosse attiva una filodrammatica che offriva servizi sia nelle residenze private che presso il Teatro Comunale, dove spesso si alternavano compagnie di giro fin dai primissimi anni del Settecento e per tutto il secolo XIX. Ubicazione e forma di tale teatro sono ben visibili in una planimetria dell’attuale Residenza Municipale (Palazzo Sacrati) conservata presso l’archivio storico di Rubiera, disegnata tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento.
Dobbiamo giungere al 1882 per la costituzione di una Società Filodrammatica, la quale rappresentò la commedia “La dama e l’artista” e poi la farsa “Un calcio di ignota provenienza”. Dopo di ciò, ci furono altri numerosi spettacoli, fino all’inizio del Novecento. In quel periodo, le funzioni del luogo teatrale cominciarono a cambiare: oltre alle consuete esibizioni, si aggiunsero anche proiezioni cinematografiche, diventando formula popolare fino al 1930 (e in alcuni casi prosegue persino oggi).
Tuttavia, per adeguare la vecchia struttura alle nuove esigenze di spettacolo, come richiesto dal Regolamento sulla vigilanza dei teatri e luoghi destinati a pubblico spettacolo, si rendevano necessari cambiamenti, quali un sufficiente numero di uscite d’emergenza, scale in pietra e una cabina di proiezione ignifuga. Perciò, nel 1913, il Teatro Comunale dovette chiudere e solo successivamente, nel 1925, si costituì una nuova società, che acquisì un appezzamento del terreno a Nord del Forte, e realizzò un teatro, denominato Herberia, inaugurato il 14 gennaio 1926 con la “Bohème” di Giacomo Puccini.
L’edificio ha caratteristiche tipologiche tardo-liberty e internamente presenta una ricca decorazione in stucco. Rimasto attivo fino agli anni ’50, fu poi trasformato in un cinematografo, ma nel 1988 il Comune lo acquisì, e nel 1998 lo riaprì con eventi che durarono tre giorni.
Il teatro è stato ristrutturato dall’architetto Ada Defez con l’obiettivo di preservare lo stile Art Nouveau introducendo nuove tecnologie per rendere il tutto più flessibile e multifunzionale. Sono presenti piattaforme idrauliche che consentono diverse configurazioni del teatro, a seconda dello spettacolo in corso. Il teatro può ospitare fino a 420 persone.

Teatro Herberia Rubiera
Piazza Antonio Gramsci, 1/B, 42048 Rubiera RE, Italia
Chiama +390522620852 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Sport
Cerreto Laghi, sciare tra natura e romantici corsi d’acqua

Cerreto Laghi, sciare tra natura e romantici corsi d’acqua

Enogastronomia
Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Sport
Neve, sport e divertimento in Emilia Romagna: cosa fare, dove sciare

Neve, sport e divertimento in Emilia Romagna: cosa fare, dove sciare

Arte e cultura
Presepe della Marineria, Cesenatico - Emilia-Romagna

Emilia-Romagna, dove ospitalità, divertimento e buona cucina vi sedurranno

Enogastronomia
Parmigiano

Parmigiano Reggiano: l’eccellenza

Enogastronomia
Emilia-Romagna, dove la gastronomia è un impero dei sensi

Emilia-Romagna, dove la gastronomia è un impero dei sensi

Enogastronomia
Photo by: Marco Fortini

Emilia Romagna: viaggio alla scoperta del tortello

Enogastronomia
Cappellacci

Emilia Romagna, esperienze da vivere nella terra dei sapori

Relax e benessere
Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Cicloturismo
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Natura
Cimone

6 tappe tra i segreti della natura bolognese

Relax e benessere
Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Divertimento
motor valley

Adrenalina pura tra storia e passione nella Motor Valley

Città d'arte
Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Enogastronomia
Botti Aceto Balsamico

Aceto balsamico di Modena

Musei e monumenti
Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Musei Ferrari: da Modena a Maranello, in viaggio con le “rosse”

Relax e benessere
In Emilia Romagna il benessere termale ha i sapori del territorio

In Emilia Romagna il benessere termale ha i sapori del territorio

Relax e benessere
Castrocaro Terme, antica oasi di benessere e natura, tra Medioevo e Rinascimento

Castrocaro Terme, antica oasi di benessere e natura, tra Medioevo e Rinascimento

Enogastronomia
La piadina, regina della Romagna

La piadina, regina della Romagna

Enogastronomia
Parma

Musei del cibo di Parma

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.