Salta il menu

Teatro Masini

Panoramica

L’Accademia dei Remoti, consorteria di intellettuali e artisti costituitasi nel 1673, ebbe molta importanza per la vita culturale e artistica di Faenza. Nel 1714 nella sede dell’Accademia venne fatto costruire un teatro a palchetti in legno con cavea suddivisa in tre ordini, su disegno di Carlo Cesare Scaletta, poi inaugurato nel 1723. Purtroppo la struttura lignea andò presto in rovina e così nel 1777 venne fatta richiesta di costruire un nuovo teatro, dopo la demolizione del precedente. Fu scelta una sede che permettesse la costruzione di un teatro più grande su progetto dell’architetto Giuseppe Pistocchi. La costruzione del nuovo teatro ebbe inizio nel 1780 e, dopo alterne vicende, anche finanziarie, fu terminato nel 1787. Si componeva di portico, atrio, sala dell’uditorio, con cavea formata da quatto ordini di palchi, più il loggione. Nel corso dei secoli, com’è naturale che sia, si sono susseguiti vari interventi di restauro, tra cui vanno ricordati quelli imponenti del 1850-53 che misero mano radicalmente a tutto l’edificio.
A oggi la facciata del teatro è divisa in due registri: in quello superiore, a parete piena, si apre una serie di finestre timpanate. Il registro inferiore è costituito da dieci colonne ioniche sorreggenti una trabeazione recante in origine una epigrafe dedicatoria. Sotto il portico, nella parete d’ingresso, si aprono cinque porte architravate e sovrastate da lunette in origine aperte per dare luce all’atrio. La sala, a forma di ferro di cavallo, è a quattro ordini di venti palchi, più quello centrale e i due di proscenio che hanno doppia altezza: questi ultimi tre decorati con statue che reggono cornucopie, cartigli e corone d’alloro. L’edificio termina con il vasto palcoscenico di dimensioni uguali alla sala dell’uditorio, munito di vani di servizio nella parte finale: sono tuttora esistenti due arlecchini di differenti dimensioni.
Dopo delicate operazioni di restauro, il teatro ha aperto di nuovo i battenti nel 1990-1991.

Teatro Masini
Piazza Nenni, 3, 48018 Faenza RA, Italia
Chiama +39054622464 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Relax e benessere
Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Cicloturismo
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Relax e benessere
Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Relax e benessere
Terme di Riolo, sull’appennino, tra fanghi sorgivi e i tesori del territorio

Terme di Riolo, sull’appennino, tra fanghi sorgivi e i tesori del territorio

Spiritualità
Ghetto ebraico in Romagna

Itinerario ebraico: in Romagna tra ghetti e sinagoghe

Laghi
Le Valli di Comacchio

Le Valli di Comacchio

Divertimento
Mirabilandia: in Emilia Romagna il primo parco divertimenti d’Italia

Mirabilandia: in Emilia Romagna il primo parco divertimenti d’Italia

Enogastronomia
Cappellacci

Emilia Romagna, esperienze da vivere nella terra dei sapori

Enogastronomia
Photo by: Marco Fortini

Emilia Romagna: viaggio alla scoperta del tortello

Natura
Cimone

6 tappe tra i segreti della natura bolognese

Divertimento
motor valley

Adrenalina pura tra storia e passione nella Motor Valley

Città d'arte
Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Enogastronomia
Botti Aceto Balsamico

Aceto balsamico di Modena

Musei e monumenti
Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Musei Ferrari: da Modena a Maranello, in viaggio con le “rosse”

Relax e benessere
In Emilia Romagna il benessere termale ha i sapori del territorio

In Emilia Romagna il benessere termale ha i sapori del territorio

Sport
Cerreto Laghi, sciare tra natura e romantici corsi d’acqua

Cerreto Laghi, sciare tra natura e romantici corsi d’acqua

Relax e benessere
Castrocaro Terme, antica oasi di benessere e natura, tra Medioevo e Rinascimento

Castrocaro Terme, antica oasi di benessere e natura, tra Medioevo e Rinascimento

Enogastronomia
La piadina, regina della Romagna

La piadina, regina della Romagna

Enogastronomia
Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Enogastronomia
Parma

Musei del cibo di Parma

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.