Salta il menu

Certosa di San Lorenzo

Panoramica

La Certosa di Padula, tra le più grandi d’Europa

Patrimonio UNESCO, sorge là dove il Tanagro diventa fiume

Padula è un borgo del Vallo di Diano che sorge sulla cima di un monte, ma il suo elemento più conosciuto si trova fuori dal centro storico, quasi a valle: è la Certosa di San Lorenzo, conosciuta anche come Certosa di Padula. Si tratta di un complesso molto esteso di edifici meravigliosi tra i quali spiccano ampi e verdi chiostri, cortili dedicati ad attività lavorative, la chiesa e tutte le strutture necessarie alla vita dei monaci. Vista da lontano, il suo impatto visivo è impressionante: è talmente grande da rubare la scena al borgo, tanto che spesso le immagini panoramiche di Padula vengono scattate proprio dal suo interno. Non per niente, è una delle più grandi d’Europa.

 

Perché è speciale

Una tale estensione è stata raggiunta nel tempo, ampliando mano a mano le strutture esistenti ed aggiungendone di nuove. Per questo oggi la Certosa è un insieme di molti stili artistici ed architettonici diversi, che convivono a stretto contatto soprattutto nella chiesa. Si può dire che la Certosa di Padula sia un vero e proprio libro di Storia dell’Arte a cielo aperto! Un patrimonio così ricco meritava una tutela speciale, ed infatti dal 1998 è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO insieme al Parco Nazionale del Cilento, all’area del Vallo di Diano, Paestum e agli scavi archeologici di Velia.

 

Da non perdere

La bellezza racchiusa nella Certosa di San Lorenzo è tanta che è davvero impossibile indicare un luogo più meritevole di altri, anche perché ce n’è davvero per tutti i gusti: gli appassionati di arte barocca non riusciranno a distogliere lo sguardo dagli affreschi del soffitto della chiesa, per gli amanti della storia c’è una sezione museale che raccoglie molti ritrovamenti archeologici del territorio di Padula, e c’è pane anche per i curiosi che cercano sempre i dettagli più prosaici della vita di un tempo: fidatevi, la cucina è davvero una meraviglia!

 

Un po' di storia

La Certosa di San Lorenzo venne costruita lì dove sorgeva una cappella di proprietà dei monaci benedettini, già dedicata a San Lorenzo, acquistata nel 1306 da Tommaso Sanseverino, promotore e finanziatore della costruzione del complesso monastico che donò ad un gruppo di monaci certosini. Tra ‘400 e ‘500 iniziarono i primi ampliamenti, ma fu tra la fine del ‘500 e l’inizio del ‘600 che ebbe luogo il grandioso rifacimento barocco. Molte delle sue ricchezze andarono disperse sotto il dominio napoleonico, ma parte di esse fu restituita.

 

Curiosità

Il nome di Padula deriva dal latino «paludem», il che lascia immaginare come, in passato, nella pianura che si estende attorno alla città, si trovasse una palude. Oggi il terreno è stato bonificato, ma resta un forte legame con l’acqua dato che proprio qui il Tanagro raggiunge una portata e una dimensione degna di un fiume: si è soliti dire che lo faccia all’ombra proprio della Certosa di San Lorenzo.

Credit to: Velvet

Orari

Lunedì
09:00 am-07:00 pm
Martedì
Chiuso
Mercoledì - Domenica
09:00 am-07:00 pm
Certosa di San Lorenzo

Viale Certosa, 1, 84034 Padula SA, Italia

Chiama +3909751966359 Sito Web

Ti potrebbe interessare

UNESCO
Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

Il Cilento, tra spiagge incontaminate, natura selvaggia e borghi accoglienti

UNESCO
614626686

Costiera Amalfitana, un ipnotico affaccio sul mare blu cobalto

Spiritualità
Festa di San Donato di Auletta

Festa di San Donato di Auletta

Spiritualità
Festa di San Cono

Festa di San Cono

UNESCO
941237456

Alla scoperta dell'Area archeologica di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata

UNESCO
L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

L’incantevole centro storico di Napoli patrimonio mondiale UNESCO

UNESCO
La Reggia di Caserta, sontuoso trionfo del barocco italiano

La Reggia di Caserta, sontuoso trionfo del barocco italiano

Natura
Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Parchi della Campania: il turismo sostenibile delle aree protette della regione

Mare
4 motivi per scegliere la costiera amalfitana d inverno

La Costiera Amalfitana d’inverno: 4 eccellenti motivi per sceglierla

Mare
A Punta Campanella ammaliati dalle sirene di Ulisse

A Punta Campanella ammaliati dalle sirene di Ulisse

Divertimento
Campania, Cilento in volo: tra cielo, terra e mare

Campania, Cilento in volo: tra cielo, terra e mare

Ospitalità
agriturismi green in campania

7 agriturismi in Campania per il perfetto connubio di ecosostenibilità e gusto

Sport
Tempio di Hera, Paestum

Campania, emozionanti voli panoramici sopra il parco archeologico di Paestum o sul Vesuvio

Arte e cultura
Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Campania, mare da cartolina e sapori da capogiro

Città d'arte
Castel dell'Ovo - Napoli, Campania

Napoli, incantevole città di mare e cultura

Città d'arte
Cosa vedere a Napoli in due giorni

Cosa vedere a Napoli in due giorni

Siti storici
Le catacombe di Napoli

Le catacombe di Napoli

Città d'arte
Procida, la cultura non isola

Procida, la cultura non isola

Spiritualità
Campania, una via Francigena ricca di storia

Campania, una via Francigena ricca di storia

Borghi
Procida

Procida: l’isola incantata di case acquerello e mare turchese

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.