Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

Abruzzo

Alla scoperta della ciclovia “Bike to Coast” in Abruzzo, la più bella d'Italia

18 agosto 2022

4 minuti

L’Abruzzo è una delle regioni più bike friendly d’Italia, ricca di piste ciclabili e percorsi da scoprire a bordo della propria bici da strada o in mountain bike attraversando spiagge, natura protetta, piccoli borghi, castelli e abbazie. Tutte le località balneari d’Abruzzo sono collegate da una ciclabile che rende molto facile esplorare la zona, passando da un comune all’altro in poche pedalate.

E se vi dicessimo che potete percorre l’intera costa abruzzese a bordo della vostra bici? È tutto vero. Grazie alla Bike To Coast Abruzzo, una pista ciclabile di 131 chilometri che parte da Martinsicuro, in provincia di Teramo al confine con la provincia marchigiana di Ascoli Piceno, e arriva fino a San Salvo, al confine col Molise.

Il lungo percorso, da affrontare a tappe o anche senza soste se siete allenati, si snoda lungo la via verde dell’Adriatico attraversando 19 comuni e alcuni dei lidi più belli d’Italia. Tra spiagge chiarissime e fondali bassi, ombrose pinete e borghi medievali, siete pronti a scoprire tutte le meraviglie dell’Abruzzo su due ruote? 

1. Itinerario in bici in Abruzzo tra mare e borghi medioevali

itinerario in bici abruzzo

Il primo tratto della Bike To Coast vi porterà da Martinsicuro ad attraversare chilometri di splendide coste passando per Alba Adriatica, una delle più rinomate località balneari della regione, Tortoreto, e Giulianova. Qui, se volete fare una sosta, potete immergervi nell’arte del centro storico, ricco di tesori inaspettati come il Duomo di San Flaviano e il Santuario di Maria Santissima dello Splendore.

Proseguite il percorso passando per Roseto degli Abruzzi e Pineto e, se siete a caccia di suggerimenti, fate una sosta nel borgo medievale di Silvi Alta per godere di un panorama unico fatto delle vette del Gran Sasso d'Italia, del promontorio del Conero e, in lontananza, delle Isole Tremiti.

Lungo il percorso potete fermarvi anche alla Torre del Cerrano, una delle antiche torri costiere del Regno di Napoli, edificata intorno al 1568 sul luogo in cui sorgeva l'antico porto di Atri. La Torre si trova all'interno di un'area marina protetta tra il mare, le dune di sabbia e la pineta in cui tra aprile e maggio nidifica il Fratino, piccolo uccello raro di cui in Italia esistono solo 1600-2000 coppie.

Rimettetevi in viaggio attraversando Marina di Città Sant'Angelo, Montesilvano e Pescara. Vi consigliamo di trascorrere qualche ora nella città dei due Ponti, assaggiare le prelibatezze locali e fare un bel bagno in mare prima di proseguire alla volta di Francavilla al Mare e al Porto di Ortona. Prima di lasciare la città, però, non dimenticatevi di percorrere il Ponte del Mare, il più grande ponte ciclo-pedonale d’Italia coi suoi 466 metri di lunghezza.

2. Itinerari in bici in Abruzzo attraverso la Costa dei Trabocchi

bici costa dei trabocchi

Da questo punto in poi preparatevi a un cambio di paesaggio: non più litorali sabbiosi, ma insenature, baie, scogliere e promontori a picco sul mare e una ricca vegetazione mediterranea. La cosiddetta “Costa dei Trabocchi” inizia proprio qui.

La più antica di queste terrazze sul mare, un tempo utilizzate per la pesca, vi aspetta a San Vito Chietino: è il Trabocco Turchino che ha lasciato a bocca aperta anche Gabriele D'Annunzio. Il poeta abruzzese nell'estate del 1889 soggiornò a pochi passi dal Trabocco, in un eremo situato sul promontorio in contrada delle Portelle.

La ciclabile vi accompagna poi a Fossacesia e Torino di Sangro, dove potete trascorrere qualche ora di relax immersi nella Riserva Naturale Regionale Lecceta di Torino di Sangro coi suoi 175 ettari ricchi di percorsi natura ed escursionistici. Se siete fortunati riuscirete a scorgere qualche esemplare di donnola, faina e puzzola. Da qualche anno l'area è tornata a popolarsi anche di caprioli, ma i loro avvistamenti sono ancora piuttosto rari.

Pochi chilometri più a sud sorge Lido di Casalbordino, caratteristica cittadina medievale con un ampio lido sabbioso. Da lì, prima di raggiungere Vasto, vi suggeriamo di fare un salto nella Riserva Naturale Regionale di Punta Aderci, uno dei tratti più spettacolari del litorale abruzzese con un’alternanza di spiagge sabbiose e scogliere naturali. Dopo le foto di rito potete rimettervi in sella e raggiungere prima Vasto Marina e infine San Salvo, l’ultimo paese della costa abruzzese prima del Molise. Concedetevi un po’ di sano riposo nel centro storico medievale, fate una passeggiata nel parco archeologico Quadrilatero e raggiungete il monastero dei Santi Vito e Salvo del Trigno edificato tra il IX secolo e l'XI secolo.

3. Tutto quello che c’è da sapere prima di partire per un percorso in bici in Abruzzo

tutto cio da sapere bici in abruzzo

Non è necessario avere una preparazione atletica particolare per affrontare la Bike To Coast. Se avete intenzione di percorrerla dall’inizio alla fine, però, vi suggeriamo di organizzare il percorso in più giorni, così da aver modo di apprezzare al meglio i colori e i sapori dell’Abruzzo.

Munitevi di GPS, scaricate le mappe ufficiali dal sito della Regione (https://www.abruzzoturismo.it/it/tour) e sarete pronti per un viaggio in bici indimenticabile!