Salta il menu

Rocca Maggiore

Panoramica

Nella posizione più elevata della città, è possibile raggiungere la rocca Maggiore di Assisi, percorrendo via Porta Perlici, presso la cattedrale di San Rufino, oppure seguendo la circonvallazione esterna fino alla vetta del colle Asio.
Le prime testimonianze storiche su questa struttura fortificata risalgono agli anni 1173-1174, quando Cristiano, arcivescovo di Magonza, occupò Assisi a nome di Federico Barbarossa. Nel 1198 fu distrutta da una rivolta della cittadinanza, che, secondo la tradizione, costrinse il duca di Spoleto Corrado di Ursilengen e il piccolo Federico II, di soli 4 anni, a fuggire. La rocca rimase abbandonata fino al 1362, quando il cardinale Egidio Albornoz decise di ricostruirla sulla base dell’antica fortificazione germanica.
Oggi la Rocca Maggiore domina imponente il centro storico sottostante, la stretta gola attraversata dal fiume Tescio e grande parte della Valle Umbra, che si estende da Perugia a Spoleto: visitarla significa quindi avere l’occasione di ammirare un significativo esempio di architettura militare trecentesca ancora ben conservato, godendo di una delle più belle vedute dell’Umbria.
La rocca è costituita da una torre maestra e maschio angolato, entrambi a forma quadrata, con un sistema di mura e torri attraverso cui, nel corso dei secoli, sono stati eseguiti vari interventi di manutenzione e restauro. Durante la signoria di Biordo Michelotti (1394-1398) sono comparsi sulla rocca scolpiti i suoi stemmi, mentre nel 1458, su ordine di Jacopo Piccinino, fu eretto un torrione poligonale a nord-ovest. L’anno dopo Papa Pio II decise di costruire un corridoio che collegasse la rocca a una torre dodecagonale. Nel 1484 fu realizzata la porta d’accesso vicino al maschio, sulla quale sono incisi tre stemmi (al centro quello di Sisto IV). A fine Quattrocento, la rocca divenne teatro di aspri scontri tra le famiglie Fiumi e Nepis. In seguito, nel 1501, Cesare Borgia vi si stabilì, seguito poi dalla sorella Lucrezia. L’ultimo intervento sulla rocca di Assisi fu eseguito nel 1535, su disposizione di Papa Paolo III, con l’edificazione di un bastione circolare. Data la sua principale funzione difensiva, la rocca Maggiore fu utilizzata come residenza di castellani, incaricati di vigilare sul territorio, poi come carcere e magazzino. Oggi, restaurata, può essere visitata. L’ingresso si trova nei pressi del bastione cinquecentesco. All’interno, un cortile pavimentato con mattoni trecenteschi, il cassero con gli ambienti di servizio e il maschio, che fungeva da abitazione del castellano, con cinque stanze collegate da una scala a chiocciola.

Attualmente la Rocca è chiusa per restauro.

Rocca Maggiore
Via della Rocca, 06081 Assisi PG, Italia
Chiama +390758138680 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Tour e esperienze
terrazze perugia

5 trekking urbani per vedere 5 terrazze panoramiche a Perugia

Spiritualità
La Festa dei Ceri di Gubbio

La Festa dei Ceri di Gubbio

Arte e cultura
PRECI | Umbria

Valli rigogliose ed eccellenze ambientali: Umbria, cuore verde d’Italia

Spiritualità
Gubbio e la festa dei ceri

Gubbio e la festa dei ceri

Natura
Parco del Monte Subasio: un’area naturale protetta e sacra

Parco del Monte Subasio: un’area naturale protetta e sacra

Cicloturismo
Ciclovia del Fiume Nera: pedalando tra boschi e cascate

Ciclovia del Fiume Nera: pedalando tra boschi e cascate

Città d'arte
Cosa vedere a Perugia in due giorni

Cosa vedere a Perugia in due giorni

Siti storici
PG Castiglione del Lago

Castiglione del Lago, un balcone sul Trasimeno

Enogastronomia
Umbria, sulle orme del gusto

Umbria, sulle orme del gusto

Borghi
Il lago Trasimeno e i suoi borghi

Il lago Trasimeno e i suoi borghi

Borghi
Città della Pieve

Città della Pieve, piccolo capolavoro medievale

Enogastronomia
In Umbria, la cucina parla il linguaggio della natura

In Umbria, la cucina parla il linguaggio della natura

Città d'arte
Perugia

Perugia, un gioiello storico e artistico nel centro Italia

Tour e esperienze
gran tour umbria

Il Gran Tour dell'Umbria in bus e bici per scoprirne i segreti più nascosti

Natura
Castelluccio di Norcia

Umbria: il volo panoramico qui si fa in uno scenario incantevole di borghi, colline e prati in fiore

Cicloturismo
Pedalare in Umbria tra tesori artistici e paesaggistici

Pedalare in Umbria tra tesori artistici e paesaggistici

Festività
giostra di natale a gubbio

Cosa vedere a Gubbio a Natale per un itinerario da sogno

Divertimento
Todi Festival

Todi Festival

UNESCO
Assisi, la città santuario dall'inestimabile patrimonio storico

Assisi, la città santuario dall'inestimabile patrimonio storico

Arte e cultura
Il Terzo Paradiso ad Assisi, l'opera d'arte che non ti aspetti nel Bosco di San Francesco

Il Terzo Paradiso ad Assisi, l'opera d'arte che non ti aspetti nel Bosco di San Francesco

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.