Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Natura

Alto Adige

Dove ammirare le Dolomiti al sorgere del sole con gite

Dire escursioni all’alba sulle Dolomiti e prepararsi a vivere un’esperienza indimenticabile.

Non potete dire di aver vissuto davvero le <strong>Dolomiti</strong> e l’<strong>Alto Adige</strong>, infatti senza aver fatto almeno una volta una gita al sorgere del sole, immersi dentro paesaggi da cartolina.
Fare un’<strong>escursione all’alba in Alto Adige</strong> è un’esperienza emozionante che inizia nel cuore della notte, quando ancora tutto è buio.

Meglio ancora se accompagnati da una guida, cimentatevi nella conquista di qualche cima ma basterà anche un’escursione alla portata di tutti per godere di un panorama senza precedenti. Unica accortezza, non dimenticate una torcia e suole antiscivolo.

1. Dove partire quando ancora fa buio

A Merano è possibile fare una gita all’alba sullo Spieler, vetta tondeggiante perfetta per ricaricare le batterie.

Se siete amanti della cultura folkloristica dell’Alto Adige l’escursione organizzata sul monte Muta è quello che fa per voi. Una volta raggiunta la vetta e ammirata l’alba sul paesaggio delle Dolomiti, il consiglio è quello di recuperare i racconti leggendari e popolari di questi luoghi ricchi di storia e cultura, per poi concludere la passeggiata con del buon cibo tirolese.

Raccomandabile una passeggiata all’alba sul Monte Mezzodi in Val Venosta. Si arriva in macchina a San Martino al Monte. Da lì si inizia il percorso nella completa oscurità della notte. Innanzitutto, si sale attraverso un prato ripido verso i margini del bosco. A questo punto, si attraversa una fitta foresta di abeti rossi e larici per raggiungere il punto panoramico “Dolomitenblick”. Dopo il sorgere del sole, si riprende il sentiero percorso all’andata per raggiungere nuovamente San Martino al Monte. La difficoltà è media, il dislivello di circa 250 metri, per una passeggiata di un paio di ore.

Notevole anche l’alba sul Monte Tramontana a Naturno. Si arriva in macchina fino al parcheggio Kreuzbrünnl. Da lì si inizia la camminata di due ore e mezza. Prima si sale lungo una strada di montagna leggermente in salita fino a raggiungere la malga di Naturno. Dalla malga di Naturno si attraversa la foresta di abeti rossi e di larici per arrivare al punto più alto del percorso, il “Rauher Bühel”. Questo è il punto panoramico dal quale gli escursionisti si fermano ad aspettare i primi raggi del sole e ad ammirare l’alba. Sorto il sole, si ritorna sul sentiero già percorso per arrivare nuovamente alla malga di Naturno e da lì ci si inoltra lungo un bel sentiero alpino in direzione della malga “Zetnalm”. 

I colori delle Dolomiti in inverno

Un piccolo suggerimento: questo è il luogo perfetto per gustare un’ottima colazione da contadino. Dopo essersi ristorati, si riprende il cammino in discesa fino a tornare al punto di partenza, il parcheggio “Kreuzbrünnl”. Occhio al dislivello, pari a 450 metri.

A Bolzano si riscopre la magia della natura altoatesina con una gita al sorgere del sole agli Stoanerne Mandln, i famosi omini di pietra che hanno da sempre attirato curiosi e appassionati, circondati da una flora notevole.

Infine in Val Gardena si può percorrere il Resciesa per ammirare l’alba e le Dolomiti di prima mattina. Il paesaggio e il panorama assumono una forma nuova quando il sole li tocca con i suoi raggi.

Sono tante le escursioni all’alba che potrete fare sulle Dolomiti, tutte bellissime e cariche di un’energia unica e inesauribile.