Salta il menu

Palazzo Ajutamicristo

Panoramica

Guglielmo Ajutamicristo, Barone di Misilmeri e di Calatafimi, commissionò la costruzione del Palazzo Ajutamicristo tra il 1495 ed il 1501. Egli, un avido banchiere di origine pisana diventato ricco grazie al commercio di formaggi e cereali siciliani, desiderava avere una "domus magna" a Palermo che riflettesse la sua prodezza e che fosse di ornamento e decoro alla città. Per questo motivo chiamò Matteo Carnilivari, architetto celebre autore del Palazzo Abatellis (oggi Galleria Regionale della Sicilia), al quale affidò la costruzione del palazzo sulla strada di Porta Termini. A causa dell’eccessiva spesa, Guglielmo Ajutamicristo non poté realizzare l’intero edificio come aveva originariamente programmato. Negli anni, la dimora divenne la scelta prediletta di illustri ospiti: nel 1500 vi soggiornò la Regina Giovanna di Napoli, moglie di Re Don Ferrante; nel 1535 l’Imperatore Carlo V; nel 1544 Muley Hassan, Re di Tunisi; nel 1576 Don Giovanni d’Austria, fratello del Re Filippo II; ed infine nel 1588 Margherita Ajutamicristo, che cedette il palazzo a Francesco Moncada, primo principe di Paternò, a fronte del pagamento di 390 onze annuali. Nell’800 la famiglia Moncada vendette l’edificio alle famiglie Calefati di Canalotti e Tasca d’Almerita. Attualmente, mentre la prima mantiene ancora una parte di proprietà, la seconda metà è stata acquistata dalla Regione Siciliana e costituirà una sede della Soprintendenza per i Beni Culturali. I lavori sono stati eseguiti dall’Architetto Lina Bellanca per conto della Sovrintendenza e hanno richiesto ben tre anni. L’obiettivo è stato mantenere, nella misura del possibile, le strutture originarie del Quattrocento, le pavimentazioni di maioliche siciliane, le pareti affrescate e le splendide volte lignee. Inoltre, è stata ultimata la realizzazione del giardino prospicente l’ingresso del museo delle carrozze della collezione Martorana, che si trova al pianterreno.
Palazzo Ajutamicristo
Via Giuseppe Garibaldi, 23, 90133 Palermo PA, Italia
Chiama +390916161894 Sito Web

Ti potrebbe interessare

UNESCO
Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale

Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale

Enogastronomia
In Sicilia alla scoperta dei sigilli della biodiversità contadina

In Sicilia alla scoperta dei sigilli della biodiversità contadina

Città d'arte
Palermo, preziosa perla del sud dal ricco patrimonio culturale

Palermo, preziosa perla del sud dal ricco patrimonio culturale

Città d'arte
Cosa vedere a Palermo in due giorni

Cosa vedere a Palermo in due giorni

Enogastronomia
A Palermo, sua maestà il pane con la milza

A Palermo, sua maestà il pane con la milza

Arte e cultura
Isola Bella, Taormina - Messina, Sicilia

Sicilia, isola dall'estate eterna, della cultura e dell'archeologia

Borghi
castelbuono south working

A Castelbuono per scoprire l'essenza del south working in un borgo siciliano

Borghi
Castelmola

Castelmola, una finestra sul mare a due passi da Taormina

Arte e cultura
Una giornata a Caltagirone

Una giornata a Caltagirone, tra le città UNESCO del Val di Noto, per imparare a fare una testa di moro

Siti storici
Le città barocche del Val di Noto: quando l’arte sposa la bellezza

Le città barocche del Val di Noto: quando l’arte sposa la bellezza

Cicloturismo
1125981609

Da Milazzo a Bagheria: in bici lungo la costa settentrionale della Sicilia

Arte e cultura
A Messina, in Piazza Duomo,  c'è il più grande e complesso orologio astronomico del mondo

A Messina, in Piazza Duomo, c'è il più grande e complesso orologio astronomico del mondo

UNESCO
Val di Noto, il Barocco

Val di Noto, il Barocco

UNESCO
La Villa Romana del Casale di Piazza Armerina

La Villa Romana del Casale di Piazza Armerina

UNESCO
Necropolis of Pantalica

Siracusa, la Necropoli di Pantalica Patrimonio dell'Umanità

Enogastronomia
Pistacchio di Bronte

Il pistacchio di Bronte

UNESCO
894433170

Monte Etna

UNESCO
La Valle dei Templi di Agrigento, meraviglia archeologica in un contesto da sogno

La Valle dei Templi di Agrigento, meraviglia archeologica in un contesto da sogno

Città d'arte
467663396

Catania, città del barocco dall’energia grintosa

Natura
Arance rosse di sicilia frutto

Arance rosse di Sicilia, più che un frutto una delizia

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.