Salta il menu

Castello della Fava

Panoramica

Dalla vetta del promontorio di Posada, il castello della Fava domina con fierezza questo tratto di costa sarda. Al momento non è possibile risalire a una data certa sulla sua fondazione, ma era certamente già in piedi nel XIII secolo. La sua imponente presenza era garanzia di protezione contro le incursioni di pirati e invasori che minacciavano costantemente le coste sarde. Ed è proprio nel travagliato passato medievale delle Baronie che nasce la leggenda da cui il castello trae il curioso nome. La storia racconta di come un gruppo di pirati saraceni insediò a lungo Posada, tentando di conquistarla per fame. I cittadini che si erano rifugiati nella fortezza elaborarono un astuto piano per liberarsi dagli invasori. Per prima cosa nutrirono un piccione con un pugno di fave, ovvero gli ultimi scampoli di cibo rimasti. Dopo aver ferito il piccione lo lasciarono volare verso l’accampamento dei pirati, dove questo precipitò esausto. I saraceni notarono lo stomaco rigonfio del volatile, e ne dedussero che gli assediati potevano contare su una grande riserva di cibo. Grazie all’inganno, i pirati ormai stanchi decisero di riprendere la via del mare.

Ma il pericolo non sempre arrivava dalle coste: a causa della sua particolare posizione il territorio di Posada è stato a lungo conteso, e sin dal periodo giudicale il castello della Fava ha visto continui cambi di inquilini. Attraverso secoli, battaglie e conquiste, la fortezza ha conservato la sua torre, alcune cisterne sotterranee e parte delle mura, che oggi accolgono turisti desiderosi di approfondire la storia del luogo e perdersi in pittoreschi panorami.

Castello della Fava
Via Castello, 08020 Posada NU, Italia

Ti potrebbe interessare

Arte e cultura
Poltu Quatu, Sardegna

Sardegna, terra di mare smeraldo, nuraghi e tradizioni millenarie

Borghi
I Murales di Orgosolo

I Murales di Orgosolo

Siti storici
Sulcis - Nuraghe Sirai

Le Domus de Janas in Sardegna: alla scoperta delle tombe scavate nella roccia

Siti storici
La Sardegna archeologica

La Sardegna archeologica

Tour e esperienze
Il Trenino Verde della Sardegna: la riscossa della lentezza

Il Trenino Verde della Sardegna: la riscossa della lentezza

Arte e cultura
cagliari

La vista migliore su Cagliari: 12 punti panoramici che regalano uno spettacolo imperdibile

UNESCO
Barumini e i suoi nuraghi, l’altro lato della Sardegna

Barumini e i suoi nuraghi, l’altro lato della Sardegna

Siti storici
La Sardegna degli antichi Romani, tra terme, anfiteatri e antiche colonie

La Sardegna degli antichi Romani, tra terme, anfiteatri e antiche colonie

Mare
Dalla Costa Paradiso a Palau, tra spiagge e cultura

Dalla Costa Paradiso a Palau, tra spiagge e cultura

Sport
Cagliari: tra verde e sport

Cagliari: tra verde e sport

Città d'arte
Cagliari, una storia millenaria e una natura che sorprende

Cagliari, una storia millenaria e una natura che sorprende

Enogastronomia
Profumo di pane e tradizioni: l’arte della panificazione in Sardegna

Profumo di pane e tradizioni: l’arte della panificazione in Sardegna

Enogastronomia
Pecorino Sardo

Il pecorino sardo

Natura
I paesaggi della Sardegna

I paesaggi della Sardegna

Enogastronomia
Sardegna, paradiso di emozioni e di sapori del Mediterraneo

Sardegna, paradiso di emozioni e di sapori del Mediterraneo

Natura
Sardegna Wildlife

Sardegna Wildlife

Borghi
Infinite ragioni per trasferirsi in Sardegna: agevolazioni fiscali per vivere in un borgo

Infinite ragioni per trasferirsi in Sardegna: agevolazioni fiscali per vivere in un borgo

Siti storici
Tomba dei Giganti

Le Tombe dei Giganti: in Sardegna, tra archeologia e spiritualità

Enogastronomia
il pane carasau e la sardegna

Alla scoperta del simbolo della Sardegna: il pane carasau

Sport
jogging in autunno sardegna

Jogging in autunno è la bellezza di correre fronte acqua: il segreto dello sport in Sardegna

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.