Salta il menu

Torre di San Pancrazio

Panoramica

Costituendo, assieme alla gemella torre dell’Elefante, una parte ancora intatta delle fortificazioni edificato dai Pisani intorno al quartiere cagaliarese Castellotra la fine del Duecento e l’inizio del Trecento, la torre di San Pancrazio fu costruita nel 1305 dall’architetto Giovanni Capula, d’apparente discendenza sarda, sulla vetta più elevata del colle al fine di proteggere l’ingresso settentrionale della città e di controllare il territorio circostante in previsione di un assalto da parte del re d’Aragona. La torre in questione prende il proprio nome da una chiesa intitolata a San Pancrazio che un tempo si trovava nei pressi; dotata di un ponte levatoio, barbacane e un fossato, assume la forma di una "L" ed è realizzata con enormi blocchi di calcare bianco provenienti dalle cave di Bonaria. Si erge per un’altezza di circa 36 metri, con il lato rivolto verso Castello aperto, come era solito per le fortificazioni pisane, esponendo i quattro piani costruiti su soppalchi di legno. E’ ancora possibile osservare le feritoie, disposte a varie altezze, insieme ai blasoni pisani incastonati nella struttura e, nella parte più elevata, le mensole. Nel corso dei secoli, la torre ha conosciuto trasformazioni legate a mutamenti di destinazione d’uso, ma è stata reintrodotta alle condizioni iniziali grazie al restauro effettuato all’inizio del Novecento. La sua cima offre uno splendido panorama sulla città e le sue vicinanze.

Torre di San Pancrazio
Piazza dell' Indipendenza, 09124 Cagliari CA, Italia
Chiama +393662562826 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Arte e cultura
cagliari

La vista migliore su Cagliari: 12 punti panoramici che regalano uno spettacolo imperdibile

Sport
Cagliari: tra verde e sport

Cagliari: tra verde e sport

Città d'arte
Cagliari, una storia millenaria e una natura che sorprende

Cagliari, una storia millenaria e una natura che sorprende

UNESCO
Barumini e i suoi nuraghi, l’altro lato della Sardegna

Barumini e i suoi nuraghi, l’altro lato della Sardegna

Siti storici
La Sardegna degli antichi Romani, tra terme, anfiteatri e antiche colonie

La Sardegna degli antichi Romani, tra terme, anfiteatri e antiche colonie

Arte e cultura
Poltu Quatu, Sardegna

Sardegna, terra di mare smeraldo, nuraghi e tradizioni millenarie

Mare
Dune di Porto Pino

Sardegna caraibica: le Spiagge e le Dune di Porto Pino

Siti storici
La Sardegna archeologica

La Sardegna archeologica

Borghi
Infinite ragioni per trasferirsi in Sardegna: agevolazioni fiscali per vivere in un borgo

Infinite ragioni per trasferirsi in Sardegna: agevolazioni fiscali per vivere in un borgo

Borghi
I Murales di Orgosolo

I Murales di Orgosolo

Mare
Dalla Costa Paradiso a Palau, tra spiagge e cultura

Dalla Costa Paradiso a Palau, tra spiagge e cultura

Siti storici
Menhir e dolmen, le antiche civiltà della pietra in Sardegna

Menhir e dolmen, le antiche civiltà della pietra in Sardegna

Sport
Canyoning-Sardegna

Sardegna, dove il canyoning va dalla montagna al mare

Siti storici
Sulcis - Nuraghe Sirai

Le Domus de Janas in Sardegna: alla scoperta delle tombe scavate nella roccia

Enogastronomia
Profumo di pane e tradizioni: l’arte della panificazione in Sardegna

Profumo di pane e tradizioni: l’arte della panificazione in Sardegna

Enogastronomia
Pecorino Sardo

Il pecorino sardo

Natura
I paesaggi della Sardegna

I paesaggi della Sardegna

Enogastronomia
Sardegna, paradiso di emozioni e di sapori del Mediterraneo

Sardegna, paradiso di emozioni e di sapori del Mediterraneo

Natura
Sardegna Wildlife

Sardegna Wildlife

Tour e esperienze
Il Trenino Verde della Sardegna: la riscossa della lentezza

Il Trenino Verde della Sardegna: la riscossa della lentezza

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.