Salta il menu

Museo Delle Arti Rurali

Panoramica

Nel 2005, a seguito di una lunga e accurata operazione di restauro e adeguamento degli spazi, il convento di San Girolamo è stato trasformato in una sede museale. L’idea è nata dall’iniziativa di un gruppo di santagatesi che desideravano riabbracciare le loro radici. L’istituzione si articola in due sezioni: quella di arte sacra, in cui sono raccolti elementi preziosi e di notevole arte provenienti dalla chiesa e dal convento di San Girolamo; inoltre, la sezione di arte rurale, che ha scopi educativi e sociali. Il museo si propone di tenere viva la memoria di Padre Olinto Marella, che negli anni 1950-1970 accolse nell’ex convento diseredati, disabili e orfani, insegnando loro l’arte contadina. Il suo percorso si costituisce di 18 ambienti tematici che mostrano oggetti legati all’artigianato contadino, come strumenti e suppellettili tipici della vita quotidiana di un secolo fa. All’interno di questi spazi sono state ricostruite ambientazioni come l’osteria e una scuola elementare, oltre a laboratori che insegnano la lavorazione dei cesti, del vasellame, del ferro battuto, della tessitura, dell’ebanisteria e della stamperia, nonché una scuola di legatoria e fabbricazione della carta con prodotti naturali. Al primo piano è presente una mostra dedicata a Don Olinto Marella. La sezione di arte sacra comprende suppellettili, bassorilievi, stucchi, affreschi, sculture lignee e paramenti di elevata qualità estetica, tra cui spicca la pala di Pietro Berettini da Cortona “Madonna con Bambino e santi Girolamo, Cristina, Francesco e Antonio di Padova”.

Orari

Lunedì - Venerdì
Chiuso
Sabato
03:00 pm-06:00 pm
Domenica
09:00 am-12:00 pm
03:00 pm-06:00 pm
Museo Delle Arti Rurali
Salita S. Girolamo, 1, 47866 Sant'Agata Feltria RN, Italia
Chiama +390541929719 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Città d'arte
Rimini tra l’antica Roma e lo splendore del Rinascimento

Rimini tra l’antica Roma e lo splendore del Rinascimento

Divertimento
motor valley

Adrenalina pura tra storia e passione nella Motor Valley

Cicloturismo
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Città d'arte
Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Città d'arte
Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Musei e monumenti
Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Musei Ferrari: da Modena a Maranello, in viaggio con le “rosse”

Enogastronomia
Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Enogastronomia
Parma

Musei del cibo di Parma

Città d'arte
Ferrara

In viaggio a Ferrara, ore preziose a passeggio nella storia

Spiritualità
Emilia Romagna, la via Francigena si fa cultura

Emilia Romagna, la via Francigena si fa cultura

Città d'arte
Piazza Maggiore e Basilica di San Petronio - Bologna, Emilia-Romagna

Bologna: giovane, colta e generosa

Relax e benessere
Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Enogastronomia
Olio Extravergine di Oliva Colline di Romagna DOP

Olio Extravergine di Oliva Colline di Romagna DOP

Musei e monumenti
Museo Enzo Ferrari

Museo Enzo Ferrari

UNESCO
Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Spiritualità
Ghetto ebraico in Romagna

Itinerario ebraico: in Romagna tra ghetti e sinagoghe

Arte e cultura
Photo by: Renzo Favalli

A Ravenna per un giorno, sulle tracce del Dante contemporaneo

Città d'arte
Cosa vedere a Bologna in due giorni

Cosa vedere a Bologna in due giorni

UNESCO
I Portici di Bologna, a passeggio nella storia

I Portici di Bologna, a passeggio nella storia

Musei e monumenti
Photo by: Archivio Comune Parma

Emilia Romagna: le statue parlanti di Parma

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.