Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Itinerario

Le antiche tradizioni marinare

Il fascino della Riviera di Rimini, dall’alba al tramonto

Tipologia
percorso in strada
Durata
16 ore
Difficoltà
Facile
Periodo migliore
Giugno, Settembre

Le città sul mare hanno un fascino davvero unico e la Riviera di Rimini ne è un esempio lampante. Tempi più lenti, colori più vividi, odori e sapori legati a quelle autentiche tradizioni marinare che fanno parte da sempre della loro anima. E questo vale per tutte le località che si susseguono lungo la costa romagnola, da quelle più intime come Bellaria Igea Marina e Cattolica passando proprio per Rimini e il suo porto.

Spesso, da visitatori di passaggio, facciamo fatica a scoprire il vero cuore di queste città, troppo concentrati sulle cose da fare e da vedere senza riuscire a prenderci un attimo per guardare quello che ci si staglia davanti con un occhio diverso.

Dalle prime luci dell'alba, quando le barche dei pescatori fanno ritorno al porto di Rimini, le viuzze si colorano di un bagliore rosso e il rumore delle onde riecheggia nel silenzio. La magia delle città di mare continua per tutto il giorno, da quando le spiagge iniziano a popolarsi di turisti, i locali alzano le saracinesche e l'odore che arriva dai ristoranti inizia a inebriare i passeggiatori, fino ai colori che cambiano con l'avvicinarsi del tramonto e le luci dei locali della movida serale. 

Se non vedete l'ora di farvi stupire dal fascino delle città sul mare, ecco un’escursione da fare in giornata che vi porterà proprio alla scoperta dei borghi marinari lungo la Riviera di Rimini, dalla spiaggia di Bellaria Igea Marina alla suggestiva Cattolica.

Prima tappa. Bellaria Igea Marina

Partiamo da Bellaria Igea Marina, a nord della provincia di Rimini. Questo piccolo borgo di pescatori vi darà modo di assaporare le antiche tradizioni marinare in modo più intimo. Vi consigliamo di svegliarvi presto e iniziare la giornata con una ricca colazione al porticciolo, scegliendo uno dei tanti bar che affacciano su via Rubicone. Da qui potrete godervi il ritorno dei pescherecci al porticciolo e le operazioni di scarico del pesce fresco diretto al mercato ittico.

La prima tappa di questa escursione, però, è il Noi. Museo della Storia e della Memoria di Bellaria Igea Marina, ospitato nell'edificio del vecchio Macello risalente al 1926. Qui avrete l'occasione unica di scoprire le tradizioni, gli oggetti, le testimonianze che hanno creato la storia di questa località. 

https://www.facebook.com/MuseiBIM/

Seconda Tappa. Il Porto di Rimini

Da Bellaria Igea Marina dovete prendere la Strada Statale Adriatica in direzione sud e, in meno di mezz'ora, vi ritroverete al Porto di Rimini, altro luogo suggestivo e carico di storia di questa escursione. 

Il porto sorge nel cuore pulsante della città, Marina Centro, e mostra in tutta la sua potenza la doppia anima di Rimini, quella legata al passato e alla tradizione e quella che guarda al futuro. Alla parte più antica e silenziosa si affianca dal 2002 il nuovo porto turistico, una moderna darsena che si estende a vista d'occhio.

Il modo migliore per vivere il porto di Rimini è approfittare della lunga passeggiata sopraelevata che costeggia le banchine di attracco dall'antico faro cittadino fino al Monumento alle mogli dei marinai e ai dispersi in mare eretto nel punto più lontano dalla costa. Fermatevi per un drink in uno dei tanti bar della darsena, non ve ne pentirete.

https://www.marinadirimini.com/

Terza tappa. Il Mercato Coperto

Spostandovi verso il centro di Rimini - potete farlo a piedi in pochi minuti - raggiungerete la più grande e fornita Pescheria dell'Emilia-Romagna. È il Mercato Coperto di Rimini, un mondo da scoprire e assaporare da mattina a sera in via Castelfidardo n. 15/21. Dalle 7 alle 19.45 potrete passeggiare tra oltre 60 banchi di vendita, ammirare e acquistare il pesce fresco dell'Adriatico pescato poche ore prima, durante la notte, e chiedere consigli su ricette da provare.

Quarta tappa. La Vecchia Pescheria di Rimini

Non potete lasciare Rimini senza aver fatto un salto alla Vecchia Pescheria di Piazza Cavour, a due passi dal Teatro degli Atti e dal Tempio Malatestiano. È un luogo ricco di fascino, opera dell'architetto riminese Giovan Francesco Buonamici e risalente al 1747. 

Questa grande loggia a due ordini, aperta da tre archi a tutto sesto, oggi è diventato uno dei luoghi più caratteristici della movida di Rimini: vi basterà attraversarla partendo da Piazza Cavour per ritrovarvi circondati dalle famose "canzonette", i tanti bar e pub che animano la città.

Quinta tappa. Cattolica

L’escursione alla scoperta della Riviera di Rimini si chiude a Cattolica, l'ultimo tratto di spiaggia romagnola prima del confine con le Marche. In meno di mezz'ora dal capoluogo arriverete in questa cittadina ai piedi del Monte San Bartolo, anch'essa con una viva e antica tradizione legata alla pesca. 

Il piccolo porto è il luogo più adatto per godere dei colori del tramonto, gustando un aperitivo mentre le imbarcazioni turistiche fanno rientro e la musica inizia a suonare dai piccoli locali che circondano la darsena. 

Se non siete ancora stanchi vi suggeriamo una passeggiata fino alla romantica Piazza del Tramonto o un giro in bicicletta sul lungomare Spinelli prima di una ricca cena a base del pesce azzurro dell'Adriatico che avete potuto ammirare fin dalla prima tappa di questa escursione.