Salta il menu

Museo Civico di Scienze Naturali Malmerendi

Panoramica

Il Museo di Storia Naturale di Faenza fu inizialmente istituito nel 1980 e poi gestito fino al 1993 dal Comune, l’Associazione Pangea e il Gruppo Speleologico Faentino. Comprende originariamente collezioni ornitologiche ed entomologiche di Domenico Malmerendi (1900-1980) e materiali biologici del Museo Speleologico Romagnolo. Nello specifico, la collezione ornitologica dello stesso donatore, iniziata nel 1923, è formata da più di 2300 esemplari di avifauna locale, nazionale e esotica. La collezione entomologica è, invece, quantificabile in 820.000 esemplari in 570 scatole, tra cui una serie proveniente da continenti extra-europei e una italiana rappresentativa delle forme dell’Appennino, delle pinete e umide costiere romagnole. A questi si aggiungono anche il doppionario del Malmerendi e la collezione Lazzari, entrambe formate da diverse migliaia d’insetti. In merito, la geopaleontologia è stata arricchita dai reperti inizialmente contenuti nel Museo Speleologico Romagnolo, fondato nel 1969 a seguito delle ricerche condotte dai due gruppi speleologici cittadini, "Vampiro" e "Città di Faenza", ovvero il Gruppo Speleologico Faentino. La collezione di questi ultimi è costituita da ben ventimila reperti, tra cui un plastico del territorio faentino degli anni ‘30. Inoltre, tra i materiali più recenti troviamo almeno cinque olotipi di vertebrati provenienti dal giacimento del messiniano finale della Cava del Monticino di Brisighella.

Orari

Lunedì
09:30 am-12:00 pm
03:00 pm-06:00 pm
Martedì - Mercoledì
Chiuso
Giovedì
09:30 am-12:00 pm
03:00 pm-06:00 pm
Venerdì - Domenica
Chiuso
Museo Civico di Scienze Naturali Malmerendi
Via Medaglie d'oro, 51, 48018 Faenza RA, Italia
Chiama +390546662425 Sito Web

Ti potrebbe interessare

Cicloturismo
Ravenna

Emilia Romagna, pedalando tra arte e cultura

Spiritualità
Ghetto ebraico in Romagna

Itinerario ebraico: in Romagna tra ghetti e sinagoghe

Città d'arte
Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Parma, città del teatro, della musica e del cibo d’eccellenza

Città d'arte
Rimini tra l’antica Roma e lo splendore del Rinascimento

Rimini tra l’antica Roma e lo splendore del Rinascimento

Città d'arte
Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Modena: città d'arte, terra di motori e del gusto

Musei e monumenti
Una sala del Museo Ferrari - Maranello, Emilia Romagna. Photo by: ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo, licenza CC BY-NC-SA <https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/deed.it>

Musei Ferrari: da Modena a Maranello, in viaggio con le “rosse”

Enogastronomia
Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Emilia, tutta la bontà del Prosciutto di Parma

Enogastronomia
Parma

Musei del cibo di Parma

Città d'arte
Ferrara

In viaggio a Ferrara, ore preziose a passeggio nella storia

Spiritualità
Emilia Romagna, la via Francigena si fa cultura

Emilia Romagna, la via Francigena si fa cultura

Città d'arte
Piazza Maggiore e Basilica di San Petronio - Bologna, Emilia-Romagna

Bologna: giovane, colta e generosa

Relax e benessere
Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Fughe di coppia nella Wellness Valley dell’Emilia Romagna

Relax e benessere
Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Emilia Romagna, il patrimonio delle terme storiche

Relax e benessere
Terme di Riolo, sull’appennino, tra fanghi sorgivi e i tesori del territorio

Terme di Riolo, sull’appennino, tra fanghi sorgivi e i tesori del territorio

Laghi
Le Valli di Comacchio

Le Valli di Comacchio

Divertimento
Mirabilandia: in Emilia Romagna il primo parco divertimenti d’Italia

Mirabilandia: in Emilia Romagna il primo parco divertimenti d’Italia

Divertimento
motor valley

Adrenalina pura tra storia e passione nella Motor Valley

Musei e monumenti
Museo Enzo Ferrari

Museo Enzo Ferrari

UNESCO
Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Ravenna con i suoi monumenti paleocristiani, perfetto mix di arte, cultura e divertimento

Arte e cultura
Photo by: Renzo Favalli

A Ravenna per un giorno, sulle tracce del Dante contemporaneo

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.