Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Relax & Benessere

Emilia Romagna

In Emilia Romagna: 4 tappe tra benessere e sport

Se pensate che il relax e l’attività fisica siano un binomio impossibile, dovreste fare un salto in <strong>Emilia Romagna</strong>: qui potete infatti seguire <strong>un itinerario che mette d’accordo natura e sport</strong>

Ecco 4 tappe che mixano terme, luogo di benessere per eccellenza, e bici, strumento che rigenera non solo il corpo, ma anche la mente.

1. Rimini-Santarcangelo di Romagna: la storicissima degli itinerari in Emilia Romagna

Il nostro tour inizia dalla zona settentrionale di Rimini e, più nello specifico, da Valmarecchia, antica signoria dei Malatesta. 

Si pedala lungo un percorso cicloturistico dal tracciato impegnativo, ma divertente per i rider che amano le pendenze vertiginose.

Il relax sopraggiunge a Santarcangelo di Romagna, borgo del buon vivere. Qui riprenderete fiato, all’ombra dell’imponente rocca malatestiana.

2. Poggio Torriana: il balcone della Romagna

Il percorso su due ruote prosegue in direzione dello sperone di roccia su cui è sospeso il panoramico borgo di Poggio Torriana.

Fate attenzione agli ultimi 2 chilometri in salita: la pendenza è del 18%. Non a caso, il tratto è noto come Strappacuore.

3. Verucchio: la culla della famiglia Malatesta

Non è ancora il momento di rilassarsi. Si pedala nella Valle del Marecchia, lungo il fiume che sfocia nel mare di Rimini, fino a raggiungere Verucchio, tra i borghi più belli d’Italia, dominato dai Malatesta.

Poi, tappa all’estero, ma vicino: si tratta di San Marino. E poi, ormai ce l’avete fatta. Dopo questa meta, la strada è tutta in discesa. Sicuramente lunga e frastagliata, ma comunque in discesa, verso Rimini.

4. Riccione: relax alle Terme

Dopo tanta fatica, finalmente il meritato riposo!

I percorsi benessere in Emilia Romagna passano dalle Terme di Riccione, efficaci non solo per la cura di diverse patologie, ma anche per disintossicare e depurare l’organismo. Con le loro acque ricche di zolfo, iodio, magnesio, bromo e cloruro di sodio, le sorgenti termali favoriscono il rilassamento neuromuscolare e svolgono un’efficace azione antinfiammatoria rigenerante sui tessuti e le cartilagini articolari. Si rivelano, pertanto, l’aiuto ideale, dopo la sudata fatta nelle tre precedenti tappe.

Fanghi, trattamenti e massaggi tengono fede alla promessa di un tour che è partito con l’attività fisica e si conclude con il benessere.