Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Sport

VENETO

Veneto, l’emozione di sorvolare montagne e città d’arte, decollando dal Massiccio del Monte Grappa

09 settembre 2022

Sorvolare il paesaggio montuoso delle Prealpi venete è uno spettacolo, per poi planare sulle colline della Pedemontana veneta, con i suoi borghi arroccati, le città d’arte, le valli dei fiumi Brenta e Piave.
La zona si presta moltissimo, grazie alle sue naturali correnti ascensionali, al clima, all’accessibilità delle zone di decollo e atterraggio e alla natura ancora poco urbanizzata.
Il Massiccio del Grappa, mecca del volo libero, tra le provincie di Vicenza, Belluno e Treviso, si presta a essere il luogo ideale per praticare trasvolate con il deltaplano, ma anche con il parapendio.

1. Monte Grappa, un paradiso tutto da sorvolare

Non a caso la zona è sede di decine di scuole e centri di volo. Ogni anno migliaia di piloti, in gran parte dall’Europa del Nord e dell’Est, raggiungono le pendici del Monte Grappa, attratti dall’alto tasso di “volabilità”: da qui si può infatti decollare quasi tutti i giorni dell’anno, salvo nelle rare occasioni in cui la mole imponente del Massiccio del Grappa non è in grado di riparare i velivoli dal vento che soffia da Nord o nei giorni di pioggia insistente. 

In genere le condizioni dell’aria consentono voli perfetti, sia per chi sta imparando, sia per chi è già esperto e desidera cimentarsi con tragitti più lunghi, che possono toccare anche i 200 chilometri.

2. L'ebbrezza di volare in tandem su un biposto

Con le correnti non si scherza e il deltaplano è un mezzo che richiede una grande preparazione del pilota. 

Se non avete esperienza e tuttavia avete il desiderio di provare questa emozione, potete provare l’esperienza di un volo in tandem su un deltaplano biposto, in condizioni di sicurezza e sotto la guida di un pilota esperto.

In un incontro preparatorio di un’ora circa, tecnici e maestri vi metteranno in grado di affrontare il volo, istruendovi su tutte le misure e le regole da osservare, per poi essere pronti al decollo accanto al pilota, una volta accessoriati e assicurati al mezzo.

Per affrontare il volo in biposto, non servono requisiti particolari, basta godere di uno stato di buona salute, disporre di un paio di scarpe da ginnastica o da montagna e dell’abbigliamento adatto a resistere alle temperature in quota, a seconda della stagione.

Può essere un’occasione unica per sperimentare l’ebbrezza della pace e della solitudine trasportati dalle correnti e immersi nell’azzurro del cielo, ma anche un’esperienza da condividere con gli amici.
Prenotando in una delle strutture convenzionate, potrete organizzare anche voli di gruppo.
A richiesta, i piloti realizzeranno foto e video durante il volo, per regalarvi un ricordo da conservare per sempre.

3. Tutti i piaceri del cielo e della terra

Una volta rimessi i piedi per terra, non vi resta che dedicarvi all’esplorazione del territorio, fra tesori d’arte e dell’enogastronomia.
Monte Grappa e zona della Pedemontana veneta offrono parchi naturali e fluviali, le cosiddette “città murate” come Bassano del Grappa, Marostica e Asolo, le opere di artisti come Canova e Palladio, l’esperienza della degustazione dei tanti prodotti tipici, dall’asparago di Bassano del Grappa alla ciliegia di Marostica, fino al prosecco dei colli asolani

 

Scopri di più: vivereilgrappa.it