Salta il menu

Trani

Panoramica

Il popoloso centro è celebre per la sua cattedrale, gioiello del romanico pugliese, e per il suo nucleo storico addensato sul mare su cui si affacciano preziosi palazzi in cui spiccano di testimonianze della comunità ebraica (raro caso per la Puglia). Trani fu un insediamento romano che subì una forte espansione a partire dall’epoca longobarda durante la quale fu scelta come sede vescovile al posto di Canosa. Fiorente dal punto di vista commerciale in epoca normanna, è con gli svevi che la cittadina raggiunse il suo picco di splendore come base logistica delle Repubbliche marinare di Venezia e Ragusa. Le espulsioni degli ebrei da regioni europee come la Francia e la Castiglia furono sfruttate per attirare in città ricchi commercianti: prima di essere espulse nel 1541 con l’editto di Carlo V, intorno alla metà del XII secolo, Trani contava ben 200 famiglie che vivevano nel quartiere ebraico della Giudecca. Quattro erano le sinagoghe attive nel XII secolo, tra cui la Sinagoga Grande, divenuta chiesa cattolica sotto gli Angioini e la Sinagoga Scolanova, in stile romanico con la facciata a cuspide e il campanile a vela, che dal 2005 è di nuovo attiva per la comunità ebraica. Dopo questo periodo la città subì un lento declino, con una breve interruzione quando alla fine del XVI secolo divenne capoluogo della Terra di Bari. Del XII secolo è il Castello: eretto da Federico II di Svevia proprio di fronte alla cattedrale come segno di sfida all’autorità religiosa, è di fatto fu una notevole opera difensiva, un tempo in comunicazione diretta con il mare, cui oggi si accede con un ponte in pietra che ha sostituito il vecchio ponte levatoio in legno. Dal castello, con una passeggiata che offre incomparabili viste sulla cattedrale, si giunge al porto su cui si affacciano palazzo Caccetta, riconoscibile dal basamento a scarpa e dal portale neogotico, e le absidi della chiesa di Ognissanti del XII secolo. In piazza Duomo, allestito nel palazzo Lodispoto, c’è il Museo della Macchina per scrivere, con 400 pezzi provenienti da tutto il mondo e una sezione dedicata a Adriano Olivetti, e il Museo diocesano. A pochi passi, il palazzo delle Arti Beltrani ospita il centro polifunzionale cittadino, sede di eventi e mostre, la pinacoteca comunale “Ivo Scaringi”, artista tranese.

Trani

76125 Trani BT, Italia

Ti potrebbe interessare

UNESCO
Castel del Monte, la fortezza dei misteri di Andria

Castel del Monte, la fortezza dei misteri di Andria

Cicloturismo
Ostuni, Puglia

La Puglia in bici in mezzo a trulli, ulivi e borghi gioiello

Natura
Leuca

Santa Maria di Leuca

UNESCO
627087300

Alberobello, la capitale dei Trulli che ti farà vivere una favola

Città d'arte
Bari

Alla scoperta di Bari, incontro inaspettato tra Oriente e Occidente

Spiritualità
Padre Pio

Il Santuario di Padre Pio

Arte e cultura
32 location per 18 mostre: PhEST Monopoli incanta con la fotografia del futuro

32 location per 18 mostre: PhEST Monopoli incanta con la fotografia del futuro

Arte e cultura
TRICASE | Puglia

Puglia, cuore del Mediterraneo, culla di civiltà antiche e bagnata da un mare spettacolare

Tour e esperienze
puglia fuori rotta

Puglia Fuori Rotta, 5 tappe insolite per un itinerario sorprendente

Spiritualità
Puglia, sulla via Francigena tra castelli e basiliche

Puglia, sulla via Francigena tra castelli e basiliche

Business
brindisi hub mondiale per i nomadi digitali

Brindisi è l’hub mondiale per i nomadi digitali in Italia

Tour e esperienze
lecce tour in bici corsi di cucina

L’anima più vera di Lecce tra tour in bici, corsi di cucina e pranzi in casa

Arte e cultura
Immergersi nelle meraviglie della Puglia con il digitale

Immergersi nelle meraviglie della Puglia con il digitale

Divertimento
Gallipoli, la perla del Mar Ionio

Gallipoli, la perla del Mar Ionio

Divertimento
Aquapark Egnazia - Puglia- Photo by yu_tsai /shutterstock.com

Aquapark Egnazia Puglia, per una giornata di pura adrenalina in Puglia

Enogastronomia
storia del capocollo

La regione Puglia attraverso la pizza di Gino Sorbillo

Isole
Le isole Tremiti si visitano anche in inverno, tra pesca e giri in kayak

Le isole Tremiti si visitano anche in inverno, tra pesca e giri in kayak

Mare
464451044

L’incanto cristallino nella Baia delle Zagare sul Gargano

Enogastronomia
Olio d'oliva

Olio: l’oro verde della Puglia

Mare
Spiaggia della Scialara

La Spiaggia della Scialara, regina della costa garganica

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.