Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Arte & Cultura

Puglia

Puglia, sulla via Francigena tra castelli e basiliche

Castelli e basiliche, borghi bianchi e monumenti storici, immersi in un paesaggio marino d’eccezione: ecco i 5 luoghi imperdibili della via Francigena pugliese.

15 luglio 2022

Castelli e basiliche, borghi bianchi e monumenti storici, immersi in un paesaggio marino d’eccezione: ecco i 5 luoghi imperdibili della via Francigena pugliese.
La via Francigena pugliese, sulla quale i pellegrini proseguivano il cammino dopo Roma alla volta della Terrasanta, è ricca di castelli e basiliche, borghi bianchi e monumenti storici, tutti immersi in un paesaggio marino d’eccezione: ecco i 5 luoghi proprio da non perdere.

1. Monte Sant’Angelo

Il caratteristico borgo del Gargano affacciato sul Tavoliere e sul Golfo di Manfredonia è celebre per il longobardo Santuario di San Michele, patrimonio Unesco, con la Sacra Grotta dove apparve l’Arcangelo Michele, raggiungibile attraverso una scalinata scavata nella roccia. Da visitare anche il castello normanno di Federico II, la Tomba di Rotari e il Complesso di San Francesco, per poi inoltrarsi fino alla Foresta Umbra, le cui faggete vetuste sono Patrimonio Unesco.

2. La Cattedrale di Trani

Nel centro storico della cittadina, a pochi metri dal maestoso Castello Svevo di Federico II, l’altissima Cattedrale di San Nicola Pellegrino si affaccia sul mare in posizione così scenografica da sembrare sospesa sull’acqua. Splendido esempio di romanico pugliese, sfoggia il rosone decorato della facciata, il portale bronzeo e la torre campanaria; all’interno la cripta custodisce le spoglie del santo, mentre l’ipogeo di San Leucio è scavato sotto il livello del mare.

3. Il Castello normanno svevo di Bari

Si trova ai margini del centro storico, a pochi passi dalla Cattedrale e dal porto, ed è stato costruito dai Normanni e poi restaurato da Federico II di Svevia, con un nucleo composto da una corte centrale e tre alte torri angolari. Più volte rimaneggiata e destinata a diversi utilizzi nel corso dei secoli, la sua imponente struttura oggi è sede museale e al suo interno si organizzano mostre e rassegne, mentre la Gipsoteca raccoglie calchi di antiche strutture ornamentali.

4. Il centro storico di Polignano a Mare

Foto panoramica di Polignano a Mare.

E’ un incantevole borgo medievale arroccato sulla costa alta e frastagliata, con fondali incontaminati e cavità marine nascoste tra piccole cale sabbiose. Il centro storico è un dedalo di vicoli e case bianche a strapiombo sul mare, coronato dal lungomare con la statua del nativo più celebre, Domenico Modugno, e ricco di tracce arabe, bizantine, spagnole e normanne. Da visitare la Chiesa Matrice duecentesca, la Fondazione Museo Pino Pascali e i resti dei quattro torrioni difensivi della città vecchia.

5. La Basilica Santa Maria de Finibus Terrae di Santa Maria di Leuca

Basilica di Santa Maria di Leuca

All’estremo lembo meridionale del Salento, dove Adriatico e Ionio si incontrano sul tacco d’Italia, la Basilica si erge sul promontorio del Capo di Leuca, ai piedi del faro che domina la baia con il borgo di Santa Maria di Leuca. Nata sui resti di un antico tempio pagano, la possente struttura illuminata da splendide vetrate è decorata da cappelle laterali e dipinti preziosi, e sovrasta la costa frastagliata di rocce calcaree e grotte naturali, tutte raggiungibili via mare.

Ti potrebbe interessare