Salta il menu

Rovine della chiesa di San Pietro - Norchia

Panoramica

La chiesa di San Pietro, situata sulla sommità del colle omonimo a Tuscania, è un esempio della raffinata arte romanico-lombarda. Si presenta come un’imponente scenografia, composta da due torri di avvistamento e dalla sua facciata bianca, ornata da un rosone. Si può inoltre ammirare, in cortile, una selezione di sarcofagi etruschi. Si pensa che la basilica, originariamente costruita nel VIII secolo, sia stata edificata sui resti di un tempio pagano. Tutt’intorno, le rovine dell’acropoli etrusco-romana.
Nel corso dei secoli, la chiesa ha subito varie trasformazioni architettoniche. Nel XI secolo, le navate laterali, le absidi e la cripta sono state rifatte, mentre nei primi anni del XII secolo è stato allungato l’ingresso della navata centrale con due arcate. Anche la facciata è stata oggetto di diversi interventi: le parti laterali realizzate nel XII secolo e, nell’inizio del secolo successivo, il corpo verticale centrale, sporgente di circa un metro rispetto alle parti laterali. Durante quel periodo, il colle divenne una fortezza e sono sorte intorno alla chiesa e al palazzo episcopale alcune torri di difesa. Due di esse fanno ancora parte della composizione scenografica mentre una terza, mozzata, è posizionata di fronte alla facciata al di fuori del perimetro.

Orari

Lunedì - Sabato
Chiuso
Domenica
12:00 am
Recensioni
Recensioni
()
Rovine della chiesa di San Pietro - Norchia
Str. S. Vivenzio, 01100 Norchia, Viterbo VT, Italia
Sito Web

Ti potrebbe interessare

Ops! C'è stato un problema con la condivisione. Accetta i cookie di profilazione per condividere la pagina.