Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Divertimento

Parapendio, un tuffo dove il cielo è più blu

L’Italia, attraversata da montagne e colli, strapiombi sul mare o sui laghi e alture tra borghi e campagne, offre infiniti trampolini naturali dai quali tuffarsi nei cieli

23 settembre 2022

2 minuti

Non ci sono limiti di età: chiunque ne abbia desiderio (anche bambini sopra i 25 kg. di peso, previa autorizzazione dei genitori) può effettuare un volo in biposto, senza bisogno di frequentare alcun corso. L’Italia, attraversata da montagne e colli, strapiombi sul mare o sui laghi e alture tra borghi e campagne, offre infiniti trampolini naturali dai quali tuffarsi nei cieli. Già, perché dopo una piccola rincorsa - normalmente insieme all’istruttore - si fa un vero e proprio tuffo tra le correnti, assecondando il fluire dell’aria per planare verso valle. Il resto è pura emozione, una full immersion di sensazioni che accenderanno tutti i sensi. Un brivido da vivere tutto l’anno, purché le condizioni meteo consentano di volare in sicurezza, su scenari urbani, storici e naturalistici senza uguali al mondo. Volare per credere.

1. Valle d’Aosta, le quattro stagioni del volo

Intorno al Monte Bianco, dalle tante terrazze naturali che offrono le Alpi in Val d’Aosta, si può volare infinite volte e scoprire sempre qualcosa di nuovo: in inverno, con gli scenari innevati a rendere tutto più magico, o nel resto dell’anno, quando neve e ghiaccio sono vicini al cielo e sotto di voi si aprono verdi vallate.

2. Alto Adige, dove osano le aquile

Scopri le Dolomiti dalle stesse prospettive delle aquile, condividendo con questi rapaci le sensazioni e le emozioni del volo libero. La Val Gardena offre diversi trampolini da cui librarsi nell’aria per godere di visioni sempre diverse delle Dolomiti, e del fiorire di laghi e borghi montani dal fascino unico.

3. Lombardia, obiettivo Lago d’Iseo

Se non avete mai provato, ma la curiosità è tanta, il lago d’Iseo potrà fornirvi un motivo in più per rompere gli indugi a lanciarsi: potete scegliere tra diversi punti di decollo, come Sarnico, il Monte Bronzone o i colli di San Fermo e decidere di atterrare sulle rive del lago o in Franciacorta.

4. Lazio, entrare in giardino dal cielo

Si decolla a Norma (Latina) dove sono visibili ancora oggi i resti dell’antica Norba, per innalzarsi in aria e andare alla scoperta dei borghi sulle pendici dei Monti Lepini, come Cori, centro collinare ricco di storia e tradizioni, o l’abitato tutto di pietra di Sermoneta. Su tutto, merita un sorvolo il magnifico Giardino di Ninfa - specie in periodo di fioriture - votato come il giardino più romantico del mondo.

5. Basilicata, un approdo d’altri tempi

Il punto di decollo per parapendio da Maratea, anche conosciuto come Truzzo della Salvia, regala un panorama straordinario. Dai suoi 1000 metri di altezza sul livello del mare, è possibile ammirare il Golfo di Policastro - caro a greci e latini - in tutto il suo splendore. L’atterraggio solitamente viene effettuato sulla spiaggia di Acquafredda.

6. Taormina, un palco aereo al Teatro Greco

Una visione senza pari del suggestivo paesaggio che si snoda lungo la costa orientale della Sicilia: anche in questo caso, un'occasione irripetibile per godere in volo di scenari unici come Taormina ed il suo Teatro Greco, tra distese di verde e d'azzurro, con l’Etna a fare da spettatore.