Salta il menu

Per le ultime informazioni sulle restrizioni di viaggio relative al COVID-19 in Italia. Fai click qui.

Magazine

Agevolazioni fiscali per trasferirsi negli incantevoli borghi del Sud Italia

L’età d’argento può tingersi d’oro grazie alle agevolazioni fiscali previste dal governo italiano.

06 settembre 2022

3 minuti

Un regime fiscale vantaggioso è infatti dedicato ai titolari di pensione estera che spostano la residenza nei piccoli borghi di 8 regioni del Sud Italia.

La fine del lavoro può segnare l’inizio di una nuova vita all’insegna dei piaceri che l’Italia sa offrire: ottimo clima, magnifici centri storici, mare, colline e laghi, cibo e vini di qualità suprema. Da godere a ritmo lento.

1. Quali sono i requisiti per usufruire del regime fiscale agevolato

requisiti per usufruire del regime fiscale agevolato
  • L’articolo 24-ter del TUIR, inserito nella Legge di Bilancio del 2019, riguarda chiunque sia titolare di redditi da pensione di fonte estera, ovvero fuori dall’Italia. Questo vale sia per i non italiani, sia per gli italiani che vivono all’estero.
  • Il decreto prevede l’assoggettamento dei redditi prodotti all’estero ad un’imposta sostitutiva, con aliquota del 7 per cento.
  • Per aderire a queste agevolazioni fiscali bisogna spostare la propria residenza in un comune con popolazione inferiore ai 20.000 abitanti delle seguenti regioni: Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia.
  • Per fruire del regime occorre che la persona fisica non sia stata fiscalmente residente nel territorio dello Stato almeno negli ultimi 5 anni.
  • La durata del regime di agevolazione fiscale è di 10 anni dal momento del trasferimento della residenza.

2. Il privilegio del silenzio

Il privilegio del silenzio

Alcuni paesi del Meridione d’Italia sono minuscoli, eppure sempre ricchissimi di storia. Se dopo una vita lavorativa passata in una metropoli frenetica sentite il bisogno di pace, queste sono le mete per voi.
Un esempio? Rocchetta a Volturno, in Molise, è un borgo medievale dove risiedono in pianta stabile soltanto 1000 abitanti e potrete passeggiare indisturbati lungo i vicoletti costeggiati da case in pietra. Una di queste potrebbe diventare proprio la vostra. Siete a 540 metri di altitudine e l’aria è salubre, le acque delle sorgenti del Volturno sono limpide e adatte alla pesca. Chiese e antichissimi monasteri si prestano per una visita culturale e momenti di raccoglimento.

Solo un centinaio di persone abitano a Monteleone Rocca Doria, il più piccolo centro del sassarese nella Sardegna Nord-Occidentale. Sarà semplicissimo partecipare alla vita della comunità. Di tradizione pastori e agricoltori, i residenti potranno insegnarvi a coltivare un orto e nel Museo della Panificazione Tradizionale sarete resi partecipi dei segreti dell’ “arte bianca”. Il borgo è arroccato su un’altura cinta dal Lago dell’Alto Temo e il panorama è spettacolare

3. Mare tutto l’anno

Mare tutto l’anno

Dalla primavera fino all’autunno inoltrato le regioni del Sud Italia beneficiano di un clima mite e fuori dall’affollata stagione estiva i magnifici tratti di costa saranno una vostra esclusiva.
Praia a Mare, sulla costa tirrenica della Calabria, vanta una lunga spiaggia con vista su imponenti scogli, dove anche una passeggiata in pieno inverno riserva un fascino speciale. Tra luglio e agosto il borgo si anima: un intervallo vivace che risulterà piacevolissimo.
Solo a 4 chilometri dal mare, sempre in Calabria, potreste scegliere di trasferirvi a Isola di Capo Rizzuto, che in realtà non è un’isola bensì un promontorio dal panorama mozzafiato: siete in un’area marina protetta e in un borgo le cui prime origini risalgono all’VIII secolo a.C., come testimonia il vicino parco archeologico.

4. Stile italiano tra cultura, paesaggio e i piaceri della tavola

Stile italiano

Una giornata tipo a Montalbano Elicona, splendido paese siciliano? La prima tappa è al forno per acquistare il pane, una delle eccellenze del luogo: i filoni di dimensioni codificate dalla tradizione sono di grani antichi locali ed emanano una fragranza speciale. Poi comprate le celebri provole prima di oziare in un bar davanti a una granita al caffè. Passeggiate lungo le strette vie adornate di fiori e piante, con soste al Duomo e al Castello sulla sommità del promontorio roccioso. Pranzo e riposo, poi vi aspettano i sentieri sulle pendici, raggiungibili facilmente in auto.
Ancora in Sicilia la vita è dolce a Castelmola, un borgo dal quale ammirare il mare dall’alto e camminare nelle stradine tranquille senza avere mai freddo. Poco sotto si apre Taormina e per un tuffo dovete percorrere solo pochi chilometri verso Giardini Naxos.
Sia Castelmola sia Montalbano Elicona fanno parte del circuito Borghi più belli d’Italia.

Se nel comune campano di Sant’Agata dei Goti, perla del Sannio, vi delizierete con un calice dei rinomati vini Falanghina e Gotico, nel borgo montano di Scanno, in Abruzzo, vi aspettano le escursioni lungo i tracciati del Parco Nazionale e un lago balneabile. Anche in Puglia, a Locorotondo, le cene sono bagnate da vini pregiati, degna conclusione di una giornata scandita dalle bellezze del borgo della Val d’Itria, mentre a Stigliano, in Basilicata, potreste fare un abbonamento alle terme dalle acque terapeutiche.

 

Per saperne di più

Per informazioni e moduli di adesione www.agenziaentrate.gov.it e www.finanze.gov.it